AKHENATEN. GOLDEN SERPENT GOD. Esperienza sensoriale nel divino arcano del blackened Mesopotamian death metal.

Akhenaten Golden Serpent God review, Akhenaten, Akhenaten band, Akhenaten Golden Serpent God, Mesopotamian death metal, Helleborus, Akhenaton, Akhenaten Golden Serpent God album, Akhenaten Golden Serpent God review, Akhenaten Golden Serpent God recensione, Akhenaten Golden Serpent God tracklist, Wyatt Houseman, Jerred Houseman, Satanath Records, MurdHer Records, Cimmerian Shade Recordings, Akhenaten Incantations Through the Gates of Irkalla, Amulets Of Smoke And Fire, Dragon Of The Primordial Sea, Throne Of Shamash, Through The Stargate, Erishkigal: Kingdom Of Death, Pazuzu: Harbinger Of Darkness, Akashic Field: Enter Arcana Catacombs, God Of Creation, Sweat Of The Sun, Apophis: The Serpent Of Rebirth, Golden Serpent God, Listen to Akhenaten Golden Serpent God , Stream Akhenaten Golden Serpent God , blackened death metal bands, Mesopotamian blackened death metal, akhenatenmusic, akhenatenmetal, Satanath Rrecords bandcamp, Aleksey Korolyov, sickandsound, blackened death metal album review, album review, metal albums 2018, underground metal albums 2018

AKHENATEN. Chi sono.

 

 

 

Akhenaten band, Akhenaten, Akhenaten Golden Serpent God, Mesopotamian death metal, Helleborus, Akhenaton, Akhenaten Golden Serpent God album, Akhenaten Golden Serpent God review, Akhenaten Golden Serpent God recensione, Akhenaten Golden Serpent God tracklist, Wyatt Houseman, Jerred Houseman, Satanath Records, MurdHer Records, Cimmerian Shade Recordings, Akhenaten Incantations Through the Gates of Irkalla, Amulets Of Smoke And Fire, Dragon Of The Primordial Sea, Throne Of Shamash, Through The Stargate, Erishkigal: Kingdom Of Death, Pazuzu: Harbinger Of Darkness, Akashic Field: Enter Arcana Catacombs, God Of Creation, Sweat Of The Sun, Apophis: The Serpent Of Rebirth, Golden Serpent God, Listen to Akhenaten Golden Serpent God , Stream Akhenaten Golden Serpent God , blackened death metal bands, Mesopotamian blackened death metal, akhenatenmusic, akhenatenmetal, Satanath Rrecords bandcamp, Aleksey Korolyov, sickandsound, blackened death metal album review, album review, metal albums 2018, underground metal albums 2018

 

 

 

Sono un duo da Manitou Springs, Colorado appartenente alla formazione Helleborus che ha costruito un progetto parallelo col quale si addentrano in un genere unico: il blackened Mesopotamian death metal dalle sfumature folk. Si ispirano al nome del Faraone d’Egitto Akhenaton che regnò durante la XVIII dinastia, il faraone eretico che aveva stravolto il politeismo con l’introduzione del culto del solo Aton, Dio del sole. Con Wyatt Houseman alla voce e Jerred Houseman a tutto lo strumentale, gli Akhenaten, presentano il nuovo album Golden Serpent God in release il 31 Maggio 2018 tramite l’etichetta russa Satanath Records, in co-release con la statunitense Cimmerian Shade Recordings, e l’italiana MurdHer Records.

 

L’album di debutto degli Akhenaten intitolato Incantations Through the Gates of Irkalla lo aveva preceduto nel dicembre 2015.

 

 

 

AKHENATEN. GOLDEN SERPENT GOD.

Il territorio del metal recondito vissuto attraverso un viaggio propiziatorio.

 

 

Sound overview

 

 

 

Akhenaten Golden Serpent God, Akhenaten, Akhenaten band, Akhenaten Golden Serpent God, Mesopotamian death metal, Helleborus, Akhenaton, Akhenaten Golden Serpent God album, Akhenaten Golden Serpent God review, Akhenaten Golden Serpent God recensione, Akhenaten Golden Serpent God tracklist, Wyatt Houseman, Jerred Houseman, Satanath Records, MurdHer Records, Cimmerian Shade Recordings, Akhenaten Incantations Through the Gates of Irkalla, Amulets Of Smoke And Fire, Dragon Of The Primordial Sea, Throne Of Shamash, Through The Stargate, Erishkigal: Kingdom Of Death, Pazuzu: Harbinger Of Darkness, Akashic Field: Enter Arcana Catacombs, God Of Creation, Sweat Of The Sun, Apophis: The Serpent Of Rebirth, Golden Serpent God, Listen to Akhenaten Golden Serpent God , Stream Akhenaten Golden Serpent God , blackened death metal bands, Mesopotamian blackened death metal, akhenatenmusic, akhenatenmetal, Satanath Rrecords bandcamp, Aleksey Korolyov, sickandsound, blackened death metal album review, album review, metal albums 2018, underground metal albums 2018Un duo incantato e affascinato dalla mitologia e le pratiche occulte perpetrate nell’antico Egitto e nella Mesopotamia, che ha fatto di textures arcane e mistiche la propria musica disciogliendone i tratti nel panorama blackened death metal.

 

Golden Serpent God è lascito del precedente viaggio, e  continua ad assurgere a scenari visionari del logos umano e della saggezza empirica. Undici tracce di cui quattro strumentali, alla ricerca dei tasselli oscuri della storia, che cercano di  rintracciare i fili della conoscenza e della verità, attraverso le divinità egiziane e il mondo mistico dell’aldilà.

 

Esoterismo e misteri si intrecciano a melodie evanescenti, incalzanti e sognanti. Un riffing intricato e accostato ad archi, quanto a un gran numero di strumenti mediorientali, sitar, tablas, campane tibetane e un sintetizzato sapientemente adoperato per la creazione di scenari epici ed onirici. La voce narrante di questo viaggio che si addentrà nell’occulto, si serve di death growls a fondo di ogni gutturale e black metal vocals nella versione più abrasiva.   Golden Serpent God è un disco in grado di lasciare appagamento nell’ascoltatore per aver esplorato un territorio del metal recondito e raro attraverso un viaggio propiziatorio.

 

 

 

AKHENATEN. GOLDEN SERPENT GOD.

Track by track review

 

 

 

Un viaggio propiziatorio che trova quindi principio già dall’immagine di copertina, dove viene ritratta la dea sumera Ereshkigal, regina degli Inferi e governatrice di demoni e creature infernali. Questa divinità è protagonista della quinta traccia del disco preannunciata da un preambolo esclusivamente strumentale: Erishkigal: Kingdom Of Death che in principio utilizza una Tibetan singing bowl e che si lancia su un riffing rapido incentivato da un altrettanto sostenuto tappeto ritmico.

 

Guarda il video ufficiale di Akhenaten – Erishkigal: Kingdom Of Death:

 

 

Facendo un passo indietro la vera apertura del disco avviene con Amulets Of Smoke And Fire. Gli Akhenaten mostrano sin da subito il tipo di miscela sonora che hanno creato. La presentano disciolta su melliflue atmosfere sostenute da una quantità di strumentale medio orientale, e arpeggi oscuri, violini, sitar, tablas e quanto favorisca il trip mentale. L’oscurità dell’arrangiamento si intreccia dopo un intro onirica al metal infernale con l’aumento della velocità della sezione ritmica e l’ingresso delle black metal vocals in congiunzione a un abissale death growl. Nel retro si risentono per tutta l’esecuzione le melodie che avevano aperto, e catturano decisamente l’attenzione dell’ascoltatore per una combinazione del metal tanto rara.

 

Ascolta la release audio di Akhenaten – Amulets Of Smoke And Fire:

 

 

Chitarroni in gloria insieme a quello che sembra un ensemble di archi sono i veri protagonisti del brano Dragon Of The Primordial Sea. La frenesia di corde subisce successivamente un’impennata lasciando spazio all’espressione più accelerata in assoluto di riffing mitragliata da proiettili sparati alla velocità della luce delle percussioni in full blast per Throne Of Shamash. Gli Akhenaten riprendono qui la divinità del sole, parte della triade astrale mesopotamica insieme al dio della luna e di Venere. Questo è un pezzo che vede il growl toccare il fondo del registro notevolmente favorito dalla profondità delle linee di basso impiegate.

 

Akhenaten Golden Serpent God preview, Akhenaten, Akhenaten band, Akhenaten Golden Serpent God, Mesopotamian death metal, Helleborus, Akhenaton, Akhenaten Golden Serpent God album, Akhenaten Golden Serpent God review, Akhenaten Golden Serpent God recensione, Akhenaten Golden Serpent God tracklist, Wyatt Houseman, Jerred Houseman, Satanath Records, MurdHer Records, Cimmerian Shade Recordings, Akhenaten Incantations Through the Gates of Irkalla, Amulets Of Smoke And Fire, Dragon Of The Primordial Sea, Throne Of Shamash, Through The Stargate, Erishkigal: Kingdom Of Death, Pazuzu: Harbinger Of Darkness, Akashic Field: Enter Arcana Catacombs, God Of Creation, Sweat Of The Sun, Apophis: The Serpent Of Rebirth, Golden Serpent God, Listen to Akhenaten Golden Serpent God , Stream Akhenaten Golden Serpent God , blackened death metal bands, Mesopotamian blackened death metal, akhenatenmusic, akhenatenmetal, Satanath Rrecords bandcamp, Aleksey Korolyov, sickandsound, blackened death metal album review, album review, metal albums 2018, underground metal albums 2018Sulla stessa apertura della prima traccia, il brano Through The Stargate, dove un intreccio di strumenti ad arco orientali, tintinnio e cimbali sono un interludio strumentale incantato. Un vero stargate di passaggio all’oltretomba del pezzo successivo Erishkigal: Kingdom Of Death di cui ho parlato in precedenza.  Insieme a questo interludio strumentale, il disco accoglie altri tre pezzi strumentali. Ecco qui il secondo brano vestibolare, la traccia Akashic Field: Enter Arcana Catacombs stavolta di passaggio verso le catacombe. Un breve intermezzo regolato dalla palpitazione di tablas (percussioni a mano orientali) , assieme a cimbali, strumenti a corde con l’aggiunta di canti e sonorità sciamanico-voodoo. Specularmente a Through the Stargate, introduce a una traccia altrettanto incendiaria: God Of Creation. Qui il lavoro di corde espresso in guitar riffs affilati come rasoi è complementare a un oscuro lavoro di archi. Il brano vede la collaborazione con Brian Palmer.

 

Per Pazuzu: Harbinger Of Darkness è stato coniato un tappeto di archi oschestrali che stabiliscono il backdrop di un arrangiamento fragoroso di crunch guitar sferragliante e blast beats. La sezione ritmica subisce delle variazioni in favore di intermezzi melodici, mentre i violini restano i veri fautori del pezzo. Gli Akhenaten attingono per questo brano alla figura del demone Pazuzu della mitologia babilonese, signore degli spiriti malvagi dell’aria e figlio del Dio Hanpa.

 

Ascolta la release audio di Akhenaten – Pazuzu: Harbinger Of Darkness:

 

 

Il brano Sweat Of The Sun è il terzo interludio strumentale, dove stavolta gli Akhenaten nel riprendere lo strumentale orientale, lo combinano ad una serie di elementi elettronici e synth che trasmettono il corrente panorama house miscelatp ad elettronico tribale e fusion. Una scelta  che lascia a bocca aperta per la genialità e la volontà di sperimentazione nel varcare ogni perimetro del metal classico. Sfondando confini sonori non possono che guadagnare in fase di recensione una gran quantità di punti.

 

Sferragliante lavoro di crunch guitar e rapide scale per la penultima Apophis: The Serpent Of Rebirth. Un brano molto ricco nel lavoro di chitarra, percorso nelle arterie da un tintinnio esotico molto suggestivo. Notevoli gli intramezzi strumentali pregni di armonia tetra e inquietante tra il caos di percussioni fragorosissime, distorsioni vocali caustiche e riffing che stringe forte la corda attorno all’ascoltatore.

 

Guarda il video ufficiale di Akhenaten – Apophis: The Serpent Of Rebirth:

 

 

Gli Akhenaten tirano le fila del proprio viaggio sonoro che è più un’esperienza visiva e sensoriale con un ultimo brano strumentale, la titletrack Golden Serpent God. Qui  concedono all’ascoltatore di abbandonarsi ad una finale evocazione delle sabbie del deserto che, assieme al tepore del vento si porta via le ultime note del duo orientale del blackened death metal.

 

 

 

Tracklist completa per Akhenaten – Golden Serpent God:

 

1. Amulets Of Smoke And Fire

2. Dragon Of The Primordial Sea

3. Throne Of Shamash

4. Through The Stargate

5. Erishkigal: Kingdom Of Death

6. Pazuzu: Harbinger Of Darkness

7. Akashic Field: Enter Arcana Catacombs

8. God Of Creation

9. Sweat Of The Sun

10. Apophis: The Serpent Of Rebirth

11. Golden Serpent God

 

 

 

Rating: 9/10

 

Brani suggeriti: Amulets Of Smoke And Fire, Throne Of Shamash, Pazuzu: Harbinger Of Darkness, God Of Creation, Apophis: The Serpent Of Rebirth

 

 

 

 

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Akhenaten logo, Akhenaten, Akhenaten band, Akhenaten Golden Serpent God, Mesopotamian death metal, Helleborus, Akhenaton, Akhenaten Golden Serpent God album, Akhenaten Golden Serpent God review, Akhenaten Golden Serpent God recensione, Akhenaten Golden Serpent God tracklist, Wyatt Houseman, Jerred Houseman, Satanath Records, MurdHer Records, Cimmerian Shade Recordings, Akhenaten Incantations Through the Gates of Irkalla, Amulets Of Smoke And Fire, Dragon Of The Primordial Sea, Throne Of Shamash, Through The Stargate, Erishkigal: Kingdom Of Death, Pazuzu: Harbinger Of Darkness, Akashic Field: Enter Arcana Catacombs, God Of Creation, Sweat Of The Sun, Apophis: The Serpent Of Rebirth, Golden Serpent God, Listen to Akhenaten Golden Serpent God , Stream Akhenaten Golden Serpent God , blackened death metal bands, Mesopotamian blackened death metal, akhenatenmusic, akhenatenmetal, Satanath Rrecords bandcamp, Aleksey Korolyov, sickandsound, blackened death metal album review, album review, metal albums 2018, underground metal albums 2018

 

 


www.facebook.com/akhenatenmetal
 

akhenatenmusic.bandcamp.com

www.youtube.com/SatanathRecords/Akhenaten

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound