ASYMMETRY OF EGO: viaggio a sette corde attraverso l’interiorità in FORSAKE BEYOND THE DUSK.

Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk recensione, Asymmetry Of Ego, Asymmetry Of Ego band, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk tracklist, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk album, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk review, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk recensione, Ascolta Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Listen to Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Stream Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Eros Pasi, PR Lodge, PR Lodge Agency Europe, progressive metal, alternative metal, alternative metal bands, alternative metal albums 2019, recensioni, sickandsound, Freedom for Convenience, Erase Myself, The Sound of Brightness, The Monster, Deep From The Underground, I Don't Know (Charlie says Fuck), One Word, Fake Lies, The Ant Heap Awakens, Torn Apart, This Is Core, Black Widow Records, nuovi album metal 2019, Asymmetry Of Ego alternative band

ASYMMETRY OF EGO.

 

 

 

 

Gli Asymmetry Of Ego da Genova sono una di quelle formazioni che ben materializzano il concetto di non categorizzarsi all’interno di un solo soundscape, laddove i membri di una formazione confluiscono con le proprie influenze individuali riuscendo a mettere a punto un viaggio unico e dinamico. Parliamo di Simone Carbone, Paolo Valanzola, Marco Fuliano e Davide “MEDI” Medicina, che dal 2014 si sono affacciati sulla scena alternative e progressive metal con un sound eclettico e multi sfaccettato.

 

 

 

Asymmetry of Ego, Asymmetry Of Ego band, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk tracklist, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk album, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk review, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk recensione, Ascolta Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Listen to Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Stream Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Eros Pasi, PR Lodge, PR Lodge Agency Europe, progressive metal, alternative metal, alternative metal bands, alternative metal albums 2019, recensioni, sickandsound, Freedom for Convenience, Erase Myself, The Sound of Brightness, The Monster, Deep From The Underground, I Don't Know (Charlie says Fuck), One Word, Fake Lies, The Ant Heap Awakens, Torn Apart, This Is Core, Black Widow Records, nuovi album metal 2019, Asymmetry Of Ego alternative band
 

Abbiamo avuto il piacere di addentrarci nel viaggio a sette corde degli Asymmetry Of Ego attraverso il  primo full-length Forsake Beyond The Dusk appena ripubblicato tramite This Is Core e inizialmente uscito nel 2018 tramite Black Widow Records.

 

 

 

 

 

ASYMMETRY OF EGO. FORSAKE BEYOND THE DUSK.

Track by track review

 

 

 

 

Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk album, Asymmetry Of Ego, Asymmetry Of Ego band, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk tracklist, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk review, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk recensione, Ascolta Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Listen to Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Stream Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Eros Pasi, PR Lodge, PR Lodge Agency Europe, progressive metal, alternative metal, alternative metal bands, alternative metal albums 2019, recensioni, sickandsound, Freedom for Convenience, Erase Myself, The Sound of Brightness, The Monster, Deep From The Underground, I Don't Know (Charlie says Fuck), One Word, Fake Lies, The Ant Heap Awakens, Torn Apart, This Is Core, Black Widow Records, nuovi album metal 2019, Asymmetry Of Ego alternative bandPur non essendo esplicitamente un concept album, il primo lavoro degli Asymmetry Of Ego si affaccia sulla sfera dell’umano e lo sguardo all’interiorità per cercare un equilibrio personale attraverso il vissuto di tutti i giorni. Si tratta di un lavoro da dieci tracce, di cui un intro e un outro, Freedom for Convenience e Torn Apart che aprono e chiudono uno spaccato su scenari favolosi, dinamici ed espressivi.

 

Il viaggio si snoda attraverso atmosfere nebulizzate e scenari sospesi tra il sogno e la realtà, ripresi con un sinistro ambience sin dalla traccia strumentale di apertura, dove un arpeggio oscuro introduce gradualmente alla selezione. E non serve studiare un disco per afferrare quanto vale. Un ascolto iniziale fornisce già una panoramica sulla produzione curata al massimo e di quanta attenzione sia stata dedicata al dettaglio per ottenere un suono pulito, e che scorre meravigliosamente liquido.

 

 

 

 

Al via Erase Myself, gloria di chitarroni e vetrina di una feature fondamentale degli Asymmetry Of Ego: la manipolazione elettronica, che qui è virtù di un brano che oscilla sul filo dell’emozione di istanti armonici e passaggi più energici. Si tratta di un brano strutturato, con un’architettura per niente scontata e in grado di lasciar fuoriuscire dalle intercapedini degli istanti orientati all’heaviness, una dose di seducente melodico. Con una coda di adorabili harsh vocals e audacia strumentale, il brano ha già stabilito quello di cui aveva bisogno per agganciare l’attenzione dell’ascoltatore.

 

Guarda il video di Asymmetry Of Ego – Erase Myself:

 

 

In coda The Sound of Brightness, dove l’arrangiamento assorbe una notevole profondità di bassi e si evolve tra istanti luminosi quanto il titolo aveva preannunciato con apertura teatrale sul ritornello, un catchy chorus ricco di elementi e altamente livellato nelle corde. Se la luce può davvero esplodere col suono, la formazione genovese ha riservato una sezione a sorpresa dal minuto 2,46. Si tratta di uno di quei passaggi di riffing lacerante, lavoretto di pelli e doppio pedale e harsh vocals in breve sovra incisione col registro pulito. Un altro gran bel brano.

 

 

 

 

Apre con un pianoforte stregato e intriso di emozione The Monster, su cui si distende un pulsante tappeto ritmico insieme alla palpitazione di basso. Sopra a questo arrangiamento minimale e armonico, si introducono le clean vocals, cortesia di Simone Carbone, per poi subire una transizione. Dal corposo e sonoro, si tingono di quel grit che espone la faccia dell’espressività dal lato dell’energia e della potenza. Mi piace come la linea vocale nei brani complementi lo strumentale senza rimanere anonima, ma sia dotata di una personalità decisa ed espressiva. Con un sottostante riempimento di incantevole pianoforte e aperture sul melodico, il brano accoglie un ritornello potente, ricantabile e orecchiabile. Caratura tecnica e maturità compositiva contribuiscono a rendere il brano memorabile nella selezione.

 

Incede sinistra Deep From The Underground e procede carica di sintetizzato. Si tratta di un brano con abbondante elettronico, e che ha messo a punto una formula di bilanciamento melodico in proporzione 2 a 1 rispetto all’heaviness in ingresso dopo il minuto 2,05. Prevalentemente onirico nell’atmosferico e incalzante nel riffing, è un pezzo molto accessibile a chi ama viaggiare con la mente sulle testualità lasciandosi trasportare dal cantato.

 

 

 

Asymmetry Of Ego band, Asymmetry Of Ego, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk tracklist, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk album, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk review, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk recensione, Ascolta Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Listen to Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Stream Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Eros Pasi, PR Lodge, PR Lodge Agency Europe, progressive metal, alternative metal, alternative metal bands, alternative metal albums 2019, recensioni, sickandsound, Freedom for Convenience, Erase Myself, The Sound of Brightness, The Monster, Deep From The Underground, I Don't Know (Charlie says Fuck), One Word, Fake Lies, The Ant Heap Awakens, Torn Apart, This Is Core, Black Widow Records, nuovi album metal 2019, Asymmetry Of Ego alternative band

 

 

 

Adoro semplicemente quanto il disco sia stato diversificato negli arrangiamenti e reso unico attraverso ogni traccia, eccone un’altra: I Don’t Know (Charlie says Fuck). Un brano con catchy chorus coinvolgente che si apre e si richiude su sospensioni spazio temporali ed esplosioni di corde. Avvolta introno a un nucleo di catchiness esclusiva, non mi sorprenderebbe se venisse ricantata quasi all’istante. Se ne va in bellezza con screaming abrasivo e prolungato in chiusura.

 

Dal melodico all’adozione di tastiere in veste spettrale e modalità organo. Suggestione in apertura dunque, prima che un arpeggio dolce amaro subentri con la voce. Si tratta di One Word, col suo ambient spacing in evanescenza e incredibile supporto alla linea vocale, cosparso di alta manipolazione elettronica e un crescendo in quanto a potenza sul ritornello. Tintinnanti e melliflue le corde, ne sanno qualcosa di come si seduce a fondo sulle sezioni più creative del brano.

 

 

 

 

Fake Lies sa invece come creare attesa e tensione, su un graduale climax e primo piano di corde grosse prima che un innesto breve di crunch guitar lasci esplodere l’arrangiamento. Nel backdrop un velo oscuro e magnetico negli elettronici resta a curiosare nell’udito e lascia apparire una formula testata di ritornello irresistibile.

 

Si arriva all’ultima traccia prima della closer e davvero si realizza quanto i brani si bevano tutti d’un fiato.

 

The Ant Heap Awakens, gran bel titolo e non solo. Con un rivestimento sci-fi e molto intrigante nella linea vocale attutita, si accende sul chorus carico di energia per poi rifluire sul mistero disteso nei versi dove l’accompagnamento è decisamente attutito. Flusso e riflusso di etereo e voltaico, il brano favorisce notevolmente il suddetto viaggio mentale attraverso gli scenario aperti dal primo, e strappati dal secondo.

 

Con qualcosa che attinge a sonorità industriali, la closer strumentale e outro del disco fa esattamente quello che preannuncia nel titolo: Torn Apart. Un chiusura tanto sinistra e suggestiva, non può che lasciare un senso di incompiuto nell’ascoltatore, che irrimediabilmente è spinto a riavvolgere il disco a partire dalle tracce preferite. Ed è quello che farò io.

 

 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

 

Congratulazioni agli Asymmetry Of Ego, per la cura, il dettaglio e la diversificazione di tracce dinamiche e poliedriche che mettono a segno, ognuna con una identità unica, un gradimento differente. Si tratta di un disco di debutto che ha decisamente radicato in un signature sound inconfondibile le fondamenta di qualcosa di UNICO nel panorama autoctono. Di chi ha il coraggio di sperimentare e non adeguarsi, che si avvale della tecnica individuale, della passione e della volontà di trasmetterla. 10 per gli Asymmetry Of Ego che hanno saputo creare un’architettura elegante e raffinata, potente e drammatica.

 

 

Rating: 10/10

Brani suggeriti: Erase Myself, The Sound of Brightness, The Monster, I Don’t Know (Charlie says Fuck)

 

 

 

Asymmetry Of Ego – Forsake Beyond The Dusk tracklist:

 

1. Intro – Freedom for Convenience

2. Erase Myself

3. The Sound of Brightness

4. The Monster

5. Deep From The Underground

6. I Don’t Know (Charlie says Fuck)

7. One Word

8. Fake Lies

9. The Ant Heap Awakens

10. Outro – Torn Apart

 

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Asymmetry Of Ego logo, Asymmetry Of Ego, Asymmetry Of Ego band, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk tracklist, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk album, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk review, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk recensione, Ascolta Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Listen to Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Stream Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Asymmetry Of Ego Forsake Beyond The Dusk, Eros Pasi, PR Lodge, PR Lodge Agency Europe, progressive metal, alternative metal, alternative metal bands, alternative metal albums 2019, recensioni, sickandsound, Freedom for Convenience, Erase Myself, The Sound of Brightness, The Monster, Deep From The Underground, I Don't Know (Charlie says Fuck), One Word, Fake Lies, The Ant Heap Awakens, Torn Apart, This Is Core, Black Widow Records, nuovi album metal 2019, Asymmetry Of Ego alternative band

 

 


www.facebook.com/asymmetryofego

www.instagram.com/asymmetryofego

www.twitter.com/asymmetryofego

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound