BAD WOLVES. DISOBEY. Il prodigio del supergruppo metalcore dalle corde d’oro.

Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And Bones

BAD WOLVES.

Formazione e discografia.

 

 

 

 
Bad Wolves bw, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And Bones

 

 

 

Avevano lanciato a sorpresa il precursore del proprio album di debutto il 23 marzo 2018, intitolato FALSE FLAGS EP VOLUME I. Sono un supergruppo che ha unito membri militanti in alcune formazioni metalcore di punta negli States e sotto al management di un colosso del genere, Zoltan Bathory dei Five Finger Death Punch. Se siete adepti della scena metalcore corrente, avete capito di chi sto parlando: i BAD WOLVES. Questa è la formazione da Los Angeles del cantante Tommy Vext, dei chitarristi Doc Coyle (solista) Chris Cain (ritmica), del bassista Kyle Konkiel e del batterista John Boecklin.

 

 

 

 

La loro cover dell’iconico brano dei Cranberries, Zombie ha fatto il giro del mondo e scalato ogni classifica in un solo mese dalla sua pubblicazione. Il 18 maggio 2018 i Bad Wolves, hanno finalmente debuttato con il loro full-length DISOBEY tramite Eleven Seven Music, del quale col precedente EP avevano dato un assaggio di 4 brani. La recensione traccia per traccia di FALSE FLAGS EP VOLUME I è disponibile all’indirizzo:

www.sickandsound.it/bad-wolves-false-flags-volume-i-ep-il-precursore-di-disobey-lp-fuori-a-sorpresa

 

L’album è stato inciso presso gli Audio Hammer Studios, dove i Bad Wolves hanno lavorato con Mark Lewis conosciuto per aver collaborato con band quali i Trivium e gli All That Remains.

 

Al primo volume di FALSE FLAGS ne è seguito un secondo con altri 4 brani, FALSE FLAGS EP VOLUME II, e DISOBEY unisce la maggior parte delle tracce includendo quale altro pezzo. Nella versione vinile, sono stati aggiunti ancora altri brani bonus. La scelta è infinita, via all’ascolto.

 

 

 

 

 

BAD WOLVES.

Il sound di Disobey.

 

 

 

 

Bad Wolves Disobey, Top 10 Songs Of the week, Weekly playlist, metalcore playlist, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And BonesI Bad Wolves sono una formazione perfettamente centrata nel panorama metalcore dalla vena più contagiosa e virale con un’influenza alternative e hard rock. Il grado di coinvolgimento col quale sono in grado di travolgere è raggiunto grazie all’uso di anthemic choruses e intersezioni melodiche alternative metal. Sono ritornelli accattivanti in grado di travolgere e suscitare il sing along nell’ascoltatore. Una diluzione eccezionale di heaviness e catchiness caratterizza tutti gli arrangiamenti del disco corroborata potenza e melodia in bilanciamento perfetto tra distorsioni vocali e voce pulita. Al metalcore si fonde una quantità di alternative metal sulla scia di band quali i Sevendust, una vena progressiva su reminescenza dei Meshuggah e un’impronta degli stessi Five Finger Death Punch.

 

 

 

 

BAD WOLVES. DISOBEY.

Il prodigioso supergruppo metalcore dalle corde d’oro (vocali ed elettriche).

 

 

 

 

Il nuovo album dei Bad Wolves apre con Officer Down, un brano che apre in chitarra pungente e blast beats che incontrano il gusto certo dei seguaci del metalcore. Un pezzo d’assalto sui suoi chitarroni, quanto una nevrosi da doppio pedale e massicci bassi che piombano come gocce in profondità nell’arrangiamento. Sezioni di cantato distorto di una certa rapidità sono in grado di incitare l’headbanging soprattutto nei tratti più sincopati. Nel catchy chorus le distorsioni si intervallano alla timbrica pulita di Tommy Vext corposa e altamente espressiva su scia alternative metal di una pienezza seducente con quel tanto di graffiato. La collocazione del cantato di questo frontman è da ricondurre ad alcune delle migliori rock arena vocals moderne.

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Bad Wolves – Officer Down:

 

 

Learn To Live è un brano la cui ispirazione testuale assurge direttamente alla sfera personale di Tommy Vext e alla tematica legata al concetto di depressione. Spinge l’audience a mettersi in discussione e chiedersi se siamo disposti ad assumerci la responsabilità della nostra stessa felicità. Il testo è legato anche alla tematica di disconnessione dalle relazioni interpersonali come sociopatia legata alla dipendenza da social media. Il brano apre con un guitar riff poliritmico supportato da un palpitante lavoro alle pelli che prende la direzione di riffing intermittente e fulminante. Le sezioni portanti del brano accolgono screaming e glissano fluidamente nel ritornelli aperti alla melodia e all’armonia nella voce in pulito di Tommy Vext. Un bridge inquietante nell’arrangiamento spara proiettili dalle corde e si riversa nel ritornello memorizzabile. Il brano chiude sull’insistente e rabbiosa ripetizione del fraseggio “You’d better learn to fu**ing live” con elementi in synth che conferiscono inquietitudine e disagio prima di passare al prossimo pezzo.

 

 

 

 

No Masters apre con un intro hard rock di chitarroni incalzanti e ritroverete in questa apertura anche molte influenze dall’alternative metal essendo un brano che si distacca dal perimetro del metalcore classico. È un pezzo massiccio nell’arrangiamento martellante e coinvolgente, altamente orecchiabile quanto ricantabile nel ritornello. Segnalo una sezione favolosa perfettamente al centro del brano sulla timbrica pulita in scivolamento verso la distorsione di Tommy Vex e un assolo di chitarra da capogiro che sfocia nel ritornello plateale.

 

Segue la cover dei Cranberries, Zombie, un brano che doveva essere inciso dalla stessa Dolores O’Riordan insieme ai Bad Wolves la mattina del giorno seguente la propria scomparsa. L’arrangiamento originale del brano iconico è rimasto intatto ma è stato arricchito con un incantevole e triste pianoforte come da alcune sezioni potenti ed energiche. Una voce dal colore scuro, piena e corposa quella di questo cantante che sembra da sempre essere stata l’unica di questo brano. Un geniale mix di bellezza ed esplosività e una delle rivisitazioni senza dubbio più fantastiche di questo brano riarrangiato da molti.

 

 

Guarda il video ufficiale di Bad Wolves – Zombie:

 

 

Run For Your Life apre con formula di guitar riff esclusivo, ripresa in più brani di Disobey. Un pezzo che screama all’istante e mitraglia sin dai primi secondi su corde elettriche e percuote rapido alle pelli. Si tratta di un brano che ripropone lo stesso arrangiamento in apertura con brevi interludi di catchy chorus in backing vocals e passaggi dove la ritmica si placa in favore del cantato attraente. È un brano principalmente nevrotico e battente all’ascolto sui blast beats eseguiti alla velocità della luce con intervalli di fascino vocale.

 

 

 

 

Ecco la variazione che in fase di recensione guadagna punti per virata sonora sperimentale. Remember When. Un brano tipicamente alternative metal come avrete riascoltato in  moltissime band mainstream alla Nickelback sulla timbrica sonora ed espressiva di questo eccezionale cantante. Ospita delle sezioni vicine al parlato rappato appoggiate su un arrangiamento digitale della stessa influenza, con esplosione su sezioni più vigorose di metal, senza attingere qui al metalcore. Accoglie un gustoso assolo nella seconda metà e il potenziale più orecchiabile dei Bad Wolves nell’anthemic chorus.

 

 

 

Bad Wolves lineup, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And Bones

 

 

 

La sperimentazione è ulteriormente visitata in altri brani del disco rivolti al melodico e armonico sulla stessa variante alternative metal. Fa parte di questa scelta il brano Hear Me Now che richiama i Three Doors Down. Un pezzo interessante col tripudio della voce pulita dei Tommy Vext, senza alcuna distorsione né frenesie da doppio pedale. Si snoda su un arrangiamento bellissimo con rallentamenti arricchiti di sussurrati nel backdrop, quanto pianoforti molto soffici e un ritornello che canta a cuore aperto insieme all’ascoltatore rapito dall’allure del brano spoglio di ogni elemento –core. Il pezzo è stati riproposto anche assieme al featuring con la cantante e compagna d’etichetta Eleven Seven, Diamante.

 

 

 

 

Al via uno dei brani più forti di Disobey, Better The Devil che si introduce con preambolo di corde e riffing mordace, prendendo fuoco a seguire. La ricantabilità del brano è alta nelle ripetizioni sovragitate del ritornello e si muove su qualcosa come l’avrete già ascoltato nei Five Finger Death Punch. Lo screaming in growl di medio registro subisce un crescendo in rancorosità, fino all’apice più squarciante della distorsione per poi scivolare sul pulito. Suscita l’headbanging e si strappa il gradimento totale dell’ascoltatore.

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Bad Wolves – Better Than The Devil:

 

 

Sullo stesso audace lavoro di corde è la successiva Jesus Slaves, una delle ultime estratte prima della release ufficiale di Disobey. Si tratta di un brano principalmente in voce pulita e un tosto riffing quanto bassi plumbei che risuonano nelle cuffie all’ascolto. La distorsione ha esclusiva in un due sole sezioni speculari e martellanti subito dopo la metà del brano e in chiusura. Un brano bello e accessibile nel ritornello e che incita nelle due sezioni di screaming ma non particolarmente in grado di essere ricordato a lungo. Un altro brano che mi ha colpito meno come memorabilità nella selezione dei brani è Truth Or Dare dall’impronta alternative con esplosione metalcore in chiusura. Guadagna punti su un interessante e squillante lavoro melodico di chitarra e i migliori elementi della voce pulita di Tommy Vext, quanto nella sezione incendiaria di metalcore vicina alla chiusura.

 

Bad Wolves lineup, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And BonesThe Conversation è un gran bel pezzo in chitarre livellate in apertura e un intenso lavoro di basso. Il pezzo è sincopato e accattivante con l’ingresso della voce. La traccia la sa lunga su come catturare l’attenzione. Esplode su un ritornello spazioso e ampio, supportato da un lavoro di corde fine e grosse sublime nella reboanza nel retro. Questo è un altro anthemic chorus in grado di travolgere una folla in sessione live. Il brano è condotto dalla potenza delle corde vocali in pulito e inserti brevi di screaming. Contagioso e virale, fa parte degli ultimi estratti del disco prima della release.

 

 

 

 

 

Shape Shifter è un brano che fa battere il piede sin dai primi secondi. Con la ritmica che si fa più prepotente in ingresso nei ritornelli cantati a pieni polmoni da Tommy Vext e una sorpresa dal minuto 2,24. In questo momento entra un gustoso mid range growl su vigoroso lavoro di elettrica e pelli. Instanti di frenesia irrazionale sono alternati a fasi più palpitanti, una prevalente voce piena e pulita con quel tanto di abrasivo ha un back up di lacerante screaming. Un pezzo commerciale e di sicuro gradimento.

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Bad Wolves – Shape Shifter:

 

 

La traccia closer di questo album di debutto dei Bad Wolves è Toast To The Ghost che si snoda su sonorità inquietanti sin dall’apertura, pungenti note di chitarra in infinito riverbero e suoni sciamanici. Un’atmosfera spettrale e di alto disagio si staglia a sfondo dell’arrangiamento. Il fragore del brano è alto, quanto l’effetto eco che in qualsiasi altro album sarebbe sembrato un disturbo da produzione. È un pezzo  con percussioni molto precise, blast beats ipnotici la cui velocità non è descrivibile in parole tanto supera il muro del suono e mid range growl infernale in transizione al pulito ancora impeccabile e ammaliante. Le fiamme che sprigionano dalla frenesia strumentale e vocale accendono di passione l’anima dell’ascoltatore stesso che si beve dalla coppa del male il brano dalla prima all’ultima goccia.

 

 

 

Bad Wolves Zombie video, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And Bones

 

 

 

Dopo un ascolto completo di questo disco, potrei corteggiare le corde vocali di Tommy Vext all’infinito. Trovo la timbrica nel pulito e nel distorto di questo frontman forse la scelta più azzeccata e l’asso nella manica di un supergruppo di musicisti eccezionali che mirano al grande impatto del pubblico metalcore. Favoloso e affascinante nella versione clean and clear del cantato corposo che propone, è in grado di squarciare animi con la versione più lacerante dello screaming e del growl come il genere comanda. L’assalto sonoro operato dai Bad Wolves con questo disco è stato messo a segno in pieno, si attendono a venire grandi prodigi da questa super formazione.

 

 

Rating 9/10

 

Brani suggeriti: Officer Down, Learn To Live, Zombie, Better The Devil, The Conversation, Toast To The Ghost

 

 

 

Per tutti gli articoli e le recensioni disponibili sui BAD WOLVES di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/artists/bad-wolves

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui nuovi brani in uscita di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/songs

 

 

 

Bad Wolves logo, Bad Wolves, Bad Wolves band, Bad Wolves metalcore band, Bad Wolves Disobey, Bad Wolves debut album, DevilDriver, Bad Wolves False Flags Volume I, Bad Wolves False Flags Volume II, Listen to Bad Wolves Disobey, Stream Bad Wolves Disobey, Bad Wolves Disobey review, Bad Wolves Disobey recensione, Bad Wolves False Flags Volume I recensione, Bad Wolves False Flags Volume I review, Zombie, Officer Down, Better Than The Devil, Shape Shifter, Bad Wolves Disobey, Officer Down, Learn To Live, No Masters, Zombie, Run For Your Life, Remember When, Better The Devil, Jesus Slaves, Hear Me Now, Truth Or Dare, The Conversation, Shape Shifter, Toast To The Ghost, badwolvesofficial, KINDA Agency, Eros Pasi, metalcore, alternative metal, Tommy Vext, Doc Coyle, Chris Cain, Kyle Konkiel, John Boecklin, altermative metal, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore albums, Top metalcore albums 2018, I Swear, Pacifico, Blood And Bones

 

 

www.badwolvesnation.com

www.facebook.com/badwolvesofficial

www.instagram.com/badwolvesofficial

www.twitter.com/badwolves

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound