BEFORE I TURN. CLAUSTROPHOBIC. Metalcore orientale tra fascino oscuro e distruzione.

Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn, Before I Turn band, Before I Turn metalcore band, metalcore, deathcore, metalcore bands, oriental metalcore, metalcore orientale, Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic album, Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn Claustrophobic recensione, Ascolta Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic tracklist, Stream Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn album, metalcore albums 2018, metalcore albums October 2018, new metalcore albums, metalcore releases October 2018, sickandsound, Alex Anglis, Chris Persaud, Jake Glenn, Brandon Trudel, Brenden King, metalcore album review, metalcore albums, album reviews, new albums October 2018, metal albums October 2018, Before I Turn ImposterEP, Before I Turn The Virus, NowPlaying, New Music Alert, New Album Alert, New metal music October 2018, new metalcore band, Before I Turn oriental metalcore band, Before I Turn lineup, Before I Turn Connecticut, BIT band, Before I Turn Solitary Forever, Before I Turn Paralysis, best metalcore independent artists, best metalcore independent albums, Aglæca, Latent Perception, Bereave, Pale Eyes, Sleep, White Lady, Don't Look Down, Claustrophobic, Dissociative, Mother, Crux

BEFORE I TURN. Background.

Da Imposter a Claustrophobic.

 

 

 

 

BEFORE I TURN. Sono una band metalcore / deathcore da Hartford County, Connecticut fondata dal cantante Alex Anglis e dal suo fratello ex-chitarrista della band. Ad oggi la formazione oltre include: il chitarrista solista Chris Persaud, quello ritmico Jake Glenn, il bassista Brandon Trudel e il batterista Brenden King.

 

Curiosità sul nome della band: l’ispirazione riprende il concetto di qualcuno che si trasforma in qualcosa di mostruoso, un vampiro, un lupo mannaro, uno zombie e simili.

 

 

 

Before I Turn, Before I Turn band, Before I Turn metalcore band, metalcore, deathcore, metalcore bands, oriental metalcore, metalcore orientale, Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic album, Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn Claustrophobic recensione, Ascolta Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic tracklist, Stream Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn album, metalcore albums 2018, metalcore albums October 2018, new metalcore albums, metalcore releases October 2018, sickandsound, Alex Anglis, Chris Persaud, Jake Glenn, Brandon Trudel, Brenden King, metalcore album review, metalcore albums, album reviews, new albums October 2018, metal albums October 2018, Before I Turn ImposterEP, Before I Turn The Virus, NowPlaying, New Music Alert, New Album Alert, New metal music October 2018, new metalcore band, Before I Turn oriental metalcore band, Before I Turn lineup, Before I Turn Connecticut, BIT band, Before I Turn Solitary Forever, Before I Turn Paralysis, best metalcore independent artists, best metalcore independent albums, Aglæca, Latent Perception, Bereave, Pale Eyes, Sleep, White Lady, Don't Look Down, Claustrophobic, Dissociative, Mother, Crux

 

 


A partire dal primo EP
Imposter del 2015, Alex e la band hanno messo in discussione la propria identità iniziando ad assorbire influenze da band come Currents, Shokran, Born of Osiris, Veil Of Maya e altre formazioni dal sound orientale, accanto all’ispirazione testuale degli Alesana. Con questa identità ritrovata, i Before I Turn, hanno cominciato a comporre nuova musica con componenti djent e groove. Da qui il primo album in studio, The Virus del 2016 seguito da una serie cambi di lineup e la pubblicazione dei singoli Solitary Forever e Paralysis. Progressivamente sono avanzate influenze più oscure tipiche di band come Sworn In, Barrier, Traitors, Motionless In White unite alle ispirazioni cinematografiche e letterarie horror di Alfred Hitchcock e H.P. Lovecraft. Mantenendo vive le sfumature orientali della propria musica, i Before I Turn hanno incorporato un lato oscuro e tedioso manifesto nel secondo album in release indipendente lo scorso 13 ottobre 2018, CLAUSTROPHOBIC.

 

 

 

 

BEFORE I TURN. CLAUSTROPHOBIC.

Scenari atmosferici e ambienti oscuri disciolti sul metal incendiario

 

Track by track review

 

 

 

 

Before I Turn Claustrophobic album, Before I Turn, Before I Turn band, Before I Turn metalcore band, metalcore, deathcore, metalcore bands, oriental metalcore, metalcore orientale, Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic album, Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn Claustrophobic recensione, Ascolta Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic tracklist, Stream Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn album, metalcore albums 2018, metalcore albums October 2018, new metalcore albums, metalcore releases October 2018, sickandsound, Alex Anglis, Chris Persaud, Jake Glenn, Brandon Trudel, Brenden King, metalcore album review, metalcore albums, album reviews, new albums October 2018, metal albums October 2018, Before I Turn ImposterEP, Before I Turn The Virus, NowPlaying, New Music Alert, New Album Alert, New metal music October 2018, new metalcore band, Before I Turn oriental metalcore band, Before I Turn lineup, Before I Turn Connecticut, BIT band, Before I Turn Solitary Forever, Before I Turn Paralysis, best metalcore independent artists, best metalcore independent albums, Aglæca, Latent Perception, Bereave, Pale Eyes, Sleep, White Lady, Don't Look Down, Claustrophobic, Dissociative, Mother, CruxL’aspetto tedioso della musica dei Before I Turn è mostruoso sin dall’apertura atmosferica del disco: Aglæca, accompagnata da un discorso introduttivo effettato digitalmente. Un output sonoro impressionante si dimena sul breakdown fest fatto di tutti gli elementi contagiosi per un adepto ai generi –core: ardente mid growl, lacerante lavoro di corde in espansione sul progressive, un massiccio lavoro di basso e vigorosa batteria. Una varietà di elementi sintetizzati infondono l’arrangiamento per creare atmosfere e textures dense che risaltano le influenze orientali.

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Before I Turn – Aglæca:

 

 

Un’intro tintinnante apre Latent Perception con rapidi blast beats in versione mitragliatore. La linea vocale mostra una grande versatilità tra un ritornello orecchiabile in pulito e fraseggi in mid growl e low growl. Il pezzo aleggia su un’atmosfera sospesa nonostante la ferocia con ausilio di arpeggi, e piccoli elementi riempitivi che rendono l’arrangiamento etereo ed evanescente. Glissa impeccabilmente nel terzo brano, attraverso gli stessi elementi fatui e tintinnanti, Bereave.

 

Guarda il lyric video ufficiale di Before I Turn – Bereave:

 

 

Sopra ad un tappeto arpeggiato, Bereave espone in superficie un fulminante riffing stoppato. Il brano è percorso da xilofoni e tocchi di pianoforte che lo rendono un brano favoloso in apertura su un anthemic chorus virale carico di emozione. Croce e delizia di harsh vocals e clean vocals, è un brano dagli elementi preziosi.

 

 

Pale Eyes è un banger pauroso. Con un licking retrostante che richiama strumenti a corde come sitar o oud quando in versione cordofona o elettronica, perpetra un assalto che erge un muro del suono blindato. Impressionanti break down aprono voragini sull’arrangiamento e sconvolgono i cinque sensi. Il synth avvolge con mantello oscuro l’ascoltatore e distorsioni vocali di fuoco lo riducono in cenere. Non oso pensare alla resa dal vivo con mosh pit violento garantito.

 

Ascolta la release audio ufficiale di Before I Turn – Pale Eyes:

 

 

La successiva traccia vede la guest appearance di Brian Willie dai Currents, Sleep, e si distende su atmosfere più oniriche con ambience delicato e linea vocale pulita. Si tratta di un brano carico di emozione e potenza melodica, dai tratti djent. Chitarroni con accordature basse e riffing breve sono accompagnati da synth tintinnante più orientato a cordofoni giapponesi e pianoforti sul fondo. Una miscela di heaviness e melodico che si beve liquida. Qualcuno faccia un contratto discografico a questa band straordinaria.

 

Guarda il video ufficiale di Before I Turn – Sleep:

 

 

White Lady si introduce su arpeggi di oud arabo su cui avanza progressivamente lo stesso arpeggio in chitarra elettrica. Transizione impeccabile e geniale. È un brano esplosivo ed intenso nel fragore di crunch guitar, fuzz bass e batteria in blast tellurico. Vortica su un flusso e riflusso di atmosfera sintetizzata e  distruzione, dove nella seconda, il tappeto ritmico supera la velocità della luce.

 

 

La formula introduttoria di arpeggi orientali sembra essere una ricorrenza del disco, e viene riproposta in Don’t Look Down, dove però l’apertura è epica. Sembra la soundtrack di un videogioco di ruolo, con cordofono cinese o giapponese e attutite percussioni che incedono insieme a degli archi in synth. Poco a poco si aggiungono arpeggi progressive metalcore e un cantato pulito fuori campo. Dal momento in cui sopraggiungono il growl gutturale e medio, il massacro sonoro viene perpetrato senza mezze misure. Un arpeggio metallico resta nel sottofondo e al minuto 2,42 appare un glorioso assolo.

 

 

Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn, Before I Turn band, Before I Turn metalcore band, metalcore, deathcore, metalcore bands, oriental metalcore, metalcore orientale, Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic album, Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn Claustrophobic recensione, Ascolta Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic tracklist, Stream Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn album, metalcore albums 2018, metalcore albums October 2018, new metalcore albums, metalcore releases October 2018, sickandsound, Alex Anglis, Chris Persaud, Jake Glenn, Brandon Trudel, Brenden King, metalcore album review, metalcore albums, album reviews, new albums October 2018, metal albums October 2018, Before I Turn ImposterEP, Before I Turn The Virus, NowPlaying, New Music Alert, New Album Alert, New metal music October 2018, new metalcore band, Before I Turn oriental metalcore band, Before I Turn lineup, Before I Turn Connecticut, BIT band, Before I Turn Solitary Forever, Before I Turn Paralysis, best metalcore independent artists, best metalcore independent albums, Aglæca, Latent Perception, Bereave, Pale Eyes, Sleep, White Lady, Don't Look Down, Claustrophobic, Dissociative, Mother, Crux

 

 

É il momento di un brano stand out, Claustrophobic, la traccia che dà il nome all’intero disco dei Before I Turn, che si presenta con un’atmosfera evanescente che pennella lo scenario di una vecchia cattedrale polverosa e gargoyles. Mostruose e spaventose harsh vocals sono aderenti ai giri di chitarra stoppati e al preciso tappeto ritmico mordace; il trittico crea una sezione sincopata in cui i tre elementi sono all’unisono. Il brano, claustrofobico, ospita però un coinvolgente ritornello orecchiabile. Nel retro si stagliano cori in versione da chiesa. Complesso e gustoso fino all’ultima goccia, si guadagna il podio del brani preferiti.

 

Guarda il video ufficiale di Before I Turn – Claustrophobic:

 

 

Spazio alla furia strumentale in Dissociative, dove tutto è davvero psicologicamente dissociato; dal nevrotico drums pattern, alle tonanti linee di basso, ai giri di chitarra mordi e fuggi. Il brano passa imprevedibilmente dalla frenesia all’isolamento e sospesa melodia nel ritornello, soltanto per riesplodere pochi secondi dopo.

 

Mancano due tracce alla conclusione e l’appagamento all’ascolto ha fatto volare il tempo. C’è ancora un asso nella manica dei Before I Turn, un brano melodico: Mother. Dolcezza ed emozione pura scorrono su ciascuna parola di un testo ispirato alla protettiva figura materna passata a miglior vita e sulla voce nella versione più limpida e pulita. Arpeggi e chitarre si abbracciano ad archi sinfonici ed accennate percussioni. Sorprendente e dotato di infinita grazia esplode virulento ed incendiario soltanto negli ultimi trenta secondi.

 

 

Un ovattato e tremolante arpeggio introduce l’ultimo brano: Crux. Una traccia sincopata e matematicamente strutturata su una solida struttura di bassi con riffing e drumming scanditi. Nel backrop un pianoforte e in superficie il meglio del meglio di break down e low range growls. Con un catchy chorus pulito e sulla massima intensità vocale si porta via l’ultimo punto di gradimento del rating. Conclude con sonorità distorte in slow motion e una voce narrante con effetto mostruoso.

 

Il secondo album dei Before I Turn è un disco straordinario, che impiega una miriade di elementi sintetizzati ed orientali. Scenari atmosferici e ambienti oscuri sono disciolti sul metal incendiario degno dei più appassionati moshers. Dotato di un’impeccabile produzione, deve essere annoverato tra gli Album Of The Year del panorama emergente.  Questo powerhouse act si merita successo e lungo seguito. E un contratto discografico. Lunga vita ai Before I Turn.

 

Rating: 10/10

Brani suggeriti: Aegleca, Latent Perception, Bereave, Pale Eyes, Sleep, Don’t Look Down, Claustrophobic

 

 

Tracklist completa per  BEFORE I TURN – CLAUSTROPHOBIC:

 

1. Aglæca

2. Latent Perception

3. Bereave

4. Pale Eyes

5. Sleep

6. White Lady

7. Don’t Look Down

8. Claustrophobic

9. Dissociative

10. Mother

11. Crux

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

Before I Turn logo, Before I Turn, Before I Turn band, Before I Turn metalcore band, metalcore, deathcore, metalcore bands, oriental metalcore, metalcore orientale, Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic album, Before I Turn Claustrophobic review, Before I Turn Claustrophobic recensione, Ascolta Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn Claustrophobic tracklist, Stream Before I Turn Claustrophobic, Before I Turn album, metalcore albums 2018, metalcore albums October 2018, new metalcore albums, metalcore releases October 2018, sickandsound, Alex Anglis, Chris Persaud, Jake Glenn, Brandon Trudel, Brenden King, metalcore album review, metalcore albums, album reviews, new albums October 2018, metal albums October 2018, Before I Turn ImposterEP, Before I Turn The Virus, NowPlaying, New Music Alert, New Album Alert, New metal music October 2018, new metalcore band, Before I Turn oriental metalcore band, Before I Turn lineup, Before I Turn Connecticut, BIT band, Before I Turn Solitary Forever, Before I Turn Paralysis, best metalcore independent artists, best metalcore independent albums, Aglæca, Latent Perception, Bereave, Pale Eyes, Sleep, White Lady, Don't Look Down, Claustrophobic, Dissociative, Mother, Crux

 

www.beforeiturnofficial.com

www.facebook.com/BeforeITurn

www.twitter.com/IMPOSTERBIT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound