BLOODLINE al secondo album BETTER VIEW: heaviness elevata al cubo e catchiness.

Bloodline Better View review, Bloodline, Bloodline band, Bloodline alternative metalcore band, Bloodline Texas band, bloodlinetx, Bloodline III EP, Bloodline Insolent, Bloodline Better View, Bloodline Better View album, Bloodline sophomore album, Listen to Bloodline Better View, Stream Bloodline Better View, Bloodline Better View review, Bloodline Better View recensione, metalcore album review, sickandsound, metalcore, Joseph Todd, Matt Dierkes, Jake Jones, Titus Kirby, Bloodline Dallas Texas, Stay Sick Recordings, alternative metalcore, nu metalcore, alternative metalcore albums 2019, alternative metalcore bands, alternative metalcore albums, metalcore albums 2019, metalcore releases March 2019, new metalcore albums, nuovi album metalcore, nuove uscite metalcore, Bloodline Better View tracklist, Bloodline band lineup, metalcore bands, metalcore 2019, Step Back, Same Stories, Darkest Days, Empty Cage, Blank Wall, The Way It Goes, Lie to Me, Come and Get It, Surrender, Faceless Master

BLOODLINE.

 

 

 

 

 

Nonostante siano a pochi anni ancora dalla propria formazione, i BLOODLINE hanno percorso grandi passi nella scena oltreoceano a partire dal primo EP III . Dopo aver debuttato a marzo del 2018 con il primo full-length indipendente Insolent, tornano il 29 marzo 2019 più impetuosi che mai con il secondo album in studio BETTER VIEW, che celebra l’entrata nel roster di una delle etichette più in voga dei generi -core del momento, Stay Sick Recordings.

 

Sono una formazione alternative metalcore attiva dal 2014 da Dallas, Texas con corrente lineup: Joseph Todd alle vocals, Matt Dierkes alla batteria, Jake Jones al basso, Titus Kirby alla chitarra

 

 

 

Bloodline 2019, Bloodline, Bloodline band, Bloodline alternative metalcore band, Bloodline Texas band, bloodlinetx, Bloodline III EP, Bloodline Insolent, Bloodline Better View, Bloodline Better View album, Bloodline sophomore album, Listen to Bloodline Better View, Stream Bloodline Better View, Bloodline Better View review, Bloodline Better View recensione, metalcore album review, sickandsound, metalcore, Joseph Todd, Matt Dierkes, Jake Jones, Titus Kirby, Bloodline Dallas Texas, Stay Sick Recordings, alternative metalcore, nu metalcore, alternative metalcore albums 2019, alternative metalcore bands, alternative metalcore albums, metalcore albums 2019, metalcore releases March 2019, new metalcore albums, nuovi album metalcore, nuove uscite metalcore, Bloodline Better View tracklist, Bloodline band lineup, metalcore bands, metalcore 2019, Step Back, Same Stories, Darkest Days, Empty Cage, Blank Wall, The Way It Goes, Lie to Me, Come and Get It, Surrender, Faceless Master

 

 

 

 

 

BLOODLINE. BETTER VIEW.

Track by track review

 

 

 

 

Bloodline Better View album, Bloodline, Bloodline band, Bloodline alternative metalcore band, Bloodline Texas band, bloodlinetx, Bloodline III EP, Bloodline Insolent, Bloodline Better View, Bloodline Better View album, Bloodline sophomore album, Listen to Bloodline Better View, Stream Bloodline Better View, Bloodline Better View review, Bloodline Better View recensione, metalcore album review, sickandsound, metalcore, Joseph Todd, Matt Dierkes, Jake Jones, Titus Kirby, Bloodline Dallas Texas, Stay Sick Recordings, alternative metalcore, nu metalcore, alternative metalcore albums 2019, alternative metalcore bands, alternative metalcore albums, metalcore albums 2019, metalcore releases March 2019, new metalcore albums, nuovi album metalcore, nuove uscite metalcore, Bloodline Better View tracklist, Bloodline band lineup, metalcore bands, metalcore 2019, Step Back, Same Stories, Darkest Days, Empty Cage, Blank Wall, The Way It Goes, Lie to Me, Come and Get It, Surrender, Faceless MasterLa cosa lampante sin dalla prima traccia del disco è che il sound dei Bloodline è notevolmente progredito e maturato. Better View attacca in modo deciso e marcato con Step Back, che estende il confine dell’alternative metalcore, nel quale i texani si collocano, su influenza decisamente nu metalcore e contaminazione elettronica. Il riffing è massiccio e bussa prepotentemente con il commilitone di corde grosse attraverso un solido accompagnamento del drums pattern. Nella seconda sezione il pezzo fa pestare i piedi pesantemente e riflette in pieno il rancore delle lyrics.Il brano gode di una combinazione di linea vocale distorta ultra corrosiva in high screaming accoppiata con backing vocals distorte in growl, e registro pulito corposo. Le linee di manipolazione elettronica che si distendono nel retro rendono un effetto industriale al brano, e sono maggiormente manifeste nel brano a seguire, Same Stories.

 

 

 

 

L’apertura qui è su scia elettronica sci-fi, e resta con sottile sferragliamento nel retro di una ritmica battente ottenuta con aderenza di batteria, riffing down tuned  e bassi rocciosi. Questo pezzo ospita versi melodici in linea vocale pulita più candidi rispetto all’uso che ne era stato fatto  nella precedente. Del pezzo sono da gratificare il catchy chorus melodico, il brillante assolo si apre al minuto 2,36, e la ritmica che si evolve verso il down tempo del doom in coda al brano, terreno perfetto per sfoggiare un mastodontico low range growl.

 

In arrivo uno dei brani preferiti del nuovo dei Bloodline: Darkest Days. Seducente in apertura nelle clean vocals che in questo registro maturo sono perfette per il genere. La traccia si sviluppa su un tappeto ritmico martellante all’insegna del versante nu metal con un evidente lavoro di basso spesso in primo piano associato a un tonante riffing staccato. Chitarre e basso sono in verità pilastri del pezzo e quelli favoriscono l’headbanging dell’arrangiamento. Il brano è avvolto da atmosfere sintetizzate di tintura oscura, che ne promuovono l’aspetto tormentato e misterioso. Con un ritornello forte e memorabile, è una delle tracce che incontra il riavvolgimento.

 

Guarda il video ufficiale di Bloodline – Darkest Days:

 

 

Su intro elettronica con alta manipolazione Empty Cage, un brano nevrotico. Dall’elettronico al brutale, in apertura miracolosa su uno ritornello spazioso e ricantabile. Il melodico con tanto di chitarra solista pulita, è spiraglio di luce nella coltre vischiosa di heaviness e cortina infernale di chitarre aggrovigliate e tanto pungenti da creare talvolta un certo disturbo. C’è un’evoluzione sul deathcore nella seconda porzione e in definitiva questo è uno dei brani più compositi e dinamici del disco.

 

A proposito di dinamica, Blank Wall, un brano che esce dal perimetro blindato del metalcore verso l’alternative e una serie di influenze metal esterne al -core. Dotato di una sua personalità unica, Blank Wall accoglie un ritornello eccezionale e un assolo altrettanto gustoso. Tra distorsioni vocali e impiego del pulito su varie tecniche incluso il sussurrato, instaura nei meandri cerebrali il chorus, sulla scia di band attuali come i Palisades.

 

 

 

 

Prima di premere il tasto play della prossima, siete avvertiti, allontanatevi degli amplificatori, FATELO!  The Way It Goes è un pezzo che risale dall’inferno del deathcore, del technical, di una psicosi totale da doppio pedale e blast beats incendiari accompagnati a riffing supersonico e harsh vocals dolorosamente laceranti. Dalla frenesia in ingresso, il brano si contorce su una sezione ritmica con martellamento più regolare, dove il boato delle chitarre è solo uno degli aspetti interessanti del brano. L’innesto di un ritornello virale ai confini dell’anthemic chorus rendono il pezzo un altro momentum di Better View.

 

Guarda il video ufficiale di Bloodline – The Way It Goes:

 

 

Lie to Me seguita tenendo l’asticella della potenza alta, con una brevissima introduzione elettronica, assesta randellate prepotenti con un lavoro di corde polverizzante e bassi spacca voragini. Il limite marcato e blindato del pezzo si sfuma soltanto sulle ripetizioni del ritornello dalle tonalità melodiche e orecchiabili, ma sono brevi istanti di oscurità edulcorata nel soundscape tormentato, contorto e buio pesto del resto del brano.

 

Il lavoro di elettriche è portante del prossimo numero in coda: Come and Get It, un brano che mostra in pieno quanto si sono evoluti i Bloodline e quanta maturità compositiva sia stata integrata nel processo di creazione. Strutturato e dinamico, il pezzo incastra una serie di influenze differenti che nel quadro complessivo mettono a segno un brano efficace e vorticante sulle corde fine con cortesia di un sublime mestiere di basso.

 

 

 

 

Con tratti risalenti a sonorità di band come i Born Of Osiris, l’attacco di Surrender, che si avvale di numerosi elementi elettronici e synth suggestivo, retroscena di un brano interamente orecchiabile. Incredibile compenetrazione di double vocals distorte tra mid growl, low growl e high screaming espone al cubo della potenza un ritornello cantato a squarciagola che si tenta in effetti di ricantare allo stesso modo. Include sezioni di clean vocals accompagnante da un bel lavoretto melodico di chitarra nel pre-chorus e cori sul ritornello che ne favoriscono ulteriormente il coinvolgimento. Un brano galvanizzante.

 

Dopo un album radicato nella brutalità, i Bloodline non potevano che chiudere un disco tanto gustoso con un altro banger con anthemic chorus, Faceless Master. Bussa come un dannato nel riffing e il boato di bassi è abissale, risuona nella testa come nient’altro ed è squarciato soltanto dalla lacerazione di corde vocali. Chiudono cosi i Bloodline, caricando l’ascoltatore fino alla fine.

 

 

 

 

I Bloodline hanno creato un disco forte nella discografia metalcore del 2019, dinamico e mai scontato. Con arrangiamenti dotati di personalità decisa e orgogliosa, infernali e brutali oltremodo e incastrati ad una componente orecchiabile che innesta nella memoria gli anthemic choruses più memorabili del disco. Better View non si dimentica facilmente, e al termine dell’ascolto riavvolgere le tracce preferite diventa più un’urgente necessità.

 

 

Rating: 9.5/10

Brani suggeriti: Darkest Days, Blank Wall, The Way It Goes, Surrender, Faceless Master

 

 

Bloodline – Better View tracklist completa:

 

1. Step Back

2. Same Stories

3. Darkest Days

4. Empty Cage

5. Blank Wall

6. The Way It Goes

7. Lie to Me

8. Come and Get It

9. Surrender

10. Faceless Master

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli disponibili sui BLOODLINE di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/artists/bloodline

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui nuovi brani in uscita di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/songs

 

 

 

Bloodline Better View album, Bloodline, Bloodline band, Bloodline alternative metalcore band, Bloodline Texas band, bloodlinetx, Bloodline III EP, Bloodline Insolent, Bloodline Better View, Bloodline Better View album, Bloodline sophomore album, Listen to Bloodline Better View, Stream Bloodline Better View, Bloodline Better View review, Bloodline Better View recensione, metalcore album review, sickandsound, metalcore, Joseph Todd, Matt Dierkes, Jake Jones, Titus Kirby, Bloodline Dallas Texas, Stay Sick Recordings, alternative metalcore, nu metalcore, alternative metalcore albums 2019, alternative metalcore bands, alternative metalcore albums, metalcore albums 2019, metalcore releases March 2019, new metalcore albums, nuovi album metalcore, nuove uscite metalcore, Bloodline Better View tracklist, Bloodline band lineup, metalcore bands, metalcore 2019, Step Back, Same Stories, Darkest Days, Empty Cage, Blank Wall, The Way It Goes, Lie to Me, Come and Get It, Surrender, Faceless Master
 


www.bloodlinetx.com

www.facebook.com/BloodlineTX

www.twitter.com/BloodlineTX

www.instagram.com/bloodline.tx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound