COUNTERPARTS. YOU’RE NOT YOU ANYMORE. La messa in atto suprema dell’hardcore melodico.

Counterparts You're Not You Anymore review image, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017

COUNTERPARTS. BIO.

Lineup e discografia

 

 

 

Counterparts sono un outifit metalcore, hardcore e melodic hardcore formatosi in Ontario, ad Hamilton, nel 2007. Dopo alcune turbolenze che hanno visto il gruppo disfarsi e ricomporsi, soltanto il cantante originale è rimasto una presenza stabile dall’anno di fondazione. Il lineup attuale include: Brendan Murphy alla voce, Blake Hardman alla chitarra solista, Adrian Lee alla chitarra ritmica, il bassista Tyler Williams e il batterista Kyle Brownlee.

 

 

 

Counterparts lineup, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017

 

 

La discografia dei Counterparts conta 5 album in studio: Prophets  del 2010, The Current Will Carry Us  del 2011, The Difference Between Hell and Home  del 2013, Tragedy Will Find Us  del 2015, You’re Not You Anymore  del 2017.

 

You’re Not You Anymore è l’ultimo disco in release lo scorso 22 Settembre 2017 tramite Pure Noise Records, che andremo a recensire.

 

 

 

COUNTERPARTS. SOUND.

Panoramica sulle sonorità

 

 

 

I Counterparts hanno plasmato in dieci anni di carriera un sound magnetico per intere folle di fan che si sono lasciate calamitare senza più disgiungersi da quei mosh pits. Le sonorità di questo potente quintetto canadese sono cariche di un groove contagioso fatto di blast beats sussultori ed esecuzione alla velocità della luce fedele al marchio a fuoco hardcore. Non mancano tempi dispari, digressioni, ritmica in variazione costante e pesanti break down. Guitar riff micidiali e unici in ogni brano aprono a ritornelli che si stagliano minacciosi a richiamare orde di militanti in marcia. Negli arrangiamenti si calano oscurità e malinconia cucite a vivo su testualità profonde, adombrate e struggenti.

 

Brendan Murphy Counterparts, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017Tratto distintivo di questa formazione sono le harsh vocals dilanianti di Brendan Murphy, la pedina che fa una differenza abissale nell’elevazione di questa band trainandosi dietro interi arrangiamenti e la sua compagine di commilitoni. È il vocal master, il personaggio che riversa tutto il proprio cuore fino all’ultima goccia di sangue in ciascun brano e vende la propria anima a ogni pezzo tra aggressività, cinismo e disperazione di cui ogni singola parola è pregna. Il suo cantato pulito carico di massimo coinvolgimento in sing along, è in costrizione di strutture distorte. Stesso cantante del neo supergruppo END, una formazione a denti serrati con 5 componenti estratti dalle band più feroci del panorama statunitense tra metalcore, deathcore e hardcore. Il debutto degli END è avvenuto con un EP blindato e molto roccioso, The Unforgiving Arms Of God, lo scorso Settembre 2017. Per approfondire, lo abbiamo recensito traccia per traccia all’indirizzo: www.sickandsound.it/end-from-the-unforgiving-arms-of-god-caos-incarnato-si-leva-fra-comuni-mortali .

 

 

 

COUNTERPARTS. YOU’RE NOT YOU ANYMORE.

Recensione dettagliata

 

 

 

You’re Not You Anymore è selezione di 11 brani brevi, il cui cappio è tirato intorno a un disco coeso e massiccio.

 

L’ultimo lavoro dei Counterparts ha riscosso un successo per la rabbia poetica che lo percorre rispecchiata da una messa in atto superba dell’hardcore melodico.  Si è guadagnato un debutto da numero 116 della ambita Billboard Top 200 chart.

 

L’album è trainato dall’indiscusso cantato distorto,  in balia di ritmiche esagitate in flusso e riflusso tra metalcore e hardcore e nevrosi da doppio pedale. Perno dei brani è anche un predominante lavoro di chitarre in incastro geniale e ricco di melodia.

 

 

Counterparts You're Not You Anymore, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017

 

 

Una intro di meno di 40 secondi in arpeggio con atmosfere fatue e sognanti apre alla distorsione di questa collezione di brani infernale, Walk Away Slowly . Gli ultimi due secondi perforano l’udito in crunch guitar e crescendo. Un’introduzione perfetta alla traccia opener, Bouquet. Esagitato in deflagrazione hardcore sin dalle prime note il primo brano, che apre senza fronzoli in distruzione totale con tutte le sue features. Accoglie un riffing vorace con un notevole lavoro alla chitarra che conferisce al pezzo un tiro micidiale insieme al break down centrale in arpeggiato. Distorsioni vocali pungenti in growl di medio registro sono sfumate da un breve istante di aggraziato parlato nell’intermezzo.  Un singolo istante di calma fra due sezioni da ferro e fuoco che in soli 2,30 minuti di esecuzione attanaglia il gradimento. Uno dei brani all’apice del disco.

 

 

Guarda il video ufficiale di Counterparts – Bouquet:

 

 

 

Rabbia pungente anche nella sorella numero nove, A Memory Misread, dove viene miscelata al melodic hardcore causando un livello di coinvolgimento da asticella rossa. Il lavoro di corde anche qui incontra il piacere nel riffing distorto e nei giri di chitarra melodici. Un anthemic chorus in linee vocali multiple smuove una folla intera di fan a cantare in congiunzione al suo lead singer. Il break down è eccezionale a spezzare una ritmica variabile e molto accattivante. Un pezzo che suonato dal vivo è da pogo collettivo garantito.

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Counterparts – A Memory Misread:

 

 

 

 

Arms Like Teeth corre in schianto di percussioni sfrenate sin dalla sua opening a velocità sovrumana. I giri di chitarra sono in sdoppiamento fra la linea principale che crea volute energiche sopra al pattern di batteria e i mitraglianti riff dell’altra gemella di corde. Alla stessa rapidità strumentale, la successiva No Servant Of Mine, in cui la frangia ribelle del metalcore pesta pesante il piede sui pedali di batteria. Le percussioni creano un tappeto ritmico perfetto che fa da colonna vertebrale a solidi giri di basso. Spinge ad una istantanea rincorsa dello spietato ritornello cantato all’apice della collera: “No servant, no servant of mine. Turn your back and flee”.

 

Haunt Me, strappa l’attenzione con uncini di acciaio mentre un’orda intera ricanta a squarciagola con Brendan Murphy nel catchy chorus: You haunt me, you haunt me like an empty home“. Un mood oscuro e teso si allarga a macchia nella composizione dell’intero pezzo. Groove mitragliante in apertura e varazione nell’unfolding, su cantato lacerante in screaming e nessuno spazio al pulito. Chitarre al massimo splendore nei giri melodici.

 

 

Counterparts band, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017

 

 

A seguire uno dei pezzi più arditi nello spintonare l’headbanging e uno dei più hard hitting dell’intero disco dei Counterparts: Swim Beneath My Skin. I riff della chitarra solista continuano a strabordare dalla cornice dell’arrangiamento in totale compiacimento. L’elemento atmosferico che si riscontra in backdrop carica di inquietudine e disagio il brano e ospita uno dei break down più marcati e apocalittici della selezione. Lyrics ermetiche e brillanti quelle scelte per questo brano che fa da perno al disco e che riescono a creare immagini nel vivo trip mentale che scatenano nell’ascoltatore. Per la traccia è stata prodotta una video release.

 

 

Guarda il video ufficiale di Counterparts – Swim Beneath My Skin:

 

 

 

Thieves è un brano brevissimo della durata di 1 minuto e 16 che strilla esasperato mentre corre su ritmica indiavolata e percussioni brutali. Accoglie il break down climatico esemplare degli stessi climax nell’album, con chitarre fragorose in giri tetri che si aggrovigliano alle corde del basso.

 

Ci avviciniamo alla conclusione con un brano introspettivo ed intenso, Rope che come la traccia seguente ha lo stesso DNA geniale nel lyrics writing di Brendan Murphy, Fragile Limbs. Nella prima i giri di chitarra risplendono in gloria totale su  un lavoro tecnico degno di nota che risulta prepotente e trainante nel pezzo. Tagliente nel testo e da brivido lungo la schiena mentre Brendan urla:  “I know your rope was made for me.” Fragile Limbs mette a nudo l’aspetto emotivo e struggente dell’interiorità di questo cantante che usa le lyrics che scrive per esorcizzare i propri demoni attraverso una molteplicità di metafore in tutto l’album.

 

 

Counterparts Youre Not You Anymore review, Credit Trey Hales, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017

Photo credit Trey Hales. Right to use permitted by courtesy of New Damage Records.

 

A chiudere questo lavoro maestro, la titletrack You’re Not You Anymore, traccia sinistra in apertura e molto toccante nel finale. La cartuccia hardcore è sparata a vivo per tutta l’esecuzione, ma non mancano sezioni che lasciano al solo arpeggio cullare l’ascolatore. Una traccia heavy ma intrisa di emozione: “emozionalmente heavy”. Tira le fila di un discorso col massimo dell’intensità del riffing di chitarre che hanno fatto da padrone in molti brani, delle sequenze di batteria che hanno indotto pesantemente lo schianto da mosh pit in altri, e l’incandescenza dello screaming e del growl medio trovato dall’apertura del disco alla conclusione.  Si spezza improvvisamente proprio sulle urla di Brendan Murphy:  “But you’re not you anymore.”

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Counterparts – You’re Not You Anymore:

 

 

 

 

COUNTERPARTS. YOU’RE NOT YOU ANYMORE.

Wrap up

 

 

 

Arrangiamenti spigolosi e abrasivi accolgono passaggi melodici con parvenza malinconica e bittersweet

 

Un album terrificante quello dei Counterparts che vibra di passione elargita all’ascoltatore al massimo della sua intensità distillata in modo osmotico. Il cerberus di questo album è tenuto al guinzaglio dell’espressività del cantato, irruento nelle distorsioni di fuoco che lo accendono senza pietà, urlate al massimo della fonazione nel tentativo di connessione umana con l’ascoltatore.

 

Undici brani diversi ma uniti da un sound unico e una immensa capacità di attrazione e trasmissione di energia carica di aggressività. Risultato di duro lavoro, passione, dedizione, patimento, perdita e ardue sfide dell’esistenza. I Counterparts si sono imposti degli alti limiti e non solo hanno superato ogni altro disco mai prodotto, hanno anche spaccato il massimo dell’aspirazione nello scenario melodic hardcore con un lavoro denso e d’impatto, ricco di significati senza scadere nell’heavy spinto all’estremo dello scontato.

 

Un album al plutonio che dopo il primo ascolto tornerà a rovistare nel vostro sonno e lo farà per venire ad infestare i vostri sogni.

 

Brani suggeriti: Bouquet, No Servant Of Mine, Swim Beneath My Skin, A Memory Misread, You’re Not You Anymore

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli disponibili sui COUNTERPARTS di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it//artists/counterparts

 

Per tutte le recensioni della categoria album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

Per tutte le recensioni della categoria concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

 

 

 

Counterparts logo, Counterparts, Counterparts band, Listen to Counterparts You're not You Anymore, Listen to Counterparts latest album, Stream Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore, Counterparts You're not You Anymore recensione, Counterparts You're not You Anymore review, Brendan Murphy, Blake Hardman, Adrian Lee, Tyler Williams, Kyle Brownlee, Prophets, The Current Will Carry Us, The Difference Between Hell and Home, Tragedy Will Find Us, Pure Noise Records, Walk Away Slowly, Bouquet, Swim Beneath My Skin, Thieves, A Memory Misread, Arms Like Teeth, Haunt Me, Rope, Fragile Limbs, You’re Not You Anymore, metalcore, hardcore, melodic hardcore, sickandsound, album review, artists review, top melodic hardcore albums of 2017, top metalcore albums of 2017

 

 

 

www.counterpartshc.com

www.facebook.com/counterpartsband

www.instagram.com/counterpartsband

www.youtube.com/CounterpartsVEVO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound