DROWNING ATLANTIS. TRANSITIONS. Il quintetto prodigio da Sydney e il nuovo killer EP.

Drowning Atlantis Transitions review, Drowning Atlantis, Drowning Atlantis band, Drowning Atlantis progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, post-hardcore, hardcore, Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Grief EP, Drowning Atlantis Transitions EP recensione, Drowning Atlantis Transitions EP review, Drowning Atlantis Transitions, Drowning Atlantis Transitions album, Brock Marshall, Matt Borg, Bradley Stokes, Jake Sutcliffe, Chris Didaskalou, Ascolta Drowning Atlantis Transitions EP, Stream Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Transitions tracklist, Listen to Drowning Atlantis Transitions EP, Black Smoke, Faminor, Father to All, Taste of Deceit, Unite, Anger Pt. 2, Drowning Atlantis Black Smoke, Drowning Atlantis Black Smoke official video, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore album review, progressive metalcore bands, Australian metalcore bands, sickandsound

DROWNING ATLANTIS.

Chi sono.

 

 

I Drowning Atlantis sono una band metal da Sydney, Australia. Sono collocate nel panorama metalcore, progressive metalcore, post-hardcore. La formazione corrente include: Brock Marshall alle vocals, Matt Borg alla chitarra, Bradley Stokes alla chitarra e vocals, Jake Sutcliffe al basso e il batterista Chris Didaskalou.

 

 

 

Drowning Atlantis band, Drowning Atlantis, Drowning Atlantis progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, post-hardcore, hardcore, Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Grief EP, Drowning Atlantis Transitions EP recensione, Drowning Atlantis Transitions EP review, Drowning Atlantis Transitions, Drowning Atlantis Transitions album, Brock Marshall, Matt Borg, Bradley Stokes, Jake Sutcliffe, Chris Didaskalou, Ascolta Drowning Atlantis Transitions EP, Stream Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Transitions tracklist, Listen to Drowning Atlantis Transitions EP, Black Smoke, Faminor, Father to All, Taste of Deceit, Unite, Anger Pt. 2, Drowning Atlantis Black Smoke, Drowning Atlantis Black Smoke official video, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore album review, progressive metalcore bands, Australian metalcore bands, sickandsound

 

 

 

Sono al loro secondo album Transitions EP in release lo scorso 27 maggio 2018 e follow up del precedente concept album, Grief EP, una collezione di brani incentrata sulle cinque fasi del dolore umano. Transitions è un disco stupefacente nel quale ho ritrovato la manifestazione di un talento sconfinato che dal panorama emergente ha tutto il potenziale per far affacciare i Drowning Atlantis a quello mainstream. Non anticipo nulla, vi lascio alla recensione di uno dei migliori EP del 2018.

 

 

 

DROWNING ATLANTIS. TRANSITIONS EP.

 

Track by track review

 

 

 

Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis, Drowning Atlantis band, Drowning Atlantis progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, post-hardcore, hardcore, Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Grief EP, Drowning Atlantis Transitions EP recensione, Drowning Atlantis Transitions EP review, Drowning Atlantis Transitions, Drowning Atlantis Transitions album, Brock Marshall, Matt Borg, Bradley Stokes, Jake Sutcliffe, Chris Didaskalou, Ascolta Drowning Atlantis Transitions EP, Stream Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Transitions tracklist, Listen to Drowning Atlantis Transitions EP, Black Smoke, Faminor, Father to All, Taste of Deceit, Unite, Anger Pt. 2, Drowning Atlantis Black Smoke, Drowning Atlantis Black Smoke official video, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore album review, progressive metalcore bands, Australian metalcore bands, sickandsoundKiller track. Killer welcome. Sin dalla traccia opener Black Smoke sono evidenti gli elementi distintivi dell’output sonoro dei Drowning Atlantis. Un lavoro di corde intricato con tanto di harmonizer e un meliffluo clean guitar solo melodico si aggrovigliano a spesse linee di basso. La sezione ritmica è regolare con qualche breve istante di accelerazione per supportare i break down blindati del pezzo e accompagna il brillante lavoro di corde fine e spesse. La linea vocale è esclusivamente in distorsione tra growls generalmente medi con qualche inserto di lows e un sussurrato.  Con una killer track del genere c’è solo da perdersi in questo disco. Impressionante premessa per la quale è stato prodotta una video release.

 

 

Guarda il video ufficiale di Drowning Atlantis – Black Smoke:

 

 

Se la prima traccia aveva aperto uno spiraglio su un lavoro di corde accurato, nella seconda arriverà una solida conferma. Faminor. Questo pezzo è diverso dal precedente, regolato da brutalità si, ma trapassato da sottili fili melodici e bittwersweet nel backdrop. Tripudio di chitarra pulita, distorta, giri melodici, giri stoppati, circolari, scale. Il low range growl infernale e gutturale impiegato, si dissipa in favore di voce pulita in parlato e un catchy chorus intriso di disperazione nel cantato. A volte quando si tratta di band emergenti di un panorama sovraffollato come il metalcore si trovano album con tracce esemplari ma simili, i Drowning Atlantis guadagnano tantissimo nella dinamica di questo brano, oscuro e profondo, differente dal primo e quindi in grado di tenere altissima l’attenzione dell’ascoltatore.

 

 

 

Drowning Atlantis, Drowning Atlantis band, Drowning Atlantis progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, post-hardcore, hardcore, Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Grief EP, Drowning Atlantis Transitions EP recensione, Drowning Atlantis Transitions EP review, Drowning Atlantis Transitions, Drowning Atlantis Transitions album, Brock Marshall, Matt Borg, Bradley Stokes, Jake Sutcliffe, Chris Didaskalou, Ascolta Drowning Atlantis Transitions EP, Stream Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Transitions tracklist, Listen to Drowning Atlantis Transitions EP, Black Smoke, Faminor, Father to All, Taste of Deceit, Unite, Anger Pt. 2, Drowning Atlantis Black Smoke, Drowning Atlantis Black Smoke official video, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore album review, progressive metalcore bands, Australian metalcore bands, sickandsound

 

 

 

Atmosfera lunare, tastiere effettate a suggerire un accompagnamento di archi e quanto incanto possiate pensare di ritrovare in un brano tra i migliori mai recensiti sulla scia del sound melodico-atmosferico del metalcore dei Novelists in Europa. Father To All, un brano lento e intriso di pura emozione. Una abbondante quantità di armonia e malinconia scorre negli arpeggi in chitarra pulita e nel ritornello in clean and clear che si ricanta. Ci si lascia andare alla meraviglia di un chorus tanto bello all’interno di un pezzo che tuttavia non risparmia ferocia e sofferenza nelle testualità esprimendola a pieno nello strumentale. Gli istanti di heaviness sono pienamente supportati da percussioni in full blast e le migliori distorsioni espressive con cui Brock Marshalls è capace di dilaniare. Dal terzo minuto e mezzo un sordo picking resta in sospensione su un interludio parlato, un monologo accompagnato per mano da un arpeggio favoloso prima che ci sia un’esplosione energetica per portarsi via l’appagamento totale. È un brano che esige ancora molti altri ascolti.

 

 

Ascolta la release audio ufficiale di Drowning Atlantis – Father To All:

 

 

 

Taste of Deceit è un brano che cresce a partire da un intro attutita di sola fanfara di batteria e riffing circolare, e si accende sul meglio delle harsh vocals e dell’incastro di chitarre. È un brano dal gusto hardcore negli istanti di accelerazione ritmica, sapientemente aggrovigliati ai passaggi accesi e animosi. Il cantante dei Drowning Atlantis da qui il meglio di sé masticando growl ostili strabordanti di rancore. Il brano è traforato da drammatici giri di chitarra che tendono a spiralizzare intorno all’ascoltatore quando la ritmica rallenta e li accoglie da protagonisti, e synth fra tastiere ed elementi elettronici. Taste of Deceit è un brano vario che si colloca perfettamente nel suo posto all’interno di una tracklist dove la variazione è accolta senza alcun timore dai Drowning Atlantis.

 

Scivoliamo in uno scenario da film con le prime note di Unite su solo carillon. I ragazzi ci sanno fare e come quando accostano sonorità inconsuete ad arrangiamenti incendiari. Qui introducono giri di chitarra melodici che, fra gli istanti brutali e fragorosi si disciolgono impercettibilmente come fossero stati sempre parte dell’arrangiamento. Supportano nel ritornello lo speculare aspetto della voce pulita in backing vocals. Gustosa la sezione che si apre dal minuto 2,12 dove una repentina variazione del tappeto ritmico in corsa sfrenata viene frustata dalle corde vocali al massimo dell’abrasione e stabilisce un passo sincopato con i guitar riff stoppati. L’effetto synth di carillon è ripreso in tutto il brano e lo rende ancora un brano unico nella collezione.

 

 

 

Drowning Atlantis Rogue Inc, Drowning Atlantis, Drowning Atlantis band, Drowning Atlantis progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, post-hardcore, hardcore, Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Grief EP, Drowning Atlantis Transitions EP recensione, Drowning Atlantis Transitions EP review, Drowning Atlantis Transitions, Drowning Atlantis Transitions album, Brock Marshall, Matt Borg, Bradley Stokes, Jake Sutcliffe, Chris Didaskalou, Ascolta Drowning Atlantis Transitions EP, Stream Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Transitions tracklist, Listen to Drowning Atlantis Transitions EP, Black Smoke, Faminor, Father to All, Taste of Deceit, Unite, Anger Pt. 2, Drowning Atlantis Black Smoke, Drowning Atlantis Black Smoke official video, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore album review, progressive metalcore bands, Australian metalcore bands, sickandsound

 

Photo credit Rogue Inc.

 

 

 

Sono alla traccia closer, Anger, Pt. 2, riassunto di una selezione di brani eccezionali e tutti dinamici, differenti l’uno dall’altro. Il titolo riflette la rabbia materializzata nel pezzo. Un brano che allunga le dita verso il deathcore, su death growls a fondo del gutturale percossi e mitragliati da una combinazione algebrica di blast beats e riff brevi. Una porzione in parlato subisce un climax scoppiando sulla distorsione vocale dall’estrema lacerazione e dentro a una mistura densa e aggrovigliata di corde. Il brano fa brillante uso di quel sintetizzato dalle tonalità oscure e tetre che ricorda band statunitensi che ne stanno facendo l’uso più sapiente, ricorda l’atmosferico di Veil Of Maya ed Erra. 

 

I Drowning Atlantis si meritano il massimo del rating e non solo, aggiungo un plusvalore alla valutazione per aver trovato sin dal proprio debutto la combinazione perfetta di melodia e brutalità, aggiungendo alla formula elementi che non sono mai giustapposti, ma miscelati in modo da dare a ciascun brano un significato e valore diverso. E tutti fanno centro, tutti hanno lo stesso impatto. Una collisione di sensi eccezionale che lascia in fremente attesa per una versione full-length. Una band come questa, che cura le tracce al minimo dettaglio e offre un sound originale fuori da ogni cornice scontata dei generi che affronta, si merita il meglio del meglio e non potrà che stupire ancora nei prodigi che metterà in atto.

 

DROWNING ATLANTIS. TRANSITIONS. Get lost with it.

 

 

Rating:10+/10

Brani suggeriti: Black Smoke, Father to All, Unite

 

 

 

 

Tracklist completa per Drowning Atlantis – Transitions EP:

 

1. Black Smoke

2. Faminor

3. Father to All

4. Taste of Deceit

5. Unite

6. Anger, Pt. 2

 

 

 

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli sui DROWNING ATLANTIS di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/emerging/drowning-atlantis

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

 

Drowning Atlantis Transitions review, Drowning Atlantis, Drowning Atlantis band, Drowning Atlantis progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, post-hardcore, hardcore, Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Grief EP, Drowning Atlantis Transitions EP recensione, Drowning Atlantis Transitions EP review, Drowning Atlantis Transitions, Drowning Atlantis Transitions album, Brock Marshall, Matt Borg, Bradley Stokes, Jake Sutcliffe, Chris Didaskalou, Ascolta Drowning Atlantis Transitions EP, Stream Drowning Atlantis Transitions EP, Drowning Atlantis Transitions tracklist, Listen to Drowning Atlantis Transitions EP, Black Smoke, Faminor, Father to All, Taste of Deceit, Unite, Anger Pt. 2, Drowning Atlantis Black Smoke, Drowning Atlantis Black Smoke official video, metalcore albums 2018, metalcore bands, metalcore album review, progressive metalcore bands, Australian metalcore bands, sickandsound

 

 

 

www.facebook.com/DrowningAtlantis

www.instagram.com/drowningatlantis

www.twitter.com/dabandsydney

www.youtube.com/DrowningAtlantis

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound