ERRA: grande identità tecnica, alta dinamica e musicianship nel quinto album ERRA.

ERRA ERRA recensione, ERRA, ERRA band, ERRA progressive metalcore band, Listen to ERRA self-titled album, Stream ERRA self-titled album, Ascolta ERRA self-titled album, Alex Ballew, Jesse Cash, Sean Price, J.T. Cavey, Conor Hesse, ERRA new album, KINDA agency, metalcore albums March 2021, progressive metalcore albums March 2021, progressive metalcore releases March 2021, progressive metalcore bands, progressive metalcore albums, nuove uscite progressive metalcore, nuovi album progressive metalcore, metalcore 2021, ERRA new album, ERRA album 2021, ERRA fifth album, ERRA self-titled album, ERRA self-titled album artwork, ERRA self-titled album tracklist, ERRA self-titled album tracklisting, ERRA self-titled album review, ERRA self-titled album recensione, metalcore albums, metalcore bands, metalcore chart, progressive metalcore albums, progressive metalcore bands, progressive metalcore chart, ERRA self-titled album release date, ERRA self-titled album rating, new album by ERRA, metalcore marzo 2021, progressive metalcore marzo 2021, ERRA new single, Stream ERRA Divisionary, Listen to ERRA Divisionary, Ascolta ERRA Divisionary, ERRA nuovo album, ERRA nuovo singolo, ERRA new album, ERRA new single, Snowblood, Gungrave, Divisionary, House Of Glass, Shadow Autonomous, Electric Twilight, Scorpion Hymn, Lunar Halo, Vanish Canvas, Eidolon, Remnant, Memory Fiction, ERRA Scorpion Hymn, Listen to ERRA Scorpion Hymn, Stream ERRA Scorpion Hymn, Ascolta ERRA Scorpion Hymn, ERRA self-titled album artwork, ERRA ERRA album, ERRA ERRA review

ERRA

 

 

ERRA progressive metalcore band, ERRA, ERRA band, Listen to ERRA self-titled album, Stream ERRA self-titled album, Ascolta ERRA self-titled album, Alex Ballew, Jesse Cash, Sean Price, J.T. Cavey, Conor Hesse, ERRA new album, KINDA agency, metalcore albums March 2021, progressive metalcore albums March 2021, progressive metalcore releases March 2021, progressive metalcore bands, progressive metalcore albums, nuove uscite progressive metalcore, nuovi album progressive metalcore, metalcore 2021, ERRA new album, ERRA album 2021, ERRA fifth album, ERRA self-titled album, ERRA self-titled album artwork, ERRA self-titled album tracklist, ERRA self-titled album tracklisting, ERRA self-titled album review, ERRA self-titled album recensione, metalcore albums, metalcore bands, metalcore chart, progressive metalcore albums, progressive metalcore bands, progressive metalcore chart, ERRA self-titled album release date, ERRA self-titled album rating, new album by ERRA, metalcore marzo 2021, progressive metalcore marzo 2021ERRA new single, Stream ERRA Divisionary, Listen to ERRA Divisionary, Ascolta ERRA Divisionary, ERRA nuovo album, ERRA nuovo singolo, ERRA new album, ERRA new single, Snowblood, Gungrave, Divisionary, House Of Glass, Shadow Autonomous, Electric Twilight, Scorpion Hymn, Lunar Halo, Vanish Canvas, Eidolon, Remnant, Memory Fiction, ERRA Scorpion Hymn, Listen to ERRA Scorpion Hymn, Stream ERRA Scorpion Hymn, Ascolta ERRA Scorpion Hymn, ERRA self-titled album artwork, ERRA ERRA album

 

 

Dopo quattro album in studio, torna la formazione progressive metalcore dall’Alabama che sta scalando i vertici del genere, gli ERRA. La band di Alex Ballew, Jesse Cash, Sean Price, J.T. Cavey e Conor Hesse si riaffaccia sul panorama con il quinto self-titled album ERRA il 19 marzo 2021 in uscita tramite il nuovo contratto con UNFD, che arriva dalla transizione della precedente Sumerian Records.

 

Il progressive metalcore è la variante più tecnica del genere, quello che sfuma sulla connotazione di technical metalcore, e gli ERRA ne sono l’incarnazione vivente. Un esempio di grande identità tecnica che accosta ai virtuosismi di corde e di pelli, una dinamica di quiter e louder funzionale a supportare l’aspetto più aggressivo o più melodico della musica passando per l’orecchiabilità e per l’atmosferico.

 

L’evoluzione dal precedente album NEON è indiscutibile, per questa versione gli ERRA tornano più tecnici, melodici e accattivanti che mai. Un release talmente perfetta e dinamica che è facilmente una delle migliori pubblicazioni di questo 2021. Tutti gli elementi che compongono questo album sono genialmente incastrati in un risultato finale che ne fanno un capolavoro e una pietra miliare della discografia targata ERRA.

 

 

 

 

ERRA. ERRA.

Recensione traccia per traccia

 

 

Per quelli che non conoscono la formazione, le fondamenta del sound tipicamente ERRA sono esposte fin dall’attacco nella traccia di apertura Snowblood. Oltre a essere opener è anche uno dei brani più forti. Aggancia l’attenzione dell’ascoltatore fin dall’apertura in synth e snocciola quei passaggi di corde virtuose e frenetiche con apice sull’assolo centrale. Un pezzo esemplare dove la formazione fa una delle cose che meglio gli riescono, incastrare ritmiche diverse, con quell’invasione nel territorio djent; e non solo riesce a farlo, ma lo rende la cosa più naturale e fluida del mondo, tanto quanto la transizione dalla distorsione vocale al cantato pulito del ritornello. C’è qualcosa di adorabile negli istanti finali di fulminante palm muting e blast beats chirurgici.

 

A proposito di blast beats e drumming stellare, basta avviare il secondo brano Gungrave per ascoltare quanto l’esecuzione tecnica sia messa in vetrina. Il lavoro di doppio pedale è la base sussultoria di un brano che oltre all’heaviness feroce ha da offrire un ampio ritornello melodico ricantabile e quella formula heavy-melodic-catchy che parte dal primo elemento e torna in circolo sul primo spiralizzando. Un pezzo complesso e dinamico con evidenza di corde e pelli ultra tecniche soprattutto in chiusura, a tutti chitarroni rombanti e ritmiche rapide e squarcio melodico.

 

 

 

 

Da un brano forte a un altro arriva Divisionary, che fa della chitarra iniziale e circolare il nocciolo dell’orecchiabilità per il resto dell’esecuzione. Sempre resta a tappeto se lo ascoltate attentamente, mentre in superficie l’arrangiamento cambia ma sempre all’insegna di due componenti: la potenza e la catchiness. Un brano magnetico che predilige le clean vocals e un ritornello travolgente. Sugli interludi emerge il synth, un elemento che si colloca tra le dinamiche accattivanti del brano, contribuendo a tirare ancora più dentro un arrangiamento vivo e contagioso fino al midollo.

 

Drumming e riffing nevrotici in aderenza matematica sono quelli che mollano l’introduzione di House Of Glass. Affrettato ed energico il brano tuona sul down-tuned di una chitarra in boato e intrattiene sull’altro lavoro, quello di chitarra stoppato e circolare che pretende attenzione dal minuto 1,40 fino all’ultimo. Sono dita esperte quelle di questi chitarristi, una delle combinazioni ascoltate poche volte. Il pezzo si percorre in cardiopalmo e si ascolta con grande piacere attraverso tutta la tecnica che trasuda da capo a fondo.

 

 

 

 

Ultimo singolo uscito prima del disco Shadow Autonomous è un brano che sottopone un predominante protagonismo di chitarre elettriche e corde vocali pulite a un’elevata esposizione melodica con un ritornello orientato alla grande folla.

 

Electric Twilight attacca con una doppietta di bassi-chitarra forte e apre a un bridge in cantato pulito e rilassato, con strumentale minimalista e chitarra pulita. Evolve naturalmente sull’intensità e continua a spegnersi su quegli interludi più minimalisti. Ecco quella combinazione di heavier e louder di cui si parlava sopra, incastrata con una fluidità disarmante.

 

I veri amanti del metalcore apprezzeranno l’attacco di Scorpion Hymn, un bel passaggio di alternanze che lascia spazio al ritornello fatto esclusivamente di atmosfere oscure e vischiose, qualcosa che mi ricorda incredibilmente gli Heart Of A Coward. Oscuro, dannato eppure tanto affascinante, passa dal mid growl al low, allo screaming convenzionale e intrappola letteralmente su quel ritornello tormentato. Le atmosfere tetre avvolgono il brano e aggiungo una extra texture che andrà sfumando fino alla fine.

 

 

 

 

La dinamica è un elemento fondamentale del nuovo ERRA, qui manifesta sulla manipolazione elettronica in versione vintage. Il brano si chiama Lunar Halo. L’elettronico evolve sulla perizia tecnica di corde e sulla nevrosi da doppio pedale e infine su un mellifluo ritornello melodico. Non scompare però, piuttosto l’elettronico si trasforma in ambience e scenari riempitivi di un arrangiamento tecnico-melodico. C’è un apprezzabile e lungo assolo dalla metà a cui scappa il virtuosismo.

 

Un nuovo episodio di abbondante melodico colato sull’heaviness è ritrovabile in Vanish Canvas, con armonie di chitarra avvolgenti e un ritornello piacevole. L’elemento d’interesse sta in quella circolarità di chitarra pulita e tintinnante che di tanto in tanto chiede attenzione. Un episodio orientato al melodic metalcore.

 

Torna un arpeggino pulito sulle prime note di Eidolon, dove le melodie suggestive in entrata lasciano spazio a una sezione ritmica massiccia, tanto quanto il riffing deciso. L’elisir sonoro incontra il massacro passando attraverso quello shredding di corde praticamente perfetto negli ERRA. Il drumming atomico è in sintonia con quello che è un lavoro di corde altrettanto accelerato eppure ben incastrato. Cantato a pieni polmoni, il brano fa della potenza il proprio vessillo. L’arpeggio pulito e riverberato dell’introduzione torna nella seconda sezione del brano, scivolando facilmente da e verso le fiamme dell’heaviness con una colata aggiuntiva di scenari oscuri.

 

 

 

 

Al penultimo capitolo gli ERRA soffiano benzina sul fuoco con Remnant che oltre ad avere una matrice aggressiva, tira dentro il ritornello a squarciagola e lascia piacevolmente appagati da tutte le dinamiche che compongono il brano e da tutte quelle variazioni stilistiche di chitarra, segno di grande musicianship.

 

Gli ERRA chiudono un disco pressoché infallibile con una nuova variazione e un velo melodrammatico, sulle atmosfere e sul pianoforte introdotto per la closer Memory Fiction. Dolce-amaro, il brano si compone della delicatezza di clean vocals da sole o armonizzate e un accompagnamento essenziale, pulito, melodico.

 

La maturazione e la progressione del quintetto dall’Alabama sono incredibili. Non solo la tecnica, ma il talento e la passione emergono da una tracklist di brani che riescono a fare presa sull’ascoltatore per intero, tenendo incollati dal primo all’ultimo. La caratura tecnica del disco è indiscutibile, curata nel minimo dettaglio e incastrata a dinamiche e stilistiche variabili che trovano una continuità fluida in tutte le tracce. Un magnus opus destinato a essere ricordato tra le release migliori dell’anno, con una produzione ottima tanto quanto la magistrale musicianship che ha consentito agli ERRA di scrivere un album dinamico, complesso e magnetico, parte di una discografia che con queste premesse è destinata a essere interminabile.

 

Rating: 10/10

Brani suggeriti: Snowblood, Gungrave, Divisionary, Electric Twilight, Scorpion Hymn, Eidolon, Remnant

 

 

ERRA – ERRA tracklist:

 

1. Snowblood

2. Gungrave

3. Divisionary

4. House Of Glass

5. Shadow Autonomous

6. Electric Twilight

7. Scorpion Hymn

8. Lunar Halo

9. Vanish Canvas

10. Eidolon

11. Remnant

12. Memory Fiction

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli sugli ERRA di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/artists/ERRA

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

ERRA self-titled album, ERRA, ERRA band, ERRA progressive metalcore band, Listen to ERRA self-titled album, Stream ERRA self-titled album, Ascolta ERRA self-titled album, Alex Ballew, Jesse Cash, Sean Price, J.T. Cavey, Conor Hesse, ERRA new album, KINDA agency, metalcore albums March 2021, progressive metalcore albums March 2021, progressive metalcore releases March 2021, progressive metalcore bands, progressive metalcore albums, nuove uscite progressive metalcore, nuovi album progressive metalcore, metalcore 2021, ERRA new album, ERRA album 2021, ERRA fifth album, ERRA self-titled album, ERRA self-titled album artwork, ERRA self-titled album tracklist, ERRA self-titled album tracklisting, ERRA self-titled album review, ERRA self-titled album recensione, metalcore albums, metalcore bands, metalcore chart, progressive metalcore albums, progressive metalcore bands, progressive metalcore chart, ERRA self-titled album release date, ERRA self-titled album rating, new album by ERRA, metalcore marzo 2021, progressive metalcore marzo 2021ERRA new single, Stream ERRA Divisionary, Listen to ERRA Divisionary, Ascolta ERRA Divisionary, ERRA nuovo album, ERRA nuovo singolo, ERRA new album, ERRA new single, Snowblood, Gungrave, Divisionary, House Of Glass, Shadow Autonomous, Electric Twilight,Scorpion Hymn, Lunar Halo, Vanish Canvas, Eidolon, Remnant, Memory Fiction

 

 

www.erraband.com

www.facebook.com/ERRA.music

www.instagram.com/ERRAband

www.twitter.com/ERRA_band

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound