HORCRUX. THE DARK MARK EP. L’incantesimo oscuro che garantisce l’immortalità col melodico stregato.

Horcrux The Dark Mark review, Horcrux, Horcrux band, Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux The Dark Mark recensione, Horcrux The Dark Mark review, Horcrux The Dark Mark tracklist, Listen to Horcrux The Dark Mark EP, Stream Horcrux The Dark Mark EP, The Dark Mark EP, metalcore deathcore, post-hardcore, Canadian metalcore, metalcore albums 2018, metalcore EP 2018, sickandsound, metalcore album review, album reviews, Resilient, Wormtail, The Dark Mark, Home, The Outsider, Live Through Me, Michael Labelle, Scott Norris, Danny Boisvenu, Ryan Shields, Zack Bray, Horcrux metalcore band, Horcrux debut EP

HORCRUX.

Talentuoso metalcore canadese.

 

 

 

 

Sono al loro primo EP di debutto a partire da una recente formazione che affonda le radici nel panorama metalcore. Ma gli HORCRUX sono molto di più. Miscelano una formula esplosiva di metalcore, deathcore, post-hardcore e una quantità di elementi dal metal che sono assalto sonoro di arrangiamenti aggressivi e incendiari con un plus valore unico di melodia. Provengono dal Canada da Ottawa, Ontario e sono schierati come segue: Michael Labelle alle vocals, Scott Norris e Danny Boisvenu alle chitarre, Ryan Shields al basso e il batterista Zack Bray.

 

 

 

 

Il 16 Febbraio 2018 gli Horcrux hanno pubblicato il proprio album di debutto, una collezione di sei brani intitolata THE DARK MARK EP, e si ispirano nel proprio nome di battesimo quanto nei contenuti del disco alla saga di Harry Potter.

 

 

 

Horcrux metalcore band, Horcrux, Horcrux band, Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux The Dark Mark recensione, Horcrux The Dark Mark review, Horcrux The Dark Mark tracklist, Listen to Horcrux The Dark Mark EP, Stream Horcrux The Dark Mark EP, The Dark Mark EP, metalcore deathcore, post-hardcore, Canadian metalcore, metalcore albums 2018, metalcore EP 2018, sickandsound, metalcore album review, album reviews, Resilient, Wormtail, The Dark Mark, Home, The Outsider, Live Through Me, Michael Labelle, Scott Norris, Danny Boisvenu, Ryan Shields, Zack Bray, Horcrux metalcore band, Horcrux debut EP

 

 

 

 

HORCRUX. THE DARK MARK EP.

Track by track review

 

 

 

 

Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux, Horcrux band, Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux The Dark Mark recensione, Horcrux The Dark Mark review, Horcrux The Dark Mark tracklist, Listen to Horcrux The Dark Mark EP, Stream Horcrux The Dark Mark EP, The Dark Mark EP, metalcore deathcore, post-hardcore, Canadian metalcore, metalcore albums 2018, metalcore EP 2018, sickandsound, metalcore album review, album reviews, Resilient, Wormtail, The Dark Mark, Home, The Outsider, Live Through Me, Michael Labelle, Scott Norris, Danny Boisvenu, Ryan Shields, Zack Bray, Horcrux metalcore band, Horcrux debut EPL’opener di questo album di debutto è Resilient. Una traccia che apre con giri di chitarra ultra precisi e favorisce gradualmente l’ingresso in crescendo di distorsioni vocali abrasive in screaming. Una quantità di elementi in synth sono il tappeto sottostante dell’arrangiamento e hanno tutto da regalare in quanto a melodia al pezzo su sonorità intricate e quanto mai vicine all’electronicore. In numerose sezioni la chitarra si accoda alla stessa nuance melodica in gloria tecnica come allo scoccare dei primi quaranta secondi e dal minuto 2,53. Fantastici breakdown centrali sono accompagnati dal digitale che crea scenari fantastici. Un gran bel pezzo ricco e coinvolgente per aprire un disco, che mette in vetrina tutti gli elementi migliori dell’output sonoro del quintetto da Ottawa.

 

 

 

 

Un’intrepida introduzione su sezione ritmica accelerata presenta la seconda traccia in coda Wormtail. Qui la distorsione vocale si abbassa verso il low range growl, e si fa decisamente più gutturale e vorace. Un lavoro di corde ancora brillante risplende dal centro in poi del brano e viene riproposta la formula del sintetizzato a cucire il backdrop dell’esecuzione. Wormtail è una bestia più affannata di metalcore, che corre più veloce sull’arrangiamento e non guarda in faccia l’ascoltatore.

 

 

 

Horcrux band live, Horcrux, Horcrux band, Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux The Dark Mark recensione, Horcrux The Dark Mark review, Horcrux The Dark Mark tracklist, Listen to Horcrux The Dark Mark EP, Stream Horcrux The Dark Mark EP, The Dark Mark EP, metalcore deathcore, post-hardcore, Canadian metalcore, metalcore albums 2018, metalcore EP 2018, sickandsound, metalcore album review, album reviews, Resilient, Wormtail, The Dark Mark, Home, The Outsider, Live Through Me, Michael Labelle, Scott Norris, Danny Boisvenu, Ryan Shields, Zack Bray, Horcrux metalcore band, Horcrux debut EP

 

 

 

La title track fa il suo ingresso con una manciata di secondi in crescendo. The Dark Mark, un pezzo mastodontico nei breakdown più tellurici del disco accompagnati da una dinamica di corde eccezionale. Il drums pattern varia dal rapido al full blast al medio. I giri di chitarra sono qualcosa di stregato e carico di un incredibile fascino, a correre agguantati dalle percussioni e dalle harsh vocals tra il medio e il gutturale. Vetrina di talento e alta creatività, tematiche di resilienza e combattimento contro l’oscurità su testo criptico e brillante. The Dark Mark si porta via la totalità del gradimento. Siamo soltanto al centro del disco e ci chiediamo “Ma che roba sono questi Horcrux?” Fantastici.

 

Guarda il video ufficiale di Horcrux – The Dark Mark:

 


Un’apertura tipicamente electronicore con ensemble di archi e synth riverberato e strumenti ad arco ripresi nel resto dell’esecuzione sono tratti distintivi di Home. Questo è il brano più carico di effetti digitali e melodie di corde gustosissime.

 

 

 

 

Sui passi della precedente e arpeggi si apre The Outsider e dalle corde introduttorie lascia scivolare la brutalità vocale. I blast beats sono qui eseguiti ad una precisione al micron e intrecciati a giri di chitarra circolari in altezza e ridondanti per tutto il brano. Dal minuto 2,55 un fry screaming appoggiato in lunghezza magistrale si estende sino alla conclusione con i migliori complimenti a Michael Labelle.

 

 

 

Horcrux band, Horcrux, Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux The Dark Mark recensione, Horcrux The Dark Mark review, Horcrux The Dark Mark tracklist, Listen to Horcrux The Dark Mark EP, Stream Horcrux The Dark Mark EP, The Dark Mark EP, metalcore deathcore, post-hardcore, Canadian metalcore, metalcore albums 2018, metalcore EP 2018, sickandsound, metalcore album review, album reviews, Resilient, Wormtail, The Dark Mark, Home, The Outsider, Live Through Me, Michael Labelle, Scott Norris, Danny Boisvenu, Ryan Shields, Zack Bray, Horcrux metalcore band, Horcrux debut EP

 

 


Un viaggio breve ma che è arrivato alla traccia
closer in modo impercettibile tanto è stato il piacere all’ascolto. Ma l’apprezzamento non è arrivato anch’esso a conclusione. C’è ancora Live Through Me, un pezzo con tutte le features precedenti e in aggiunta una perla finale: le clean vocals. L’intreccio con il cantato distorto è qualcosa di perfetto e impeccabile e regala uno dei chorus più orecchiabili quanto rivolti a una folla in estasi galvanizzante dell’intero EP. Impossibile non ricantare un anthemic chorus del genere. La tematica del brano si abbraccia alla perdita di qualcuno di vicino a noi e si snoda sulle emozioni totalizzanti che convoglia questo tipo di esperienza nella vita. Lascia spazio in conclusione alla consapevolezza che le persone perdute meritano di essere ricordate per la loro bellezza e di lasciare che il loro ricordo influenzi positivamente la nostra vita. Il brano fa letteralmente viaggiare nelle sezioni melodico armoniche con archi ed elementi atmosferici e non c’è modo più azzeccato di chiudere un disco favoloso e dall’equilibrio perfetto.

 

 

“I feel it in my bones

That something’s lost inside

I’m reaching out but I know 

I need to see this through my own eyes”

 

 

 

 

Ciascuna traccia è davvero diversa dall’altra in questa collezione di brani, e gli Horcrux si sono distaccati dal perimetro del metalcore convenzionale con una quantità di sperimentazione coraggiosa e che funziona benissimo su ciascun elemento prescelto. Un uso saggio di synth ed elementi atmosferici stregati, oscuri e con fascino drammatico si intrecciano alla saggezza di corde. Bellezza distillata in The Dark Mark EP. L’attesa per una versione full-length da parte di questa talentuosa formazione è a questo punto altamente impaziente.

 

 

 

Rating: 10/10

 

Brani suggeriti: Resilient, The Dark Mark, Live Through Me

 

 

 

Tracklist completa per Horcrux – The Dark Mark EP:

 

 

1. Resilient 

2. Wormtail 

3. The Dark Mark 

4. Home 

 5. The Outsider

 6. Live Through Me

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli sugli HORCRUX di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/emerging/horcrux

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

 

Horcrux logo, Horcrux, Horcrux band, Horcrux The Dark Mark EP, Horcrux The Dark Mark recensione, Horcrux The Dark Mark review, Horcrux The Dark Mark tracklist, Listen to Horcrux The Dark Mark EP, Stream Horcrux The Dark Mark EP, The Dark Mark EP, metalcore deathcore, post-hardcore, Canadian metalcore, metalcore albums 2018, metalcore EP 2018, sickandsound, metalcore album review, album reviews, Resilient, Wormtail, The Dark Mark, Home, The Outsider, Live Through Me, Michael Labelle, Scott Norris, Danny Boisvenu, Ryan Shields, Zack Bray, Horcrux metalcore band, Horcrux debut EP

 

 


www.facebook.com/HorcruxOttawa

www.twitter.com/horcruxottawa

www.instagram.com/horcruxottawa

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound