Il sasscore dei SeeYouSpaceCowboy in The Correlation Between Entrance And Exit Wounds: guerra e pace.

SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds recensione, SeeYouSpaceCowboy, SeeYouSpaceCowboy band, SeeYouSpaceCowboy metalcore band, SeeYouSpaceCowboy sasscore band, metalcore, sasscore, hardcore, sickandsound, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds tracklist, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds tracklisting, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds album, Listen to SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, Stream SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, Ascolta SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, SeeYouSpaceCowboy, Pure Noise Records, KINDA, Kinda agency, Connie Sgarbossa, Jesse Price, Ethan Sgarbossa, Cameron Phipps, Bryan Prosser, Armed with Their Teeth, With High Hopes and Clipped Wings, Disdain Coupled with a Wide Smile, A Space Marked “Escape”, Prolonging the Inevitable Forever, Late December, Have You Lost the Plot, Put on a Show, Don't Let Them See You Fall, No Words, No Compensating Lies, Dissertation of an Idle Voice, The Phoenix Must Reset, metalcore chart, metalcore 2019, hardcore 2019, hardcore albums September 2019, hardcore releases September 2019, new hardcore albums, SYSC, uscite metalcore settembre, nuovi album metalcore, recensioni metalcore, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds review, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds rating

SeeYouSpaceCowboy

 

 

 

 

Dal roster Pure Noise Records e dell’hardcore più spietato, una band giovane ma tutt’altro che alle prime armi: i SEEYOUSPACECOWBOY. Provengono dalla California dove si sono formati nel 2016 e da allora si sono auto collocati in un genere coniato ad hoc, il sasscore. Il genere fonde il metalcore o se vogliamo il metal hardcore volutamente non rifinito, a tematiche politiche, di ribellione e critica insolente, i tratti tipici del –core: breakdown massicci e distorsione strumentale oltre il limite del crunch, vocals laceranti urlate a pieni polmoni e ritmiche punitive.

 

 

 

 

Ed è così che la band di Connie Sgarbossa, Jesse Price, Ethan Sgarbossa, Cameron Phipps e Bryan Prosser si è affacciata sulla scena con la prima collezione sotto al nome di Songs for the Firing Squaddel 25 gennaio 2019, giusto per dare un assaggio e seguito dal nuovissimo lavoroTHE CORRELATION BETWEEN ENTRANCE AND EXIT WOUNDS in uscita il 27 settembre 2019 tramite Pure Noise Records.

 

 

 

SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds album, SeeYouSpaceCowboy, SeeYouSpaceCowboy band, SeeYouSpaceCowboy metalcore band, SeeYouSpaceCowboy sasscore band, metalcore, sasscore, hardcore, sickandsound, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds tracklist, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds tracklisting, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds album, Listen to SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, Stream SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, Ascolta SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, SeeYouSpaceCowboy, Pure Noise Records, KINDA, Kinda agency, Connie Sgarbossa, Jesse Price, Ethan Sgarbossa, Cameron Phipps, Bryan Prosser, Armed with Their Teeth, With High Hopes and Clipped Wings, Disdain Coupled with a Wide Smile, A Space Marked “Escape”, Prolonging the Inevitable Forever, Late December, Have You Lost the Plot, Put on a Show, Don't Let Them See You Fall, No Words, No Compensating Lies, Dissertation of an Idle Voice, The Phoenix Must Reset, metalcore chart, metalcore 2019, hardcore 2019, hardcore albums September 2019, hardcore releases September 2019, new hardcore albums, SYSC, uscite metalcore settembre, nuovi album metalcore, recensioni metalcore, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds review, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds recensione, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds rating

 

 

 

SeeYouSpaceCowboy. The Correlation Between Entrance And Exit Wounds.

Track by track review

 

 

 

 

The Correlation Between Entrance And Exit Wounds è una collezione realizzata per prendere d’assalto l’ascoltatore, afferrarlo per il collo e sfidarlo a sopravvivere attraverso 11 tracce polverizzanti, con una serie di stimoli di riflessione e strumentale antagonistico. Furia e caos sono il traino dell’intera collezione sotto al guida delle frange aggro del metalcore e interventi melodici che regalano sprazzi di luce nel buio.

 

Apre con Armed With Their Teeth, dove i SeeYouSpaceCowboy si mostrano davvero armati fino ai denti sin dall’ingresso al disco. Padrona della linea vocale, la cantante Connie Sgarbossa, come poche altre nel genere hardcore, si dimena e si contorce sul growl da medio a basso di un’abrasività squarciante assieme all’estrema distorsione di chitarra, responsabile del disturbo all’ascolto. Altamente dissonante e turbolenta, la traccia subisce una serie di variazioni ritmiche maniacali quanto il riffing che la trascina.

 

 

 

 

Messo a segno il primo assalto di sensi, avanti con With High Hopes And Clipped Wings. L’impressionante cavo di trazione del disco, non è solo quello delle corde vocali in tracce come questa, dove la transizione tra i mids, i lows e lo screaming più corrosivo del registro di questa cantante furiosa è feroce e liquido; quanto nelle corde elettriche. In questo secondo brano ci sono ammirabili istanti nevrotici di esecuzione, ma e soprattutto un innesto melodico, cortesia delle elettriche appunto, che apre uno spaccato sull’altro lato dei SeeYouSpaceCowboy. È pur sempre un capitolo minore, ma ha tutto da regalare allo scenario infernale nel quale si viene bruciati vivi costantemente dal sound di questa formazione. Attimi di pausa ossigenante, che suscitano il trip e la distensione dalla claustrofobia dei momenti più viscerali. Qui si manifesta dal minuto 1,11 dopo un climax creato proprio dal groviglio più fitto e soffocante di chitarre e si cala benissimo nell’arrangiamento tanto da collocarlo tra i brani riavvolgibili del disco.

 

A proposito di chitarre. Pinch harmonics, fulminante palm muting, dissonanze e quant’altro sono colate come pece in uno dei brani che espongono maggiormente un elemento fondamentale del metalcore: i breakdown, di quelli mastodontici, che sgretolano gli arrangiamenti e risucchiano nell’oblio, è il caso di Disdain Coupled With A Wide Smile. Bastano meno di due minuti di esecuzione per uscirne sanguinanti.

 

 

 

 

Quello che ci vuole è un momento per riprendere fiato, cosa che si riesce a fare con A Space Marked “Escape”, un  brano strumentale di sospensione spazio temporale, di cui l’elemento più evidente è un arpeggio circolare, pulito e riverberato, flusso di necessaria pace per poter incassare ancora colpi spietati nelle tracce a venire.

 

Incede con un basso in evidenza Prolonging The Inevitable Forever e regala un nuovo capitolo dinamico. Sulla stessa struttura di harsh vocals dall’abissale al medio e strumentale demolitore, il pezzo incastra dal minuto 1,12 una struttura melodica supportata principalmente dalla circolarità della chitarra. Questa variazione orecchiabile aggiunge anche una dose di groove che seguita sullo sbuffare della ritmica, che cambia almeno un altro paio di volte prima di chiudere il pezzo.

 

 

 

 

Con un arpeggio leggermente riverberato dolce amaro e spoken word arriva il prossimo brano Late December. Un alto momento del disco, con una certa carica emotiva sulla linea vocale che discute sulla delicatezza dell’accompagnamento. L’introduzione fa da crescendo alla potenza in esplosione e antitesi pochi secondi dopo, dove su Ethan che parla, entra Connie alla stregua della lacerazione del cantato. Segue un flusso e riflusso di dolore e coinvolgimento, snodarsi attraverso un arrangiamento che si spegne ricadendo nel malinconico lento e riaccende nella furia strumentale. Late December è un brano in vetrina tra i pezzi più significativi di questo nuovo lavoro.

 

Guarda SeeYouSpaceCowboy – Late December (Official Video):

 

 

C’è del disturbo oltremodo nel crunch guitar pungente che introduce Have You Lost The Plot, un interludio tedioso che si inocula nel cervello e che deve per forza terminare prima possibile tanto è il disagio convogliato. Ma non a caso, perché fa da ponte a quello che è il cataclisma senza fronzoli della successiva Put On A Show, Don’t Let Them See You Fall. Questo è un episodio iconico del signature sound della formazione da San Diego e non solo. Gloria di blast beats in combinazione a un riffing sopraffino e accelerazioni da piede sull’acceleratore e freno rotto. Ci sono giri circolari di chitarra melodica che contribuiscono, tanto al groove degli istanti più battenti, che al coinvolgimento emozionale degli istanti più rallentati. Il brano è un’esposizione blindata e solida di tutti gli elementi forti della formazione, compattati in formato da 2 minuti e 12. È il brano che potrebbe essere ascoltato da solo per capire di che pasta sono fatti i SeeYouSpaceCowboy.

 

 

 

 

No Words, No Compensating Lies è un altro numero strumentale, testimonianza di una grande musicianship da parte della formazione sasscore, stavolta più calibrato sia sulle percussioni che le chitarre ammiccanti al post-rock e al melodico. La cosa interessante è che non si tratta di un interludio da un minuto o poco più, ma di un brano da più di quattro minuti che apre uno scenario completamente differente e un viaggio mentale che permette di elevarsi al di sopra del caos con una certa bellezza.

 

Percussioni secche e un vibe che attinge al punk e al metal hardcore sono l’involucro della penultima Dissertation Of An Idle Voice, in evoluzione su chitarre rampanti e rabbia vocale come il genere coniato appositamente dai californiani comanda. Per questo brano c’è una sovra incisione vocale, tra il mid growl caustico di Connie e le vocals pulite e sognanti di Ethan combinate fino alla fine, quando, sfumando nel volume nel volume, restano aleggianti sulla formula heavy-melodic, prima di sfociare sull’ultimo brano della collezione.

 

 

 

 

L’ultima randellata è assestata proprio dalla closer: The Phoenix Must Reset. Grande aderenza di blast beats e riffing breve in entrata, l’ultimo capitolo è un arrivederci alla sopra citata formula. La furia trova l’incanto del melodico con l’interludio che spezza il brano praticamente a metà. Al centro ci sono un arpeggio e una chitarra pulita accompagnate da una percussione gentile senza linea vocale. Per gli ultimi secondi e dopo il climax sognante, l’esecuzione assesta, quando meno l’ascoltatore se lo aspettava, una mazzata finale.

 

Punizione e redenzione fanno del nuovo album dei SeeYouSpaceCowbo, un viaggio interessante attraverso la guerra e la pace di momenti super heavy e istanti melodici quanto mai inattesi. Nel circuito hardcore, la formazione californiana ha trovato una formula dinamica e che non ha il solo scopo di fare più casino possibile, quanto di veicolare messaggi e coinvolgimento con la musica e  di farlo a  modo suo. Sono minori i capitoli melodici, ma ben incastrati nell’hellscape predominante, che mi auguro resti una costante nelle sonorità degli SeeYouSpaceCowboy, perché si sa, le giovani band sono il futuro dei generi, e questi ragazzi hanno le carte in regola per distinguersi.

 

 

Rating: 8.8/10

Brani suggeriti: With High Hopes And Clipped Wings, Prolonging The Inevitable Forever, Late December, Put On A Show Don’t Let Them See You Fall, Dissertation Of An Idle Voice, The Phoenix Must Reset

 

 

SeeYouSpaceCowboy – The Correlation Between Entrance And Exit Wounds tracklist:

 

1. Armed With Their Teeth

2. With High Hopes and Clipped Wings

3. Disdain Coupled With A Wide Smile

4. A Space Marked “Escape”

5. Prolonging The Inevitable Forever

6. Late December

7. Have You Lost The Plot?

8. Put On A Show, Don’t Let Them See You Fall

9. No Words, No Compensating Lies

10.Dissertation Of An Idle Voice

11. The Phoenix Must Reset

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli sui SeeYouSpaceCowboy di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/artists/seeyouspacecowboy

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds album, SeeYouSpaceCowboy, SeeYouSpaceCowboy band, SeeYouSpaceCowboy metalcore band, SeeYouSpaceCowboy sasscore band, metalcore, sasscore, hardcore, sickandsound, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds tracklist, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds tracklisting, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds album, Listen to SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, Stream SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, Ascolta SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds, SeeYouSpaceCowboy, Pure Noise Records, KINDA, Kinda agency, Connie Sgarbossa, Jesse Price, Ethan Sgarbossa, Cameron Phipps, Bryan Prosser, Armed with Their Teeth, With High Hopes and Clipped Wings, Disdain Coupled with a Wide Smile, A Space Marked “Escape”, Prolonging the Inevitable Forever, Late December, Have You Lost the Plot, Put on a Show, Don't Let Them See You Fall, No Words, No Compensating Lies, Dissertation of an Idle Voice, The Phoenix Must Reset, metalcore chart, metalcore 2019, hardcore 2019, hardcore albums September 2019, hardcore releases September 2019, new hardcore albums, SYSC, uscite metalcore settembre, nuovi album metalcore, recensioni metalcore, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds review, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds recensione, SeeYouSpaceCowboy The Correlation Between Entrance and Exit Wounds rating

 

 

 

www.syscband.com

www.facebook.com/seeyouspacecowboyca

www.instagram.com/sysc.band

www.twitter.com/syscband

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound