IMPVLSE: debuttano nel progressive metalcore tedesco con il primo EP VICE VERSA.

Impvlse Vice Versa EP recensione, Impvlse, Impvlse band, Impvlse metalcore band, Impvlse Vice Versa, Impvlse Vice Versa EP, Impvlse Vice Versa EP recensione, Impvlse Vice Versa EP review, Listen to Impvlse Vice Versa EP, Ascolta Impvlse Vice Versa EP, Stream Impvlse Vice Versa EP, Impvlse Vice Versa tracklist, Constellations, Vice Versa, Petrichor, Elapsed, Curious Minds, Lost Latitudes, Christian Marsch, Jason Loth, Tom Löhnert, Marcel Desch, David Häußer, recensioni metalcore, metalcore, progressive metalcore, German metalcore bands, metalcore EP 2019, metalcore 2019, metalcore albums 2019, metalcore albums, underground metalcore bands, progressive metalcore albums, nuove uscite metalcore, album metalcore novembre 2019, metalcore albums November 2019, metalcore releases November 2019, new metalcore albums November 2019, metalcore chart, metalcore novembre 2019, underground metalcore

IMPVLSE

 

 

 

Impvlse, Impvlse band, Impvlse metalcore band, Impvlse Vice Versa, Impvlse Vice Versa EP, Impvlse Vice Versa EP recensione, Impvlse Vice Versa EP review, Listen to Impvlse Vice Versa EP, Ascolta Impvlse Vice Versa EP, Stream Impvlse Vice Versa EP, Impvlse Vice Versa tracklist, Constellations, Vice Versa, Petrichor, Elapsed, Curious Minds, Lost Latitudes, Christian Marsch, Jason Loth, Tom Löhnert, Marcel Desch, David Häußer, recensioni metalcore, metalcore, progressive metalcore, German metalcore bands, metalcore EP 2019, metalcore 2019, metalcore albums 2019, metalcore albums, underground metalcore bands, progressive metalcore albums, nuove uscite metalcore, album metalcore novembre 2019, metalcore albums November 2019, metalcore releases November 2019, new metalcore albums November 2019, metalcore chart, metalcore novembre 2019, underground metalcore

 

 

 

Oggi il nostro argomento di discussione è l’underground e nello specifico, il panorama progressive metalcore tedesco. Si chiamano IMPVLSE e sono una giovane formazione bavarese da Norimberga. Si sono formati nel 2016 e hanno raggiunto i cinque membri con la più recente entrata di Christian Marsch alle vocals, accanto ai chitarristi Jason Loth e Tom Löhnert, il bassista Marcel Desch e il batterista David Häußer. Gli Impvlse hanno appena debuttato sulla scena con il primo EP VICE VERSA il 22 novembre 2019. Lo abbiamo ascoltato e recensito per proporre ai lettori di SICK AND SOUND una nuova formazione emergente.

 

 

 

 

IMPVLSE. VICE VERSA EP.

Track by track review

 

 

 

VICE VERSA EP è una collezione di sei brani con una buona produzione tra il metalcore più blindato, istanti progressisti di corde e squarci melodici. Parte con Constellations, introdotta da un doppio lavoro di chitarra pulita, suggestivo nell’arpeggio e accompagnato da un basso pulsante. Nel retro un tappeto atmosferico dipinge uno scenario sospeso. Per un minuto e ventitre si galleggia sul melodico e sulle atmosfere corroborate da protagoniste clean vocals e mai ci si aspetterebbe l’esplosione brutale a venire. Spacca la porta a calci un lavoretto da doppio pedale massiccio e con la stessa sfrontatezza, un riffing fragoroso. Ma, e soprattutto, il cantato passa istantaneamente al mid growl incendiario, titano dell’assalto sonoro. Constellations è un brano che espone una dicotomia heavy-catchy incredibile. Lo strumentale e il cantato antagonista si aprono su ritornello spazioso, orecchiabile nelle ripetizioni da sing along e su almeno un paio di brevi sezioni melodiche che soffiano acqua sulla benzina. Il brano espone una formula heavy-yet-hooky e ci infila anche un bell’assolo dopo il quarto minuto.

 

 

 

 

La title track è la prossima a farsi sentire, Vice Versa, e lo fa sparando a pieni cilindri su un formato chug metalcore vincente. Il brano corre su un tappeto ritmico affrettato e prepotente, con un evidente basso e combina ancora una volta la linea vocale pulita per il catchy chorus e il distorto sul verso, ma non solo, si accosta a un episodio centrale di screaming sincopato e gang chants. All’1,59 arriva il break down. I passaggi più tosti espongono una combinazione di chitarre rampanti in precisione matematica a percussioni e bassi palpitanti con una reminescenza Wage War. Il ritornello dalla nuance melodic hardcore sfuma il formato blindato generale del brano.

 

 

 

 

Petrichor è una traccia dotata di groove e potenziale. Convince meno nell’intro dove la linea vocale si spinge alta del registro e perde di consistenza. La versione pulita di questo cantante rende maggiormente nel registro medio, o nella zona di comfort se vogliamo, dove resta bella e corposa. Se si spinge troppo in alto senza appoggiare, sfavorisce la resa sonora. Attraverso il brano, il registro medio splende nell’interludio melodico centrale dove regala un momento di suggestione, o come ascoltato nell’opener del disco. Per lo strumentale, il brano espone un eccezionale lavoretto da pedale e rullante, il mordi e fuggi del riffing breve, una serie di assoli gloriosi e si fa attraversare per intero dall’impronta progressive. C’è un ausilio di basso nu metalcore, non solo in questo episodio, ma nel sound generale degli Impvlse e un rivestimento di synth. Il fretwork veloce da tastiera e corde è presente attraverso tutta l’esecuzione e particolarmente in coda, prima che il brano apra a una nebulizzazione finale. Questo pezzo espone l’ascoltatore al progressive metalcore, con groove, ambience e sfumatura melodica apprezzabili.

 

Riverberata e lenta per l’apertura, Elapsed, attacca da una serie di flemmatici guitar licks e solitario screaming abrasivo. Per questo brano, gli Impvlse restano a cavallo del melodic hardcore abbandonando il perimetro metalcore a tutti bassi e chitarroni. L’alta sensibilità melodica si riversa nel ritornello allegro e fragoroso, fuori dalla terza dimensione dell’accordatura bassa, ammiccante al pop-esque. Devo ammettere che la formazione rende molto nel genere e forse potrebbe pensare di sperimentare maggiormente questo tipo di sonorità. Si tratta del pezzo edulcorato del disco, con vista su un altro spaccato della capacità creativa della formazione tedesca.

 

 

 

 

Apre con un catchy chorus à la While She Sleeps Curious Minds. Il metalcore si tinge di sintetizzato e integra ancora il sopracitato lavoro protagonista di basso, pulsante e qui spesso in solo. Il brano incastra una grande proporzione di melodico all’interno del metalcore più battente, con una valenza bittwersweet. Sono combinate linee di chitarra circolari piuttosto stridenti a supportare i momenti di maggiore tensione, con sussurrati vocali, qualche dissonanza e harsh vocals demolitrici. Il ritornello cerca il pulito potente e la sovra incisione di pulito e distorto per non perdere il tratto heavy per la strada melodica.

 

L’ultimo brano di questo EP di debutto degli Impvlse si chiama Lost Latitudes e aggrappa l’attenzione su una variazione finale: una chitarra acustica, con un flair flamenco e noir, che resta a lungo mentre l’elettrica entra gradualmente. In questa intro c’è un’influenza Cane Hill dell’ultimo EP sperimentale Kill The Sun. Bastano pochi minuti ad agganciare l’ascoltatore, e si resta intrappolati in un brano dotato di fascino. E ora si comprenderà meglio quello che intendevo per registro medio o di comfort di questo cantante, dove la resa è squisita. C’è un groove pazzesco nella mattanza del riffing down tuned e nei passaggi rombanti di combinazione matematica tra blast beats, riffing e basso. Incredibilmente, il brano tende ad accendersi e spegnersi, collocando un lavoro di solista brillante tra le sezioni. Il tutto è rivestito da un involucro di synth evanescente che ha tutto da regalare alla struttura. Un brano fantastico con cui chiudere.

 

 

 

 

Gli Impvlse debuttano sulla scena con un sound dinamico che, attraverso la collezione da sei brani, mostra diversi aspetti della musicianship del giovane quintetto tedesco. Con ottima resa nel chug metalcore a tutti bassi e chitarroni, nel progressive metalcore di caratura tecnica e altrettanto potenziale sul versante melodic hardcore, la formazione sta cercando la strada per definire e modellare il proprio output sonoro, di cui i brani più antagonistici e più melodici sono già in vetrina. A partire da queste premesse e la visione sulla doppietta heavy-melodic, la formazione mostra di avere il talento e il potenziale per collocare il prossimo lavoro su un formato definito che attinga ai punti di forza ascoltati in VICE VERSA EP. Buona fortuna Impvlse!

 

 

Rating: 8.8/10

Brani suggeriti: Constellations, Petrichor, Vice Versa, Lost Latitudes

 

 

Impvlse – Vice Versa tracklist:

 

1. Constellations

2. Vice Versa

3. Petrichor

4. Elapsed

5. Curious Minds

6. Lost Latitudes

 

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Impvlse Vice Versa EP, Impvlse, Impvlse band, Impvlse metalcore band, Impvlse Vice Versa, Impvlse Vice Versa EP recensione, Impvlse Vice Versa EP review, Listen to Impvlse Vice Versa EP, Ascolta Impvlse Vice Versa EP, Stream Impvlse Vice Versa EP, Impvlse Vice Versa tracklist, Constellations, Vice Versa, Petrichor, Elapsed, Curious Minds, Lost Latitudes, Christian Marsch, Jason Loth, Tom Löhnert, Marcel Desch, David Häußer, recensioni metalcore, metalcore, progressive metalcore, German metalcore bands, metalcore EP 2019, metalcore 2019, metalcore albums 2019, metalcore albums, underground metalcore bands, progressive metalcore albums, nuove uscite metalcore, album metalcore novembre 2019, metalcore albums November 2019, metalcore releases November 2019, new metalcore albums November 2019, metalcore chart, metalcore novembre 2019, underground metalcore

 

 

 

www.impvlse.de

www.facebook.com/impvlseGER

www.instagram.com/impvlse.official

www.twitter.com/impvlseger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound