KADINJA: la formazione prog-tech parigina al secondo album SUPER 90’.

Kadinja Super 90 review, Kadinja, Kadinja band, Kadinja progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, progressive metal, djent, French metalcore, French metalcore bands, progressive metalcore albums 2019, progressive metalcore releases 2019, new metalcore albums 2019, djent albums 2019, nuovi album metalcore gennaio 2019, new metalcore releases January 2019, metalcore January 2019, Arising Empire, Nuclear Blast, Kadinja Super 90, Kadinja Super 90 album, Kadinja Super 90 tracklist, Kadinja Super 90 review, Kadinja Super 90 recensione, Ascolta Kadinja Super 90, Listen to Kadinja Super 90, Stream Kadinja Super 90, new album by Kadinja, Philippe Charny Dewandre, Pierre Danel, Quentin Godet, Steve Tréguier, Morgan Berthet, Empire, From The Inside, The Modern Rage, Icon, The Right Escape, Véronique, Episteme (Acoustic), Strive, Muted Rain, House Of Cards, Avec tout mon Amour, Kadinja Empire video, Kadinja From The Inside Video, Kadinja The Modern Rage video, kadinja, KadinjaSuper90, Kadinja Ascendancy, NowPlaying, NewMusic, metalcore bands

KADINJA.

Progressive metalcore parigino.

 

 

 

 

Spesso associati ai grandi nomi del panorama oltreoceano, i KADINJA sono la proposta francese del progressive metalcore e del djent. Con formazione a Parigi nel 2013, la band esplora il versante tecnico e progressivo del metal, con una capacità notevole alla tastiera cordofona e nessuna paura a sperimentare territori meno consueti.

 

La formazione include Philippe Charny Dewandre alle vocals, Pierre Danel e Quentin Godet alle chitarre, il bassista Steve Tréguier e il batterista Morgan Berthet.

 

 

 

Kadinja, Kadinja band, Kadinja progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, progressive metal, djent, French metalcore, French metalcore bands, progressive metalcore albums 2019, progressive metalcore releases 2019, new metalcore albums 2019, djent albums 2019, nuovi album metalcore gennaio 2019, new metalcore releases January 2019, metalcore January 2019, Arising Empire, Nuclear Blast, Kadinja Super 90, Kadinja Super 90 album, Kadinja Super 90 tracklist, Kadinja Super 90 review, Kadinja Super 90 recensione, Ascolta Kadinja Super 90, Listen to Kadinja Super 90, Stream Kadinja Super 90, new album by Kadinja, Philippe Charny Dewandre, Pierre Danel, Quentin Godet, Steve Tréguier, Morgan Berthet, Empire, From The Inside, The Modern Rage, Icon, The Right Escape, Véronique, Episteme (Acoustic), Strive, Muted Rain, House Of Cards, Avec tout mon Amour, Kadinja Empire video, Kadinja From The Inside Video, Kadinja The Modern Rage video, kadinja, KadinjaSuper90, Kadinja Ascendancy, NowPlaying, NewMusic, metalcore bands

 

 

 

A partire dal primo self-titled EP del 2013, la band ha raffinato il proprio sound e pubblicato il primo full-length nel 2017, Ascendancy fino al nuovo SUPER 90’ in release lo scorso 18 gennaio 2018 tramite la nuova etichetta Arising Empire col quale, come da titolo, i Kadinja celebrano il proprio amore per la musica degli anni 90’.

 

Nell’autunno 2018 hanno condiviso il tour dei rappresentanti del progressive metal inglese MONUMENTS, come pure condiviso i palchi europei di nomi quali BETRAYING THE MARTYRS, ANIMALS AS LEADERS, DEVIN TOWNSEND PROJECT e così via.

 

 

 

 

KADINJA. SUPER 90’.

Track by track review

 

 

 

 

Kadinja Super 90 album, Kadinja, Kadinja band, Kadinja progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, progressive metal, djent, French metalcore, French metalcore bands, progressive metalcore albums 2019, progressive metalcore releases 2019, new metalcore albums 2019, djent albums 2019, nuovi album metalcore gennaio 2019, new metalcore releases January 2019, metalcore January 2019, Arising Empire, Nuclear Blast, Kadinja Super 90, Kadinja Super 90 tracklist, Kadinja Super 90 review, Kadinja Super 90 recensione, Ascolta Kadinja Super 90, Listen to Kadinja Super 90, Stream Kadinja Super 90, new album by Kadinja, Philippe Charny Dewandre, Pierre Danel, Quentin Godet, Steve Tréguier, Morgan Berthet, Empire, From The Inside, The Modern Rage, Icon, The Right Escape, Véronique, Episteme (Acoustic), Strive, Muted Rain, House Of Cards, Avec tout mon Amour, Kadinja Empire video, Kadinja From The Inside Video, Kadinja The Modern Rage video, kadinja, KadinjaSuper90, Kadinja Ascendancy, NowPlaying, NewMusic, metalcore bandsInizia in modo curioso questo disco, con un’introduzione dai suoni ovattata con un certo campo di distanza, che raggiungono la massima definizione al ventesimo secondo: Empire. Il disco apre con un pezzo dalle sonorità progressive/djent classiche con riffing stoppato e shredding tecnico, marcato e ultra definito e un’alternanza di linea vocale distorta e innesti di pulito sul ritornello melodico. Nel retro del brano c’è un’atmosfera nebulizzata che resta la sola da quando il brano, al minuto 3,24, si smorza in favore dell’ambience con un lontano arpeggio su tutta la lunga coda del brano.  Questa sezione di chiusura lascia un senso di incompiuto che per conduzione porta al secondo brano From the Inside.

 

 

Guarda il video ufficiale di Kadinja – Empire:

 

 

Questo secondo pezzo è introdotto da marcati bassi e gloria progressive, e seguita con una presenza abbondante di atmosferico, sintetizzato e melodico. L’impiego prevalente di clean vocals si combina bene col melodico, con rare apparizioni di harsh vocals. Per questo brano la reminescenza Monuments è venuta spontanea, specialmente riguardo l’ultimo disco dove la formazione inglese ha abbracciato un maggiore melodico. Per gli amanti del tecnico c’è del talento nel passaggio centrale. Anche qui la sezione di chiusura crea attesa, lasciando la sola chitarra in sospensione.

 

Guarda il video ufficiale di Kadinja – From The Inside:

 

 

Transizione verso l’immancabile heaviness, su un tappeto ritmico mitragliante e un fulminante riffing stoppato con mestiere battente di bassi: The Modern Rage. Un brano per niente scontato, perché si spezza su un passaggio melodico, inatteso, vista la partenza del brano dal candido cantato pulito, spezzato di tanto in tanto da high screaming. Si tratta di un brano strutturato e imprevedibile, che procede su una mistura di heaviness dalle tinte oscure e disperate, e armonie vocali, mantenendo il controllo del caos.

 

Guarda il video ufficiale di Kadinja – The Modern Rage:

 

 

Con un’inizio minimalista e un fondo di basso, il brano Icon. La linea vocale, qui tra l’intimo e il confidenziale adotta una serie di registri di testa e più pieni, con sovraincisioni, armonizzazioni leggerissime, cori e quantaltro. Icon è un brano progressivo che guarda al versante melodico. Seppure il cantato sia emozionale ed espressivo qui, questo cantante ha un impatto decisamente minore rispetto ad altri vocalist del panorama metalcore e simili su tutti i registri. Ha una timbrica convenzionale, a cui manca quel plus valore di potenza per lacerare o entusiasmare del tutto.

 

La caratteristica portante di The Right Escape è l’impressionante lavoro di corde in dicotomia melodica-progressiva che riflette la doppietta di harsh e clean vocals. Qui il pulito è prevalente e tra atmosfere e pennellate più tenui  del brano ci sono reminescenze dai compatrioti Novelists.

 

 

È la volta del brano più lungo del disco, che supera i sei minuti: Véronique, che rientra sul perimetro più incendiario dei Kadinja. Rovesciando la formula del cantato, qui le harsh vocals sono predominanti, riservando il clean al solo ritornello che risulta più potente rispetto ad altri brani. Per lo screaming sono in vetrina numerose stilistiche con tanto di pig squeals. Questo cantante conosce la tecniche vocale, ma continua a incontrare meno favore dal mio orecchio, che preferisce versioni più corpose e massicce del growl e simili. Questo è un pezzo molto psicotico e nevrotico nel riffing, e nella ritmica battente con costanti variazioni, accelerazioni e rallentamenti trafitti da un languido e inquietante giro di pungente chitarra sottostante. Il ritornello è un catchy chorus di indiscussa bellezza. Dal quarto minuto, si apre un interludio di cantato trascinato e disperato, su solo accompagnamento di chitarra, che funziona da crescendo a tutta la lunga coda di chiusura strumentale del brano. È un brano molto tormentato e vorticoso, in continua evoluzione.

 

I Kadinja diluiscono una traccia acustica nel disco, si chiama Episteme ed è un brano che apporta la sua meraviglia alla selezione. Con cori e armonizzazioni vocali, e un backdrop di archi, si evolve intorno alla delicatezza totale della voce. Concedendo una pausa ossigenante, l’intermezzo acustico favorisce l’ingresso al fretwork del brano successivo Strive. Gli istanti di ritmica sincopata, harsh vocals e rapido riffing si intersecano a un ritornello pulito, che ancora mi ricorda i Novelists.

 

 

Martella sin dall’apertura Muted Rain dove l’architettura djent è monumentale. Ospita una curiosa presenza di cantato che attinge al rap metal in brevi versi e perde un poco sul cantato pulito del ritornello che sembra slacciato dall’accompagnamento e fuori tono. Il chorus ha molto potenziale, ma l’interpretazione della linea vocale non è eccellente. Gli istanti di distorto e lo strumentale incendiario, accozzaglia controllata del caos, sono più tosti e convincenti. C’è un pizzicato retrostante che sembra provenire da un cordofono orientale e una sezione finale di glorioso assolo che sugli virtuosismi di chitarra si porta via il pezzo.

 

 

 

Kadinja band, Kadinja, Kadinja progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, progressive metal, djent, French metalcore, French metalcore bands, progressive metalcore albums 2019, progressive metalcore releases 2019, new metalcore albums 2019, djent albums 2019, nuovi album metalcore gennaio 2019, new metalcore releases January 2019, metalcore January 2019, Arising Empire, Nuclear Blast, Kadinja Super 90, Kadinja Super 90 album, Kadinja Super 90 tracklist, Kadinja Super 90 review, Kadinja Super 90 recensione, Ascolta Kadinja Super 90, Listen to Kadinja Super 90, Stream Kadinja Super 90, new album by Kadinja, Philippe Charny Dewandre, Pierre Danel, Quentin Godet, Steve Tréguier, Morgan Berthet, Empire, From The Inside, The Modern Rage, Icon, The Right Escape, Véronique, Episteme (Acoustic), Strive, Muted Rain, House Of Cards, Avec tout mon Amour, Kadinja Empire video, Kadinja From The Inside Video, Kadinja The Modern Rage video, kadinja, KadinjaSuper90, Kadinja Ascendancy, NowPlaying, NewMusic, metalcore bands

 

 

 

Nonostante il disco sia di  una complessità non semplice da capire e forse apprezzare in pieno, di certo ai Kadinja non manca la creatività artistica tradotta qui in dinamismo. House of Cards è esempio di un’altra variazione del melodico, ricco di linee sintetizzate ed elementi tintinnanti, con quelle che sembrano tastiere retrostanti dall’amato flair anni ‘90. La voce è sempre un po’ scarica, e arriva fino a un certo punto, vedesi la sezione centrale vicino al secondo minuto, nonostante questo mette in pratica un accessibile ritornello orecchiabile.

 

Un’altra traccia superiore ai sei minuti, la closer Avec tout mon Amour che rende ancora più vero quanto detto sopra. Apre con acustica e percussioni che non hanno niente a che vedere col metalcore. Una traccia con una lunghissima introduzione strumentale, dove il cantato non sopraggiungere a prima della metà inoltrata. E sono cori gospel, vocalizzati e armonizzati. Qualcosa di scioccante. Sperimentando elementi dall’alternative rock, il post-rock e scenari onirico-vocali, il brano assorbe gradualmente elementi progressivi nelle corde, e si scioglie sul funky, con assoli in chitarra pulita e inaspettate textures.

 

 

Il nuovo dei Kadinja è un album che mette in vetrina un riffing serrato e virtuoso, come il genere richiede e fa un fine mestiere per soddisfarlo. I Kadinja in Super 90’ sono in grado di catturare il favore degli amanti della tecnica. Del disco c’è da dire in conclusione, che la melodia è ben miscelata alla heaviness, quanto al dinamismo di undici tracce con aspetti diversi e che si allungano su diversi soundscape. Quanto ai punti più deboli, la linea vocale, che rende meno di quello che potrebbe su uno strumentale così complesso, e la poca memorabilità di ritornelli o passaggi poco accessibili tra i repentini cambiamenti della composizione. Rispetto agli ultimi dischi dei colleghi del genere progressive metalcore, la catchiness e il coinvolgimento dell’ascoltatore qui si perde tra i brani.

 

 

Rating: 7.8/10

Brani suggeriti: Empire, From The Inside, The Modern Rage, The Right Escape, Véronique

 

 

Kadinja – Super 90’ tracklist completa:

 

 

1. Empire

2. From The Inside

3. The Modern Rage

4. Icon

5. The Right Escape

6. Véronique

7. Episteme (Acoustic)

8. Strive

9. Muted Rain

10. House Of Cards

11. Avec tout mon Amour

 

 

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Kadinja Super 90 album, Kadinja, Kadinja band, Kadinja progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, progressive metal, djent, French metalcore, French metalcore bands, progressive metalcore albums 2019, progressive metalcore releases 2019, new metalcore albums 2019, djent albums 2019, nuovi album metalcore gennaio 2019, new metalcore releases January 2019, metalcore January 2019, Arising Empire, Nuclear Blast, Kadinja Super 90, Kadinja Super 90 tracklist, Kadinja Super 90 review, Kadinja Super 90 recensione, Ascolta Kadinja Super 90, Listen to Kadinja Super 90, Stream Kadinja Super 90, new album by Kadinja, Philippe Charny Dewandre, Pierre Danel, Quentin Godet, Steve Tréguier, Morgan Berthet, Empire, From The Inside, The Modern Rage, Icon, The Right Escape, Véronique, Episteme (Acoustic), Strive, Muted Rain, House Of Cards, Avec tout mon Amour, Kadinja Empire video, Kadinja From The Inside Video, Kadinja The Modern Rage video, kadinja, KadinjaSuper90, Kadinja Ascendancy, NowPlaying, NewMusic, metalcore bands

 

 

 

www.facebook.com/KADINJA

www.twitter.com/kadinja

www.instagram.com/kadinjaofficial

kadinja.bandcamp.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound