KILLSWITCH ENGAGE abbracciano una causa nobile per il COVID-19 e pubblicano ATONEMENT II B-SIDES FOR CHARITY.

Killswitch Engage Atonement II recensione, Killswitch Engage, Killswitch Engage band, Killswitch Engage metalcore band, metalcore albums, metalcore bands, Killswitch Engage Atonement II, Killswitch Engage Atonement II B-Sides For Charity tracklist, Killswitch Engage Atonement II recensione, Killswitch Engage Atonement II review, Listen to Killswitch Engage Atonement II, Stream Killswitch Engage Atonement II, Ascolta Killswitch Engage Atonement II, Killswitch Engage Atonement II B-Sides For Charity, new album by Killswitch Engage, metalcore albums May 2020, metalcore releases May 2020, nuove uscite metalcore, metalcore 2020, album metalcore maggio 2020, Metal Blade Records, Killswitch Engage Atonement II tracklist, Killswitch Engage Atonement II tracklisting, Jesse Leach, Adam Dutkiewicz, Joel Stroetzel, Mike D'Antonio, Justin Foley, nuovo album Killswitch Engage, KSE, new metalcore May 2020, metalcore, metalcore maggio 2020, To The Great Beyond, Hollow Convictions, Killing of Leviathan, No Devotion, I Feel Alive Again, Prophets of Treason, Killswitch Engage B-Sides, Killswitch Engage for COVID-19, Center for Disaster Philanthropy, COVID-19 Relief Fund, Killswitch Engage Atonement II EP

KILLSWITCH ENGAGE

 

 

 

Killswitch Engage, Killswitch Engage band, Killswitch Engage metalcore band, metalcore albums, metalcore bands, Killswitch Engage Atonement, Killswitch Engage Atonement album, metalcore albums August 2019, metalcore releases August 2019, nuove uscite metalcore, metalcore 2019, album metalcore agosto 2019, Metal Blade Records, Ascolta Killswitch Engage Atonement, Stream Killswitch Engage Atonement, Listen to Killswitch Engage Atonement, Unleashed, The Signal Fire (feat. Howard Jones), Us Against The World, The Crownless King (feat. Chuck Billy), I Am Broken Too, As Sure As The Sun Will Rise, Know Your Enemy, Take Control, Ravenous, I Can’t Be The Only One, Bite The Hand That Feeds, Killswitch Engage Atonement tracklist, Killswitch Engage Atonement tracklisting, Killswitch Engage Atonement recensione, Killswitch Engage Atonement review, Jesse Leach, Adam Dutkiewicz, Joel Stroetzel, Mike D'Antonio, Justin Foley, Howard Jones, new album by Killswitch Engage, nuovo album Killswitch Engage, KSE, new metalcore August 2019, Killswitch Engage Atonement II, Killswitch Engage Atonement II B-Sides For Charity tracklist, Killswitch Engage Atonement II recensione, Killswitch Engage Atonement II review, Listen to Killswitch Engage Atonement II, Stream Killswitch Engage Atonement II, Ascolta Killswitch Engage Atonement II, Killswitch Engage Atonement II B-Sides For Charity, new album by Killswitch Engage, metalcore albums May 2020, metalcore releases May 2020, nuove uscite metalcore, metalcore 2020, album metalcore maggio 2020, Metal Blade Records, Killswitch Engage Atonement II tracklist, Killswitch Engage Atonement II tracklisting, Justin Foley, nuovo album Killswitch Engage, KSE, new metalcore May 2020, metalcore, metalcore maggio 2020, To The Great Beyond, Hollow Convictions, Killing of Leviathan, No Devotion, I Feel Alive Again, Prophets of Treason, Killswitch Engage B-Sides, Killswitch Engage for COVID-19, Center for Disaster Philanthropy, COVID-19 Relief Fund, Killswitch Engage Atonement II EP

 

 

 
I KILLSWITCH ENGAGE abbracciano la causa in favore dell’emergenza COVID-19 e pubblicano un EP a sorpresa. Dopo l’acclamato ottavo album in studio ATONEMENT del 2019, i padri fondatori del metalcore statunitense, pubblicano ATONEMENT II B-SIDES FOR CHARITY l’8 maggio 2020 tramite Metal Blade Records. Si tratta di una collezione da sei tracce estratte dalle sessioni di incisione del precedente full-length, ma escluse dall’album. L’iniziativa è volta alla devoluzione del 100% del ricavato al Fondo di Soccorso per il COVID-19 del Center for Disaster Philanthropy. 

 

 

 

 

KILLSWITCH ENGAGE. ATONEMENT II B-SIDES FOR CHARITY.

Track by track review

 

 

 

La formazione di Jesse Leach, Mike D’Antonio, Joel Stroetzel, Adam Dutkiewicz e Justin Foley torna dunque con sei capitoli inediti che non si discostano troppo dall’equilibrio di heaviness e melodic che aveva caratterizzato Atonement con enormi ritornelli e ritmiche martellanti. La furia e l’emozione sono ancora i due elementi centrali di una formula che è da sempre il marchio a fuoco sonoro dei Killswitch Engage, e passa attraverso la timbrica inconfondibile di Jesse Leach. Questa mini collezione favorisce ancora il versante heavy con una diluizione melodica e una serie di influenze fuori dal genere di appartenenza.

 

Nel precedente album, si evinceva un’influenza thrash e influssi dal metal che uscivano dal perimetro prettamente metalcore. Questo si risente nell’intero Atonement II e sin dal primo brano To The Great Beyond. Un capitolo battente e martellante con una serie di gang chants incalzanti in supporto alla linea vocale principale e un virtuoso lavoro di chitarra. Sul tappeto ritmico, il pezzo stabilisce un groove che fa immancabilmente sbattere la testa caricando l’ascoltatore. Dal centro una repentina variazione ritmica spinge l’esecuzione oltre quella regolarità in vista di un drumming scavezzacollo appaiato al palm muting serrato. La furia si va quindi  dissipando per lasciar emergere un bell’assolo in coda. Il disco attacca dalla storia del percorso di Jesse Leach e la visione personale sulla vita e il mondo circostante.

 

 

 

 

Parte accattivante sul riffing Hollow Convictions con un’introduzione ponderata e una coinvolgente ritmica, stavolta da battere il piede. La porzione melodica è aggregata in alta percentuale su un interludio centrale arpeggiato e giri circolari che subentreranno sulla seconda parte del brano e sul ritornello. Il ritornello arriva in forma teatrale, è cantato in pulito per intero e integrato dalle backing vocals. Ecco quindi quella formula decantata di heaviness e catchiness, che i Killswitch Engage hanno praticamente impressa nel songwriting dopo più di due decadi di musica e otto album.

 

Come per la traccia di apertura l’influenza thrash e delle varie contaminazioni del metal faceva capolino, qui si manifesta in pieno con Killing of Leviathan. Reminiscente di Trivium e compagni, è una traccia che si percorre col fiato corto su un cardiopalmo ritmico inarrestabile. Il drumming stellare è protagonista dell’intera esecuzione, responsabile anche di quei brevi istanti di groove che pure compaiono. La brutalità viene spinta oltre l’asticella e non trova una chiusura sfumata, se non che il pezzo si arresta proprio mentre l’accelerazione era maniacalmente in atto.

 

 

 

 

Dalla furia alla finesse. No Devotion apre con un arpeggio mellifluo e sinuoso attingendo dal melodico la bellezza che fluisce attraverso le arterie del brano, seppure le cose si facciano quasi subito arroventate. Come anticipato, tutto l’EP è caratterizzato da una pletora di influenze metal che escludono la sola marcatura –core. Del metalcore restano i chitarroni e parte di quelle ritmiche tipiche, ma come anche qui è evidente, l’evoluzione della musicianship è vasta. No Devotion accoglie un anthemic chorus, di quelli che sono scritti per essere ricordati e per rendere un pezzo memorabile in una selezione. Insieme a Hollow Convinctions e I Feel Alive Again, questa traccia è una delle più personali di Jesse Leach per le tematiche discusse nelle lyrics e quella serie di crisi legate all’amore, alla fede e alla disillusione nei confronti della vita che richiedono necessariamente di cambiare prospettiva e lottare.

 

Con un vibe allegro e concitato il penultimo brano I Feel Alive Again con uno squisito lavoro di chitarra in sintonia con un ritornello altrettanto magnetico. Con una ventata di sonorità radio edit o se vogliamo, orientate all’arena rock, il pezzo è accessibile e orecchiabile. Adatto a larghi palati del metal e non solo, offre una vista sul melodico incastonato dentro a brevi sezioni di metalcore, in linea con la moderna offerta dei colleghi Atreyu e All That Remains e di tutte quelle band che negli ultimi anni hanno allargato l’orizzonte blindato del –core sull’accessibilità.

 

 

 

 

La closer Prophets of Treason è una traccia epica. Più aderente al sound à la Killswitch Engage, ne riprende il marchio tipico del riffing e dei cori lungimiranti. Drammatico quel tanto che basta a distendere un velo atmosferico e suggestivo sull’arrangiamento, il pezzo è regolato da una variazione ritmica in liquida transizione tra le sezioni e si apre spazioso su quel ritornello epico che funziona come una calamita. Un gran bel pezzo che ruota intorno a una combinazione gloriosa di melodico emozionale, lento e languido, con impennate metalcore nella doppietta corde-pelli. Del brano la molteplicità di stilistiche vocali, sovra incise o meno e la solista in gloria sono un valore aggiunto. È un brano maestoso, che sarebbe stato del tutto degno di essere parte della selezione di tracce del primo Atonement, ma felice di ritrovarlo qui.

 

 

 

 

Una produzione superba, cortesia di Metal Blade Records, tira ancora a lucido il secondo episodio della serie Atonement dei Killswitch Engage e poco c’è da dire su queste tracce, che non sono riuscite a candidarsi per l’album principale, ma per fortuna non sono andate perdute né lasciate cadere nel vuoto dell’oblio. Un’aggiunta al primo disco, che tra il silenzio delle uscite discografiche del mese di maggio, è una perla rara. Per la qualità top – degna dei veterani del metalcore – e per la causa nobile, l’album è decisamente una sorpresa da accogliere con favore e apprezzamento.

 

Rating: 9.5/10

Brani suggeriti: Hollow Convinctions, No Devotion, Prophets of Treason

 

Killswitch Engage – Atonement II B-Sides For Charity tracklist:

 

1. To The Great Beyond
2. Hollow Convictions
3. Killing of Leviathan
4. No Devotion
5. I Feel Alive Again
6. Prophets of Treason

 

 

 

 

Per tutte le recensioni e gli articoli sui KILLSWITCH ENGAGE di  SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/artists/killswitch-engage

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

Killswitch Engage Atonement II EP, Killswitch Engage, Killswitch Engage band, Killswitch Engage metalcore band, metalcore albums, metalcore bands, Killswitch Engage Atonement II, Killswitch Engage Atonement II B-Sides For Charity tracklist, Killswitch Engage Atonement II recensione, Killswitch Engage Atonement II review, Listen to Killswitch Engage Atonement II, Stream Killswitch Engage Atonement II, Ascolta Killswitch Engage Atonement II, Killswitch Engage Atonement II B-Sides For Charity, new album by Killswitch Engage, metalcore albums May 2020, metalcore releases May 2020, nuove uscite metalcore, metalcore 2020, album metalcore maggio 2020, Metal Blade Records, Killswitch Engage Atonement II tracklist, Killswitch Engage Atonement II tracklisting, Jesse Leach, Adam Dutkiewicz, Joel Stroetzel, Mike D'Antonio, Justin Foley, nuovo album Killswitch Engage, KSE, new metalcore May 2020, metalcore, metalcore maggio 2020, To The Great Beyond, Hollow Convictions, Killing of Leviathan, No Devotion, I Feel Alive Again, Prophets of Treason, Killswitch Engage B-Sides, Killswitch Engage for COVID-19, Center for Disaster Philanthropy, COVID-19 Relief Fund

 

 

www.killswitchengage.com

www.facebook.com/killswitchengage

www.twitter.com/kseofficial

www.instagram.com/killswitchengage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound