Psico-meccanica e virtuosismo materiale in un freak-show perenne. Between The Buried And Me. Automata II.

Between The Buried And Me Automata II review, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between BTBAM, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

Una recensione di Fabrizio Simile

 

 

 

Between The Buried And Me. Automata II.

Recensione traccia per traccia.

 

 

 

 

A distanza di ben quattro mesi tornano a gran richiesta e più freschi che mai i BTBAM (Between The Buried And Me) con la seconda parte del già superbo Automata I. La seconda parte, Automata II,  avrà rispettato le aspettative che si erano create con il precedente lavoro? Scopriamolo insieme immergendoci ancora una volta nelle atmosfere di Automata.

 

Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between BTBAM, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficialLa prima traccia, The Proverbial Bellow, si mostra in tutta la sua forza progressive metal e sin da subito non lascia spazio a giudizi affrettati. Si dimostra capace di cambiare tono e di trasformarsi attraverso giri di chitarra tecnici e melodici, ricade su riffing pesante e ben ritmato quasi al limite del thrash metal. Tutti i suoni si uniscono e si manifestano all’ascoltatore in un equilibrio compositivo fuori dal comune, assurdo, surreale. La tastiera in sottofondo pone in risalto il motivo principale guidato dalla chitarra e dalla batteria. E ad un tratto, trascinati da un intervento di tastiera arioso, onirico, veniamo ammaliati dalla voce leggiadra e trascinante del cantante Tommy Giles.

 

Il brano procede attraverso la via tracciata sin da sempre dai Between The Buried And Me, tra riff di chitarra virtuosi e momenti più distesi e pacati. Come sempre è difficile individuare un qual si voglia ritornello. Cercare di mettere ordine al caos è quasi impossibile, la musica scorre libera senza tracciare una rotta ben precisa senza tornare mai sui propri passi. Si alimenta di momenti veloci e di movimenti lenti. Acquista forza nel procedere verso atmosfere sempre più progressive, sempre più articolate, sempre più tecniche che mostrano una bravura dei BTBAM fuori dal comune.

 

Gli intermezzi generano fraseggi aggressivi con blast beats spaccadenti seguiti da harsh vocals eccentriche che creano il perfetto equilibrio, alternando come sempre il growl aggressivo alla voce pulita e angelica di Tommy Giles, senza annoiare mai l’ascoltatore. L’orecchio è continuamente guidato dall’imprevedibilità, dalla sorpresa e dalla ricerca di perfezione artistica in quella sconfinata landa sonora ricca di mille sfumature compositive. Verso la fine abbiamo un assolo di chitarra che ci regala ancora più emozione e ci annuncia che il brano sta per finire.

 

 

 

Between The Buried And Me band, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Listen to Between The Buried And Me Automata I, Stream Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between The Buried And Me Automata I review, Between The Buried And Me Automata I recensione, BTBAM, Condemned to the Gallows, House Organ, Yellow Eyes, Millions, Gold Distance, Blot, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

 

 

Il secondo brano, Glide, è una sorpresa, nel vero senso della parola. Dimenticate il progressive, siamo appena entrati come spettatori di un freak show popolato da esseri grotteschi. I BTBAM riescono anche in questo cambiando l’essenza stessa del suono, lo girano e rigirano a loro piacimento, e così facendo ci regalano momenti assolutamente fuori dagli schemi e unici. Glide procede come se fosse una vera e propria ballata da circo, il suono della fisarmonica strizza l’occhio all’atmosfera freak e giocosa, come se di lì a poco si presentassero sulla scena dei mostri, veri e propri fenomeni da baraccone.

 

Il brano termina con un up-tempo leggero e accattivante, guidato da un passaggio di pianoforte soft-jazz e dalla batteria in sottofondo, il tutto reso ancora più atmosferico da un continuo schiocco di dita che rende perfettamente l’idea di un lounge bar anni ’50 calato in un’atmosfera quasi francese. Questo motivetto mi ha ricordato uno dei pezzi più interessanti del precedente Parallax II: Future Sequence, altro disco incredibile dei Between The Buried And Me che ha rappresentato un netto spartiacque nella loro carriera, come se volesse rivolgere un encomio o un’eco rivolto al passato. Ma se Bloom rappresentava la parte dura e cruda di quell’atmosfera un po’ freak e up-tempo, Glide ne rappresenta la sua forma più distesa e rilassata, come se fosse un sospiro melodico di un passato ruvido e crudo, quasi forzatamente groove e aggressivo.

 

 

 

Between The Buried And Me Automata I review, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Listen to Between The Buried And Me Automata I, Stream Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between The Buried And Me Automata I review, Between The Buried And Me Automata I recensione, BTBAM, Condemned to the Gallows, House Organ, Yellow Eyes, Millions, Gold Distance, Blot, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

 

 

Il brano seguente, Voice of Trespass, continua l’atmosfera del precedente Glide e a gran sorpresa aggiunge il progressive metal al soft-jazz creando una forma di progressive-jazz. Il tutto è uno spettacolo, mostrando ancora una volta che i BTBAM sanno essere veramente camaleontici. Il brano salta da un motivo all’altro creando un’atmosfera gioiosa, goliardica, di festa e di felicità infinita che esplode e prende forma attraverso cambi di tonalità continui.

 

Up-tempo, giri di chitarra progressive che ricalcano la melodia della fisarmonica del brano precedente e continui cambi di tempo rendono questo brano un gioiello inestimabile, una vera e propria perla, uno dei pezzi più assurdi e virtuosi dei Between The Buried And Me. Poi ad un tratto, verso metà brano, l’atmosfera diventa più cupa e il suono diventa sempre più duro, materiale, pesante. Graffia e brucia grazie a growl continui e riff di chitarra serrati dal sapore progressive. La batteria batte come non ha mai battuto finora. I riff si accavallano tra di loro seguiti e uniti dalle distorsioni vocali e da blast beats spaccadenti inframmezzati da giri melodici che toccano il thrash e il groove metal.

 

Dopo alcuni fraseggi quasi al limite del math rock, il growl baritonale regna sovrano e l’atmosfera generale abbandona per sempre i lidi progressive-jazz. Siamo tornati nelle vere e proprie atmosfere dei nostri e ancora una volta sentiamo tutta la loro forma e sostanza che si crea e ricrea, si trasforma. La parte finale del brano si ricollega al precedente lavoro Automata I mediante un meccanismo linguistico che ho riscontrato nelle lyrics del brano: “We are hollow. Condemned to the gallows”.

 

Infatti Condemned To The Gallows è la traccia che apre Automata I. Così facendo i BTBAM hanno voluto sottolineare che il lavoro presentato e diviso va visto come un unicum, come un vero e proprio concept  album. Senza ulteriori indugi dirigiamoci verso il brano finale dell’intero progetto che prende il nome di Automata.

 

 

 

BTBAM, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Listen to Between The Buried And Me Automata I, Stream Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between The Buried And Me Automata I review, Between The Buried And Me Automata I recensione, BTBAM, Condemned to the Gallows, House Organ, Yellow Eyes, Millions, Gold Distance, Blot, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

 

 

The Grid è l’ultimo pezzo di Automata II che va a chiudere l’intera collezione. Questo brano rappresenta un po’ tutta la summa dell’intero percorso intrapreso dai Between The Buried And Me. Si sente e si vede ancora una volta la coerenza, la passione, il sentimento, l’emozione che ci vogliono trasmettere i BTBAM nella forma perfetta che assume sempre di più i tratti di un genere musicale che potrei definire experimental / progressive metal, andando non solo a toccare un genere ma mettendo insieme più generi tra di loro in un amalgama perfetto di consistenze sonore differenti.

 

Questa volta il progressive metal puro è stato ritoccato dal precedente soft-jazz che è andato ad alleggerire la formula ma non per questo l’ha resa assolutamente banale anzi l’ha riempita di colore e di adrenalina. L’intro decisamente soft quasi post-rock presenta dei passaggi molto interessanti e segue una traiettoria circolare e ripetitiva del motivo dominante. Non posso far altro che inchinarmi ancora una volta di fronte ad un songwriting cosi imperante.

 

Le lyrics dell’intero brano fanno ghiacciare il sangue e tremare le ginocchia perché subito si viene colpiti e inondati da così tanta malinconia compositiva. Passaggi di questo calibro lasciano senza fiato, fanno riflettere moltissimo, ci inchiodano ai nostri sentimenti. E a volte ci chiediamo se noi stessi fossimo delle macchine cosa accadrebbe alla nostra realtà:

 

 

“Inhale… we take it all in
Dying hands mold.. inhale
Dying hands hold
We break you… you’ll never know
Distinct cries for help rain down”

 

 

Subito l’atmosfera onirica si squarcia con un growl impetuoso che irrompe sulla scena disintegrando ogni sicurezza precedentemente costruita. Questa volta si hanno dei passaggi più netti e calcolati dei due registri vocali presentando un lavoro certosino e maniacale tra il continuo cambiamento di growl e clean in una formula senza soluzione di continuità. Come sempre il songwriting è ad altissimi livelli e riesce sempre a guidare l’ascoltatore disperso tra le varie melodie e impressioni. The Grid rappresenta sicuramente uno dei pezzi più “buriediani” e sicuramente mette la parola fine ad un progetto che è stato diviso proprio per dare la possibilità agli ascoltatori di studiarlo a dovere, di godere delle varie emozioni e di immagazzinare per bene ogni sensazione e sentimento scaturito da ciascun pezzo. Verso metà brano il tutto acquista un’aria più leggera e introspettiva, quasi filosofica, alla maniera più pura e sincera dei BTBAM. La voce sembra quasi assumere un tono di sicurezza e di comunione: “We are in this together”, ricordando il titolo di una canzone dei N.I.N. (Nine Inch Nails).

 

 

 

BTBAM band, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Listen to Between The Buried And Me Automata I, Stream Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between The Buried And Me Automata I review, Between The Buried And Me Automata I recensione, BTBAM, Condemned to the Gallows, House Organ, Yellow Eyes, Millions, Gold Distance, Blot, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

 

 

La voce di Tommy Rogers diventa pura luce, puro spirito, e le note angeliche e leggere toccano vette celestiali. Proprio come ci dice il brano dobbiamo farci forza l’un l’altro, all’interno di un mondo popolato da freaks e da mostri grotteschi. La nostra stessa vita è un circo e noi siamo equilibristi che cercano un equilibrio in tutto questo. Ma piano piano diventiamo memoria, iniziamo a diventare esseri materiali, degli automi fatti di organi sintetici e di unità di calcolo aritmetico-logiche: “Mental transformation. We have become their memory. Step back and feel the sun. Step back and touch the end. We are in this together. Millions circling”.

 

Il tutto è seguito da un outro sublime e magistrale, uno dei più belli che io abbia mai ascoltato, condito con un assolo di chitarra fantastico, che va a chiudere il brano in maniera eccellente regalando all’ascoltatore un momento di melodia pura.

 

 

 

Between The Buried And Me. Automata II.

Conclusioni

 

 

 

Automata II rappresenta ciò che i Between The Buried And Me hanno sempre desiderato e che hanno sempre portato avanti con orgoglio, con grande coraggio e coerenza. Compattezza, varietà, virtuosismo, un prodotto ben costruito, ricco di sfumature, mai banale nell’esecuzione e nella forma, capace di dare ancora più spessore all’intero progetto del “doppio album”.

 

Passando tra le varie melodie l’atmosfera di fondo rimane sempre quella di Automata I, rendendolo la perfetta continuazione che potesse mai esistere di un lavoro del genere. I BTBAM non ce la raccontano per come noi crediamo, dicono la loro e non si spaventano nel parlare, nel graffiare, nel ruggire, nello stupire e nel conquistare con i loro lavori sempre al di sopra delle aspettative, ricchi di pathos, di sentimento, di forza, violenza, capacità compositiva e freschezza artistica.

 

Perché Automata II non è noioso? Perché anche se non si sono distaccati minimamente dal loro stile, se non in particolari e rari casi, ad ogni ascolto il disco trasmette sempre delle emozioni nuove, ha la capacità di mutare, di trasformarsi, di cambiare pelle e di trasmettere tutta la sua linfa vitale. Ascolto dopo ascolto veniamo catapultati in nuove atmosfere, nuove terre della nostra mente. Il suono si fa più materiale, sembra quasi che quelle onde sonore si possano toccare, come se tutto ciò che stiamo ascoltando in verità lo stessimo vivendo nel presente e non nei meandri del nostro inconscio, catturati dai sonorità sognanti che aprono concetti spaziali infiniti, giri melodici che creano assuefazione e dipendenza.

 

 

 

Between The Buried And Me lineup, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Listen to Between The Buried And Me Automata I, Stream Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between The Buried And Me Automata I review, Between The Buried And Me Automata I recensione, BTBAM, Condemned to the Gallows, House Organ, Yellow Eyes, Millions, Gold Distance, Blot, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

 

 

Il giudizio finale spetta solo alla musica che si meraviglia nel momento stesso in cui i BTBAM creano e trasformano la struttura stessa del suono. Posso dire questa volta con assoluta certezza e senza alcuna nota negativa che l’intero album Automata rappresenta un vero e proprio capolavoro del Modern Progressive-metal (MDM). Sicuramente è un album che verrà ricordato nella storia della musica anche se parliamo pur sempre di una band di non facile ascolto; ma chi la saprà capire a fondo non rimarrà assolutamente deluso, anzi sarà sempre di più stupito da quello che questa band riesce a fare. Con questo album i BTBAM hanno saputo dimostrarsi ancora una volta all’altezza di ogni aspettativa possibile e immaginabile, hanno superato le più rosee aspettative portando sulla scena un lavoro finale fuori dai canoni standard, ripresentando la loro miglior veste più fresca che mai, non cedendo alla tentazione e rimanendo sempre e comunque coerenti con tutto quello che hanno fatto finora.

 

In questo caso non parliamo di lavoro, non parliamo di mercificazione della musica, non parliamo di “fare-per-vendere”, parliamo di vera e propria arte, di emozione, di sentimento, di ragione di vita. Parliamo del significato stesso che i Between The Buried And Me hanno voluto attribuire alla loro musica, che non è solamente musica nel vero senso della parola trasformata in onde sonore e suono, ma è speranza, sentimento, forza vitale, coraggio, tristezza, amore, odio, è tutto ciò che siamo ed è per questo che esistiamo.

 

 

Fabrizio Simile

 

 

 

 

 

Ho il piacere di ospitare questa recensione del nuovissimo album Automata II dei Between The Buried And Me da parte di Fabrizio Simile, musicista, cantante per harsh vocals e redattore. Per sapere di più su di lui, sbirciate nel suo music background:

www.sickandsound.it/meet-my-editors

 

Per tutte le recensioni e gli articoli sui Between The Buried And Me di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/artists/between-the-buried-and-me

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me , Between The Buried And Me band, Between The Buried And Me Automata I, Between The Buried And Me new album, metalcore, progressive metal, death metal, sickandsound, Between BTBAM, Sumerian Records, Between The Buried And Me Automata II, death metal, Silent Circus, Alaska, Colors, The Great Misdirect, The Parallax II: Future Sequence, Coma Ecliptic, Automata I, Automata II, Tommy Giles Rogers Jr., Paul Waggoner, Dustie Waring, Dan Briggs, Blake Richardson, Sumerian Records, Tommy Giles, Fabrizio Simile, progressive metal album review, Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II album, Stream Between The Buried And Me Automata II, Listen to Between The Buried And Me Automata II, Between The Buried And Me Automata II recensione, Between The Buried And Me Automata II review, The Proverbial Bellow, Glide, Voice of Trespass, The Grid, BTBAM, btbamofficial

 

 

www.betweentheburiedandme.com

www.facebook.com/BTBAMofficial

www.twitter.com/btbamofficial

www.instagram.com/btbamofficial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound