THY ART IS MURDER: il nuovo HUMAN TARGET spara sul contesto socio-politico con l’artiglieria pesante del deathcore.

Thy Art Is Murder Human Target recensione, Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder band, Thy Art Is Murder deathcore band, deathcore bands, deathcore albums, deathcore 2019, new album by Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder Human Target, Thy Art Is Murder Human Target album, Listen to Thy Art Is Murder Human Target, Stream Thy Art Is Murder Human Target, Ascolta Thy Art Is Murder Human Target, Nuclear Blast, Human Target, Thy Art Is Murder Human Target tracklist, Human Target, New Gods, Death Squad Anthem, Make America Hate Again, Eternal Suffering, Welcome Oblivion, Atonement, Voyeurs Into Death, Eye for an Eye, Chemical Christ, deathcore albums July 2019, deathcore releases July 2019, nuovi album deathcore, album deathcore uscita luglio, deathcore luglio 2019, new deathcore albums, CJ McMahon, Andy Marsh, Sean Delander, Kevin Butler, Jesse Beahler, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensione, nuove uscite deathcore, Thy Art Is Murder recensione, Thy Art Is Murder Human Target discografia, Thy Art Is Murder Human Target release date, Thy Art Is Murder Human Target review

THY ART IS MURDER: il quinto album HUMAN TARGET

 

 

 

 

La stagione d’oro del deathcore di questo 2019 è segnata dal nuovo dei THY ART IS MURDER, quinto album in studio per la formazione australiana da Sydney capitanata da uno dei migliori screamer del genere, CJ McMahon, e primo a vedere nella formazione il nuovo batterista Jesse Beahler. Seguiranno ad agosto il nuovo dei Carnifex e l’ultima fatica dei Fit For An Autopsy a ottobre. Santa trinità, a cui fa da apripista HUMAN TARGET, in release il 26 luglio 2019 tramite Nuclear Blast.

 

 

 

 

Thy Art Is Murder band, Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder deathcore band, deathcore bands, deathcore albums, deathcore 2019, new album by Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder Human Target, Thy Art Is Murder Human Target album, Listen to Thy Art Is Murder Human Target, Stream Thy Art Is Murder Human Target, Ascolta Thy Art Is Murder Human Target, Nuclear Blast, Human Target, Thy Art Is Murder Human Target tracklist, Human Target, New Gods, Death Squad Anthem, Make America Hate Again, Eternal Suffering, Welcome Oblivion, Atonement, Voyeurs Into Death, Eye for an Eye, Chemical Christ, deathcore albums July 2019, deathcore releases July 2019, nuovi album deathcore, album deathcore uscita luglio, deathcore luglio 2019, new deathcore albums, CJ McMahon, Andy Marsh, Sean Delander, Kevin Butler, Jesse Beahler, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensione, nuove uscite deathcore, Thy Art Is Murder recensione, Thy Art Is Murder Human Target discografia, Thy Art Is Murder Human Target release date, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensione
 

 

 

 


THY ART IS MURDER. HUMAN TARGET.

Panoramica e recensione

 

 

 

 

Thy Art Is Murder Human Target album, deathcore chart, Weekly Playlist, Top 10 Songs Of The Week, Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder band, Thy Art Is Murder deathcore band, deathcore bands, deathcore albums, deathcore 2019, new album by Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder Human Target, Thy Art Is Murder Human Target album, Listen to Thy Art Is Murder Human Target, Stream Thy Art Is Murder Human Target, Ascolta Thy Art Is Murder Human Target, Nuclear Blast, Human Target, Thy Art Is Murder Human Target tracklist, Human Target, New Gods, Death Squad Anthem, Make America Hate Again, Eternal Suffering, Welcome Oblivion, Atonement, Voyeurs Into Death, Eye for an Eye, Chemical Christ, deathcore albums July 2019, deathcore releases July 2019, nuovi album deathcore, album deathcore uscita luglio, deathcore luglio 2019, new deathcore albums, CJ McMahon, Andy Marsh, Sean Delander, Kevin Butler, Jesse Beahler, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensione, nuove uscite deathcore, Thy Art Is Murder recensione, Thy Art Is Murder Human Target discografia, Thy Art Is Murder Human Target release date, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensioneIn gergo il nuovo dei Thy Art Is Murder lancia semplicemente una sassata micidiale. Dieci tracce caricano d’assalto l’ascoltatore con un ariete da sfondamento dalla prima traccia e chiudono in gran finale. L’assalto è perpetrato su due fronti: quello strumentale e quello tematico. Human Target è un album che nelle lyrical themes attinge da una sfera socio-politica. La formazione del fighter per eccellenza dell’artiglieria pesante del deathcore è stata magistralmente capace di mettere a punto un disco che fondesse la potenza e l’estrema aggressività di sempre, ad un’altrettanto potente veicolazione di contenuti.

 

La traccia di apertura, Human Target affronta un argomento sensibile: la tratta degli organi, che riduce gli esseri umani a oggetti composti da parti che possono essere comprate e vendute. L’intera selezione è pompata al massimo della potenza e dell’aggressività che si percepiscono fin da qui con il fragore e il boato. La lacerazione di corde vocali ed elettriche arriva all’apice dello sferragliamento insieme al mitragliatore da cassa e rullante. Un caos volutamente non controllato e inarrestabile da apertura e chiusura.

 

 

 

 

Questo non è un album che può essere soltanto etichettato come mastodonte del deathcore in quanto al grado di distruzione messo in atto. Alcune delle tracce sono portatrici di un certo groove, che all’interno di un arrangiamento blindato, lasciano spazio al coinvolgimento mediante un tappeto ritmico accattivante, iniezioni melodiche di corde o un chorus da doveroso ricantato. È il caso della seconda New Gods, che parla del ruolo dei social media in correlazione alle problematiche moderne della salute mentale, un argomento relazionabile per l’attualità. L’apertura mette subito in mostra il groove anticipato con una ritmica incalzante, accompagnata subito dal catchy chorus su cui un’orda di cori insieme a CJ McMahon incalza sull’ascoltatore. L’heaviness spacca quindi la porta a calci con la linea vocale e un massiccio lavoro di pelli che lavorano congiuntamente per catalizzare il tormento e la disperazione del brano. Inarrestabile e pura violenza arrivano in faccia senza mezze misure con un ritornello in grado caricare qualunque soggetto in balìa di un brano memorabile, con elemento dannato sulla chitarra solista e nero sul riffing down tuned.

 

 

 

 

Sullo stesso versante di uno schema ritmico travolgente e sussulto collettivo i prossimi brani. Per primo il ritornello di Welcome Oblivion, traccia che accosta alla ritmica sfrenata un giro di chitarra mellifluo e tendenzialmente melodico e Death Squad Anthem che procede massiccia e blindata con istanti più cadenzati da true headbangers e un ritornello altrettanto in grado di aggrapparsi all’udito. In coda e non per questo meno memorabile, Make America Hate Again dove la gloria è interamente delle chitarre, responsabili di un fantastico magnetismo. Sul brano è disteso un sottile velo di synth dietro al ritornello che aggiunge all’atmosfera pesante. Un pezzo assurdo su cui i Thy Art Is Murder discutono della politica Americana e delle tattiche adottate da destra e sinistra, che alle ultime elezioni non hanno favorito nessun dibattito né una scelta informata.

 

Sul versante dell’aggressione senza limiti alla distruzione Eternal Suffering, regolata da un’intro drammatica, che nella formula di una nevrotica batteria in full blast e un frenetico mestiere di corde, cala una dose di apocalittico riuscendo per altro a suscitare non poco headbanging sulle aderenze ritmiche. Sullo stesso versante incendiario Atonement, che ruota intorno a una tematica attuale, la violenza sessuale talvolta non denunciata. Una traccia con un eccezionale lavoro di chitarre che si incastrano per favorire il tiro con una nuance melodica, in giustapposizione con la mattanza di batteria e harsh vocals. La coda del brano è la sezione più interessante. Insinua nell’arrangiamento una dose di vischiosa oscurità in manifestazione sul riffing tedioso. Le chitarre arrivano minacciose e chiudono sulla nota più nera.

 

 

 

 

Human Target è un disco che vede ancora CJ McMahon splendere sull’astuzia delle distorsioni vocali di cui l’espressione più apocalittica del low growl gutturale è esposta all’ennesima potenza nella traccia Voyeurs Into Death. Il pezzo è una miscela geniale di deathcore a tutti bassi e chitarroni e technical death metal.

 

Le tracce hanno ognuna una diversa struttura che le rende diverse riuscendo a riassettare l’attenzione capitolo per capitolo, senza incappare nella ripetitività del songwriting e di un album troppo compatto e identico di cui non si distinguono i brani. Ma attenzione, perché le variazioni che si ritrovano nel nuovo dei Thy Art Is Murder sono percepibili all’orecchio attento. Ossia, la dinamica del DNA dei pezzi attinge da quelle componenti di backdrop e dettagli, e NON affetta gli elementi principali del signature sound della formazione australiana. La sfumatura è talmente ben fatta che non si percepisce un salto dinamico, un vuoto o una sensazione di poca scorrevolezza. Eye for an Eye è proprio uno di quei brani con flair melodico, visibile in particolare in attacco, e che non si colloca fuori dall’amalgama infernale, ma viene assorbito gradualmente nel cataclisma mantenendo un nucleo nei giri portanti dell’elettrica e suscitando un notevole coinvolgimento.

 

 

 

 

La diversità nell’approccio alle elettriche è difatti quella che ha assorbito il massimo da un’architettura di cui sono le intercapedini a cambiare e non i muri portanti. ll disco si beve tutto d’un fiato grazie anche alla produzione e qualità del suono eccezionale, cortesia di Will Putney. Il che non vuol dire che tutte le tracce piaceranno allo stesso modo, ma che nel complesso non si resta spiazzati per virate sonore che arrivano in derapata, non ci sono deviazioni, non ci sono tracce deboli o riempitive. Tutt’altro, si resta appagati dalla grande fluidità della miscela di un album bilanciato e soprattutto, con ciascuna traccia si sviluppa un coinvolgimento diverso. Le tracce che piacciono sono fatte per restare a lungo nella memoria ed essere riavvolte.

 

In chiusura indubbiamente una standout track del disco e una delle mie preferite: Chemical Christ, una traccia dove i Thy Art Is Murder espongono la problematica della dipendenza da ogni genere di cosa, che diventa parte integrante della vita senza che se ne abbia talvolta la consapevolezza. Il brano brilla nel nucleo oscuro di un riffing altamente drammatico e dotato di incredibile fascino, che si va a ricercare di continuo attraverso un arrangiamento dal quale emerge e si nasconde. Il pattern ritmico, le chitarre e le vocals lavorano in congiunzione per trainare il brano in un’unica direzione che fonde l’energia e l’heaviness con l’aspetto melodico buio e tedioso del backdrop del brano. Il suono riflette specularmente la tematica della dipendenza che diventa nociva e che inghiotte nella stessa oscurità del circolo vizioso. Due mondi si incontrano sulle lyrics e si fondono in un unico brano.

 

 

 

 

Il nuovo dei Thy Art Is Murder mette in mostra una dinamica che si coglie con un ascolto attento, che rivela la diversità dei brani attraverso piccole variazioni che creano dieci tracce dotate ciascuna di una propria personalità. E personalità vuol dire evolvere quella che è ancora un’identità di base perpetuamente marcata e incendiaria, variandone il grado di heaviness, la struttura e la tematica pur cadendo all’interno dello stesso perimetro sociale e politico dei messaggi.

 

Human Target è senza ombra di dubbio uno dei deathcore Abums of The Year del 2019.

 

 

Rating: 10/10

Brani suggeriti: New Gods, Make America Hate Again, Welcome Oblivion, Voyeurs Into Death, Eye For An Eye, Chemical Christ

 

 

 

Thy Art Is Murder – Human Target tracklist:

 

 

1. Human Target

2. New Gods

 3.Death Squad Anthem

4. Make America Hate Again

5. Eternal Suffering

6. Welcome Oblivion

7. Atonement

8. Voyeurs Into Death

9. Eye for an Eye

10. Chemical Christ

 

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Thy Art Is Murder Human Target album, deathcore chart, Weekly Playlist, Top 10 Songs Of The Week, Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder band, Thy Art Is Murder deathcore band, deathcore bands, deathcore albums, deathcore 2019, new album by Thy Art Is Murder, Thy Art Is Murder Human Target, Thy Art Is Murder Human Target album, Listen to Thy Art Is Murder Human Target, Stream Thy Art Is Murder Human Target, Ascolta Thy Art Is Murder Human Target, Nuclear Blast, Human Target, Thy Art Is Murder Human Target tracklist, Human Target, New Gods, Death Squad Anthem, Make America Hate Again, Eternal Suffering, Welcome Oblivion, Atonement, Voyeurs Into Death, Eye for an Eye, Chemical Christ, deathcore albums July 2019, deathcore releases July 2019, nuovi album deathcore, album deathcore uscita luglio, deathcore luglio 2019, new deathcore albums, CJ McMahon, Andy Marsh, Sean Delander, Kevin Butler, Jesse Beahler, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensione, nuove uscite deathcore, Thy Art Is Murder recensione, Thy Art Is Murder Human Target discografia, Thy Art Is Murder Human Target release date, Thy Art Is Murder Human Target review, Thy Art Is Murder Human Target recensione

 

 

 

www.thyartismurder.net

www.facebook.com/thyartismurder

www.twitter.com/thyartismurder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound