VATIC: debuttano nell’aussiecore con stregati innesti melodici e atmosferici, INHIBITION EP.

Vatic Inhibition EP recensione, Vatic, Vatic band, Vatic metalcore band, Vatic Melbourne, Vatic Australian band, Vatic Inhibition EP tracklisting, Vatic Inhibition EP album, Vatic Inhibition EP, Listen to Vatic Inhibition EP, Stream Vatic Inhibition EP, Ascolta Vatic Inhibition EP, recensioni metalcore, metalcore, ambient metalcore, Australian metalcore, Aussiecore, Matt Payne, Dinesh Senaratna, Adam Bonnefin, Zakary Luttrell, Dylan Houston, Vatic Elegy feat. Jacob Charlton of Thornhill, Vatic Elegy video, underground metalcore bands, breakout metalcore bands, new metalcore albums September 2019, new metalcore releases September 2019, new metalcore EPs September 2019, nuovi album metalcore settembre, nuove uscite metalcore settembre, nuovi EP metalcore, metalcore albums, metalcore EPs, metalcore chart, metalcore playlist, metalcore bands, vaticaus, VATIC, Bottles, Fibreglass, Shade, Elegy, Songbird, Vatic Inhibition EP review

VATIC

 

 

 

 

Oggi in redazione parliamo di una formazione dalla famigerata terra dei canguri, dei koala..e del metalcore: l’Australia. Il panorama australiano offre una pletora di band mainstream fulcro del genere e osserva formazioni underground altrettanto pronte al grande debutto sulla scena dei generi a denti stretti.

 

I VATIC sono una formazione da cinque da Melbourne con il cantante Matt Payne, i chitarristi Dinesh Senaratna e Adam Bonnefin, il bassista e secondo cantante Zakary Luttrell e il batterista Dylan Houston.

 

 

 

 

Con un’esperienza live inarrestabile in terra australiana, hanno costruito una fan base condividendo il palco di nomi iconici come i compatrioti Thornhill, Confession, Pridelands, Diamond Construct e The Gloom In The Corner. I cinque componenti che provengono da background diversi, hanno lasciato confluire altrettanto differenti influenze nel prodotto sonoro che propongono, reminiscente di sonorità come quelle di Northlane, The Devil Wears Prada e Karnivool.

 

Dopo essersi affacciati sulla scena con i singoli Lament ed Elegy con la guest appearance di Jacob Charlton dai Thornhill, i VATIC hanno curato al dettaglio e pubblicato il primo lavoro INHIBITION EP in uscita il 20 settembre 2019.

 

Abbiamo avuto l’opportunità di fare due chiacchiere per approfondire il nuovo album con DINESH SENARATNA (chitarra solista). Per l’intervista di SICK AND SOUND con i VATIC: www.sickandsound.it/interview-introducing-melbourne-metalcore-quintet-vatic-and-the-process-behind-debut-ep-inhibition.

 

 

 

Vatic, Vatic band, Vatic Inhibition EP recensione, Vatic Inhibition EP review, Vatic metalcore band, Vatic Melbourne, Vatic Australian band, Vatic Inhibition EP tracklisting, Vatic Inhibition EP album, Vatic Inhibition EP, Listen to Vatic Inhibition EP, Stream Vatic Inhibition EP, Ascolta Vatic Inhibition EP, recensioni metalcore, metalcore, ambient metalcore, Australian metalcore, Aussiecore, Matt Payne, Dinesh Senaratna, Adam Bonnefin, Zakary Luttrell, Dylan Houston, Vatic Elegy feat. Jacob Charlton of Thornhill, Vatic Elegy video, underground metalcore bands, breakout metalcore bands, new metalcore albums September 2019, new metalcore releases September 2019, new metalcore EPs September 2019, nuovi album metalcore settembre, nuove uscite metalcore settembre, nuovi EP metalcore, metalcore albums, metalcore EPs, metalcore chart, metalcore playlist, metalcore bands, vaticaus, VATIC, Bottles, Fibreglass, Shade, Elegy, Songbird

 

 

 

VATIC. INHIBITION EP. 

Overview

 

 

 

 

Vatic Inhibition EP, Vatic, Vatic band, Vatic Inhibition EP recensione, Vatic Inhibition EP review, Vatic metalcore band, Vatic Melbourne, Vatic Australian band, Vatic Inhibition EP tracklisting, Vatic Inhibition EP album, Vatic Inhibition EP, Listen to Vatic Inhibition EP, Stream Vatic Inhibition EP, Ascolta Vatic Inhibition EP, recensioni metalcore, metalcore, ambient metalcore, Australian metalcore, Aussiecore, Matt Payne, Dinesh Senaratna, Adam Bonnefin, Zakary Luttrell, Dylan Houston, Vatic Elegy feat. Jacob Charlton of Thornhill, Vatic Elegy video, underground metalcore bands, breakout metalcore bands, new metalcore albums September 2019, new metalcore releases September 2019, new metalcore EPs September 2019, nuovi album metalcore settembre, nuove uscite metalcore settembre, nuovi EP metalcore, metalcore albums, metalcore EPs, metalcore chart, metalcore playlist, metalcore bands, vaticaus, VATIC, Bottles, Fibreglass, Shade, Elegy, SongbirdIl primo EP di debutto dei VATIC è una collezione da cinque tracce e display di un sound curato a tutti bassi e chitarroni con stregati innesti atmosferici e melodici. Istanti di tagliente riffing sono sostenuti da bassi di piombo e una miscela infernale di aggressività strumentale dalla sfumatura oscura. Un uso abbondante di synth permette la creazione di scenari sospesi, che nell’etereo trovano il terreno adatto all’esplosione del breakdown o all’iniezione di una linea vocale pulita, traino del melodico di alcuni brani. Inhibition EP è un viaggio sonoro dinamico attraverso l’heaviness e la melodia. Le double vocals catalizzano l’uno o l’altro aspetto su una formula tirata a lucido con un’ottima produzione. Un debutto prodigioso per la formazione da Melbourne.

 

 

 

 

 

VATIC. INHIBITION EP.

Track by track review

 

 

 

 

Il disco apre dalle atmosfere nebulizzate di Bottles su cui è innestato un pulsante basso e un giro di chitarra mellifluo. Qualche secondo di preambolo in sospensione è utile a prepararsi all’ingresso del mid growl lacerante, cortesia di Matt Payne, che apre la porta a calci e successivamente si evolverà su istanti di notevole low growl. Un lavoro di chitarra in palm muting fulminante morde e fugge da un arrangiamento che trae la propria linfa da un’alternanza di pace e inferno, tra istanti più aggrovigliati sulle corde dalla nuance oscura – elettriche e vocali – e boato di bassi, e passaggi che aprono a scenari evanescenti in sintetizzato. La coda del brano espone un intreccio interessante di clean vocals distanti e harsh vocals in primo piano. In chiusura la sensazione che resta dopo questo primo brano è di volerne ancora.

 

 

 

 

Fibreglass apre con una sezione creativa e dotata di un allure affascinante, tintinnante e regolata da atmosfere di vetro, tanto quanto il titolo. Candidato ai brani preferiti del disco, Fibreglass accosta al meglio del meglio del chug metalcore a tutti bassi, chitarroni in accordatura bassa, breakdown e tappeto ritmico sussultorio una serie di giri di chitarra melodici di bellezza straordinaria evidenti soprattutto nel ritornello. Attraverso i versi e gli interludi in suspense che si percorrono a fiato sospeso restano una serie di arpeggi e passaggi drammatici di corde, elementi supplementari di un metalcore solido e blindato.

 

Chiaroscuro in entrata per Shade, un brano bittersweet che nell’architettura metalcore prepotente fa colare un liquido sintetizzato come abbiamo ascoltato nelle altre, qui con la funzione di corroborarne l’aspetto più inquietante e spettrale. Il pezzo procede su una ritmica medio-rapida con un bel lavoretto da doppio pedale e pelli massiccio, riffing tagliente come una lama di rasoio e una superba combinazione di cantato pulito e distorto. Shade si inclina sul versante heavy delle cose, lasciando in secondo piano il melodico.

 

 

 

 

Per la penultima Elegy, scelta come forerunner del disco, i VATIC hanno scelto ancora il dinamismo sonoro e la collaborazione con Jacob Charlton dai Thornhill. Ecco che premendo play, il brano si presenta con un synth riverberato, a fondo dell’armonia per qualche secondo prima che entri il mastodonte della distorsione vocale della situazione. Con un giro di chitarra circolare di assoluta bellezza e un successivo arpeggio in delay altrettanto suggestivo, il melodico si cuce in profondità sulla pelle del metalcore roccioso in superficie. Il brano si spezza al minuto 1,08 sull’incanto di un interludio minimalista, che sposta la luce sulla sola voce pulita e delicata insieme a una serie di sottili elementi. Gradualmente entra la voce distorta in semi parlato, crescendo nell’intensità insieme all’arrangiamento stesso e costruendo un intelligente climax sullo screaming che fa esplodere l’atteso breakdown. Al minuto 2,20 un nuovo interludio melodico avvolto dall’armonia soffia acqua nuovamente nell’heaviness e regala un nuovo momento di coinvolgimento alla stregua della passione vocale e dell’emozione più pura. Elegy è un brano eccezionale, altro stand out di questo disco dei debutto dei VATIC.

 

Ascolta la release audio ufficiale di Vatic – Elegy feat. Jacob Charlton dai Thornhill:

 

 

Per la closer Songbird la formazione australiana ha scelto una manciata di secondi di palpitazione sintetizzata, in transizione su un altrettanto incalzante tappeto ritmico, cortesia di basso e drumming sostenuti. Bellissima quanto la precedente, al di sotto dello strumentale demolitore distende textures armoniche, prima nel riffing melodico poi nell’arpeggiato su cui un pantagruelico breakdown si apre la strada a tutta forza. Il livellamento di chitarre di questa formazione sembra essere una delle trame assolute di un output sonoro che della passione fa il suo punto di forza, e riesce ad esprimerlo sonoramente con più potenza ed energia possibile.

 

 

 

 

INHIBITION EP è una collezione di brani dinamica, esposizione di un sound emergente ma praticamente già pronto per il grande pubblico. Raffinato e curato al dettaglio, miscela scenari e atmosfere a un heaviness blindata senza spegnerne le fiamme, ma collocando il melodico in un quadro completo. Cinque tracce espongono una perizia tecnica e strumentale invidiabile per una band agli esordi e dunque i VATIC hanno messo in bella mostra il loro poker d’assi con un debutto che conosce bene le coordinate della strada verso il successo. Lunga vita alle giovani band che tengono alta la bandiera del metalcore dall’Australia, quello che io chiamo Aussiecore, e che riescono ad attraversare l’oceano fino a noi con prodotti del genere.

 

Rating: 10/10

Brani suggeriti: Fibreglass, Elegy, Songbird

 

 

Vatic – Inhibition EP tracklist:

 

1. Bottles

2. Fibreglass

3. Shade

4. Elegy

5. Songbird

 

 

 

 

Per tutti gli articoli e le recensioni sui VATIC di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/emerging/vatic

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

 

Vatic Inhibition EP, Vatic, Vatic band, Vatic Inhibition EP recensione, Vatic Inhibition EP review, Vatic metalcore band, Vatic Melbourne, Vatic Australian band, Vatic Inhibition EP tracklisting, Vatic Inhibition EP album, Vatic Inhibition EP, Listen to Vatic Inhibition EP, Stream Vatic Inhibition EP, Ascolta Vatic Inhibition EP, recensioni metalcore, metalcore, ambient metalcore, Australian metalcore, Aussiecore, Matt Payne, Dinesh Senaratna, Adam Bonnefin, Zakary Luttrell, Dylan Houston, Vatic Elegy feat. Jacob Charlton of Thornhill, Vatic Elegy video, underground metalcore bands, breakout metalcore bands, new metalcore albums September 2019, new metalcore releases September 2019, new metalcore EPs September 2019, nuovi album metalcore settembre, nuove uscite metalcore settembre, nuovi EP metalcore, metalcore albums, metalcore EPs, metalcore chart, metalcore playlist, metalcore bands, vaticaus, VATIC, Bottles, Fibreglass, Shade, Elegy, Songbird

 

 

 

www.facebook.com/Vatic.au

www.instagram.com/vaticaus

www.twitter.com/VaticAus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound