VOLUMES: la band prog metalcore lancia a sorpresa un EP dinamico, COMING CLEAN.

Volumes Coming Clean EP review, Volumes, Volumes band, Volumes progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, prog metalcore, Gus Farias, Myke Terry, Diego Farias, Raad Soudani, Nick Ursich, Coming Clean EP, Fearless Records, NO LOVE (featuring Fronz of Attila), hello goodbye, ALIVE, Revenant, Until The End, Coming Clean, The Concept of Dreaming EP, Via, No Sleep, Different Animals, Volumes Coming Clean EP, Listen to Volumes Coming Clean EP, Stream Volumes Coming Clean EP, Ascolta Volumes Coming Clean EP, new EP by Volumes, nuove uscite metalcore, new metalcore albums April 2019, metalcore 2019, progressive metalcore EP, metalcore EP, new metalcore releases, new metalcore April 2019, Volumes Coming Clean EP review, Volumes Coming Clean EP tracklist, Volumes Coming Clean EP recensione, progressive metalcore bands, progressive metalcore albums, new progressive metalcore albums, volumesband

VOLUMES

 

 

 

 

Da Los Angeles, California, i VOLUMES, formazione progressive metalcore in attività dal 2009 e attualmente nel roster Fearless Records. Il 24 aprile 2019 hanno pubblicato un EP a sorpresa, COMING CLEAN, che è il primo materiale ad uscire dopo l’ultimo album in studio del 2017 Different Animals. I Volumes sono: Gus Farias e Myke Terry alle double vocals, Diego Farias alla chitarra, Raad Soudani al basso e il batterista Nick Ursich. Hanno debuttato con il primo EP The Concept of Dreaming nel 2010, seguito dagli album in studio Via, No Sleep e Different Animals.

 

 

 

Volumes, Volumes band, Volumes progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, prog metalcore, Gus Farias, Myke Terry, Diego Farias, Raad Soudani, Nick Ursich, Coming Clean EP, Fearless Records, NO LOVE (featuring Fronz of Attila), hello goodbye, ALIVE, Revenant, Until The End, Coming Clean, The Concept of Dreaming EP, Via, No Sleep, Different Animals, Volumes Coming Clean EP, Listen to Volumes Coming Clean EP, Stream Volumes Coming Clean EP, Ascolta Volumes Coming Clean EP, new EP by Volumes, nuove uscite metalcore, new metalcore albums April 2019, metalcore 2019, progressive metalcore EP, metalcore EP, new metalcore releases, new metalcore April 2019, Volumes Coming Clean EP review, Volumes Coming Clean EP tracklist, Volumes Coming Clean EP recensione, progressive metalcore bands, progressive metalcore albums, new progressive metalcore albums, volumesband

 

 

 

 

 

VOLUMES. COMING CLEAN EP.

Track by track review

 

 

 

 

Coming Clean EP è una collezione da sei brani, che apre con NO LOVE, brano con featuring di Chris Fronzak dagli Attila che contribuisce alla varietà di harsh vocals utilizzate. È un brano a tutti chitarroni down tuned e bassi. Nel retro è disteso un tedioso giro di chitarra che aggiunge un plus valore di oscuro e tormentato a un brano prevalentemente battente insieme a linee sintetizzate e che procede su un metalcore stomp deciso. È uno dei brani più incendiari del disco, che come vedremo si evolverà su perimetri interessanti e più sperimentali a seguire.

 

Ascolta l’audio ufficiale di Volumes – NO LOVE feat. Fronz of Attila:

 

 

 

Con un retrostante livellamento di corde inquietanti anche il secondo brano hello goodbye, che ruota intorno a un nucleo heavy avvolto dalla melodia in manifestazione diretta sul chorus e sulla linea vocale pulita. Il ritornello melodico è arricchito da una serie di elementi tintinnanti e, investito di armonia, frange le fiamme del brano. La miscela che i Volumes che hanno formulato in hello goodbye diluisce il melodico all’interno dell’heaviness in proporzione 1:2 con una transizione naturale e che mette in vetrina tutta la bellezza della linea vocale pulita. È il brano più breve del disco ma che contiene proprio tutto e ovviamente non risparmia il breakdown..occhio al minuto 2,33!

 

 

 

 

È proprio dalla linea vocale pulita sporcata con quel tanto di grit che apre ALIVE, un brano che non si direbbe metalcore in apertura, quanto più inclinato all’alternative metal e dotato di un certo allure. Con ampie sezioni melodiche arpeggiate e trainate quasi interamente dalle clean vocals, indulgenti ma sempre incisive sul versante delle arena rock vocals. Su questo brano può essere ascoltato in dettaglio registro del pulito della formazione dei Volumes, corposo e intenso. Non è mai scontato in nessuna stilistica con qualcosa che mi ricorda Matt Gelsomino dai Novelists nell’espressività e alcune delle voci più note dell’alternative metal nella potenza.  Si tratta di uno dei brani con componente melodica del disco e costruito su un’architettura che trae dall’emozione allo stato grezzo l’alimentazione fondamentale dell’orecchiabilità.

 

 

 

 

Con tocchi lenti e affascinanti di solo pianoforte si introduce un altro brano melodico, Revenant, un pezzo sperimentale e minimalista. Sul pianoforte entrano poco a poco effetti sintetizzati di archi e percussioni secche con la voce in clean che canta con una certa distanza di campo in lontananza il ritornello del brano precedente. Altamente post prodotto, Revenant crea scenari lounge e ambience e si distacca completamente dal perimetro del metalcore. Atmosferico e onirico, è a tutti gli effetti un interludio più che un brano, se non che dura 2,57 minuti. Con parsimonia di linea vocale, accompagna sul piano e una miriade di altri effetti elettronici attutiti, lasciando interamente spazio al trip mentale sul solo strumentale.

 

 

 

 

Esattamente dallo stesso accompagnamento di piano e cori di bambini retrostanti glissa l’introduzione di Until The End, che lascia successivamente esplodere in superficie l’heaviness. Con uno scoppiettante lavoro di corde fragoroso e fulminante, rialza l’asticella della potenza. Ritornano le pennellate tediose nel retro, i bassi influenzati dal nu metal e riprende il predominio la linea vocale distorta su mid growl abrasivo. Dal minuto 2,55 si apre una breve sezione di riffing di basso e chitarra mordi e fuggi molto interessante. Non mancano un innesto di clean e linee melodiche a fondo dell’arrangiamento con le quali il brano si fa e strutturato, ricco nei numerosi elementi utilizzati e molto bello.

 

La title track per ultima, Coming Clean, con un intro rappata e che ammicca al rap metal nel resto dell’esecuzione. Intersezioni minimaliste e sintetizzate che appoggiano i versi in rapping, sono intrecciate al palm muting e allo strumentale più massiccio su cui domina la distorsione non sono vocale quanto strumentale, con fuzz bass tanto evidente. La formula heavy-melodic si arricchisce qui dell’elemento elettronico e spazia ancora sulla sperimentazione.

 

 

 

 

In definitiva il nuovo EP dei Volumes è un disco versatile, composito e altamente dinamico, che conserva i tratti distintivi del metalcore e contribuisce all’espansione del perimetro sulla sperimentazione melodica e atmosferica. Può incontrare meno gradimento negli adepti dell’aggressività dei generi -core e più apprezzamento in coloro che sono per un ascolto più eclettico. Coming Clean EP apre con un brano massiccio e incendiario, da cui gradualmente subisce una progressione naturale e mai forzata verso il melodico aprendo scenari di libera immaginazione. Qualunque sia il versante visitato in questo disco, la componente emozionale è espansa in tutti gli arrangiamenti.

 

Rating: 9/10

Brani suggeriti: NO LOVE, hello goodbye, ALIVE, Until The End

 

 

Volumes – Coming Clean EP tracklist:

 

 

1. NO LOVE (feat. Fronz of Attila)

2. hello goodbye

3. ALIVE

4. Revenant

5. Until The End

6. Coming Clean

 

 

 

 

Per tutte le recensioni sui nuovi album di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/albums

 

Per tutte le recensioni sui concerti di SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/concerts

 

Per tutte le interviste disponibili su SICK AND SOUND:

www.sickandsound.it/category/interviews

 

 

 

Volumes Coming Clean EP, Volumes, Volumes band, Volumes progressive metalcore band, progressive metalcore, metalcore, prog metalcore, Gus Farias, Myke Terry, Diego Farias, Raad Soudani, Nick Ursich, Coming Clean EP, Fearless Records, NO LOVE (featuring Fronz of Attila), hello goodbye, ALIVE, Revenant, Until The End, Coming Clean, The Concept of Dreaming EP, Via, No Sleep, Different Animals, Volumes Coming Clean EP, Listen to Volumes Coming Clean EP, Stream Volumes Coming Clean EP, Ascolta Volumes Coming Clean EP, new EP by Volumes, nuove uscite metalcore, new metalcore albums April 2019, metalcore 2019, progressive metalcore EP, metalcore EP, new metalcore releases, new metalcore April 2019, Volumes Coming Clean EP review, Volumes Coming Clean EP tracklist, Volumes Coming Clean EP recensione, progressive metalcore bands, progressive metalcore albums, new progressive metalcore albums, volumesband

 

 

www.volumesband.com

www.facebook.com/volumesband

www.instagram.com/volumesla

www.twitter.com/volumesband

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: COPY DENIED! Copyright protected ©sickandsound